Clamoroso: Ogier dimentica la time card della PS19, penalità (sospesa) e multa di 10.000€!

condivisioni
commenti
Clamoroso: Ogier dimentica la time card della PS19, penalità (sospesa) e multa di 10.000€!
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
10 giu 2018, 17:40

Incredibile disattenzione del Campione WRC in carica, sanzionato dai giudici per non aver ritirato il foglietto del controllo del tempo dai commissari. A nulla è servito il gentile passamano di Tänak e pilota della M-Sport che si vede punire con una multa e decurtazione dei punti in classifica se dovesse ripetere la cosa.

Una disattenzione, una dimenticanza, una distrazione. Chiamatela come volete, ma quello di cui è stato protagonista Sébastien Ogier al termine della PS19 non solo è uno di quegli episodi che si vedono di rado, ma che costano carissimo (nel vero senso della parola).

Il pilota della M-Sport, oltre alla beffa di aver perso il Rally Italia Sardegna WRC per soli 0"7 a vantaggio di Thierry Neuville, autore di una rimonta pazzesca perfezionata solo all'ultima prova, si ritrova anche sanzionato dai commissari sportivi per non aver preso la time card dai giudici al traguardo della penultima tratta.

Giunto al termine del percorso "Cala Flumini 2", il francese si è fermato solo per qualche secondo per poi ripartire in fretta e furia e recarsi al raggruppamento della Power Stage finale con l'intenzione eseguire delle modifiche al set-up della sua Ford Fiesta WRC in vista della PS conclusiva.

Peccato che nella fretta il suo co-pilota Julien Ingrassia non abbia fatto a tempo a ritirare la time card dai commissari e quando il navigatore glielo ha fatto notare, il volto di Ogier si è immediatamente rabbuiato. Non si può, infatti, presentarsi al via di una PS senza il suddetto foglietto di carta, ma per sua fortuna ci ha pensato Ott Tänak a portarglielo al controllo orario, visto che il collega della Toyota era subito dietro a lui nell'ordine, evitandogli così di tornare indietro ed accumulare ritardo.

Per sua sfortuna, il cavalleresco gesto dell'estone non è bastato a fargli scampare la punizione, visto che il regolamento parla chiaro dicendo che ogni concorrente è responsabile della propria time card, dunque non può beneficiare di un passamano come avvenuto con Tänak.

10.000€ di multa per il Campione in carica del WRC e decurtazione dei 22 punti guadagnati in classifica nell'evento sardo (e -18 alla M-Sport). Questa decisione resta sospesa fino a fine anno, cioè verrà applicata nel caso in cui dovesse ripetersi un episodio del genere.

Ogier ed Ingrassia sono infatti stati ascoltati dal collegio dei commissari, i quali hanno riconosciuto che l'errore è avvenuto in buonafede e non ha inciso sulle prestazioni della loro auto. Il co-pilota ha anche spiegato di non essersi accorto di aver ritirato la time card e che quando è stato chiaro che non l'aveva fra le mani, ormai era tardi per tornare indietro, sia a piedi che in macchina.

 

Prossimo Articolo
Neuville batte Ogier nella Power Stage e trionfa in Sardegna per 0"7

Articolo precedente

Neuville batte Ogier nella Power Stage e trionfa in Sardegna per 0"7

Prossimo Articolo

Fotogallery: il combattutissimo Rally d'Italia Sardegna 2018

Fotogallery: il combattutissimo Rally d'Italia Sardegna 2018
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally d'Italia
Piloti Sébastien Ogier
Team M-Sport
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie