Hyundai multata: irregolari i finestrini posteriori sulla i20 di Neuville

I commissari di gara hanno rilevato un'irregolarità sulla i20 di Neuville, vincitore del Rally Italia Sardegna: i finestrini posteriori dell'auto vincitrice sono risultati più leggeri di pochi grammi rispetto a quelli omologati.

Al termine del Rally Italia Sadegna, una volta finiti i festeggiamenti per la grande vittoria ottenuta da Thierry Neuville - la seconda della sua carriera - i membri del team Hyundai Motorsport hanno passato attimi di paura quando i commissari di gara hanno reso noto che sulla vettura vincitrice, la i20 WRC New Generation numero 20, era stata riscontrata un'irregolarità.

I finestrini posteriori della vettura di Neuville (quelli in cui campeggiano cognomi e bandiere dell'equipaggio della vettura) sono risultati più leggeri rispettivamente di 17 e 19 grammi rispetto a quelli omologati prima dell'inizio della stagione corrente.

Questa irregolarità ha spinto i commissari a multare di 50.000 euro il team di Alzenau, evitando invece sanzioni sportive come arretramento nella graduatoria della gara o anche un potenziale squalifica.

Dopo la paura, ecco il sollievo. Ma anche le parole di Michel Nandan, boss del team di Alzenau, che ha ammesso di utilizzare questi nuovi finestrini - non omologati - sin dalla prima gara di Monte-Carlo, prologo del Mondiale Rally 2016.

Nandan ha spiegato che i finestrini omologati potevano essere collocati solo sulle portiere smontate dal corpo della vettura. Questo è stato frutto di un errore e dunque avrebbe costretto il team coreano a cambiare i cristalli sin dal via di questo Mondiale.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally d'Italia
Sub-evento Tappa 3
Piloti Thierry Neuville
Team Hyundai Motorsport
Articolo di tipo Ultime notizie