Hyundai, brutto crash per Neuville in Corsica: è precipitato da un ponte!

Nell'ultima giornata di test del team coreano, la i20 di Thierry è precipitata da un ponte, finendo la sua corsa in un fiume e risultando piuttosto rovinata. Il belga e il navigatore Gilsoul stanno bene.

Hyundai, brutto crash per Neuville in Corsica: è precipitato da un ponte!
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Thierry Neuville, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
I vincitori Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
I vincitori Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport

Brutta disavventura per Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul. Questo pomeriggio l'equipaggio di punta di Hyundai Motorsport nel Mondiale Rally è stato coinvolto in un incidente nel corso dell'ultima giornata di test in vista del Tour de Corse, quarto appuntamento WRC 2018.

 

Neuville e il navigatore belga erano intenti a preparare la gara isolana proprio in Corsica, quando, arrivati all'uscita di una curva, la i20 Coupé WRC Plus preparata per i test (distinguibile da quelle da gara perché vestita da una livrea completamente bianca) è uscita di strada, finendo la propria corsa in un fiume sottostante.

A quanto pare Thierry deve aver commesso un errore di guida - pare infatti che sia stato un errore umano - così la sua i20 ha iniziato a scivolare verso l'esterno della curva, finendo per uscire di strada poco dopo un ponte e precipitando nel torrente sottostante.

La dinamica dell'incidente è stata confermata a Motorsport.com da un portavoce di Hyundai Motorsport: "Neuville è finito largo in uscita da una curva, poco prima di un ponte. La vettura è poi scivolata all'esterno verso il ponte precipitando poi già per una collina e finendo la sua corsa in un fiume".

L'uscita di strada è stata considerevole, poco più di 5 metri di caduta per poi finire in acqua. Fortunatamente sia Neuville che Gilsoul non hanno riportato alcuna conseguenza fisica, così come il team di Alzenau ha confermato a Motorsport.com.

Il team ha anche fatto sapere che questo incidente non avrà alcun impatto sui test previsti per Dani Sordo - splendido secondo in Messico - e Andreas Mikkelsen, perché entrambi hanno già fatto i loro test nelle giornate del 26 e 27 marzo.

La i20 Coupé adibita per i test dovrà essere però riportata ad Alzenau per essere riparata. La parte più danneggiata della vettura sembra l'avantreno, con cofano motore e paraurti anteriore andati in frantumi. Sembra però che anche il paraurti posteriore sia stato danneggiato. Resta da verificare se vi siano stati ulteriori danni strutturali a sospensioni e telaio.

condivisioni
commenti
Citroen presenta la C3 R5: dovrà vincere subito il titolo WRC2
Articolo precedente

Citroen presenta la C3 R5: dovrà vincere subito il titolo WRC2

Prossimo Articolo

Volkswagen: ritardi nei test della Polo R5. Slitta l'omologazione!

Volkswagen: ritardi nei test della Polo R5. Slitta l'omologazione!
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021