Clamoroso: Citroen appieda Kris Meeke con effetto immediato!

condivisioni
commenti
Clamoroso: Citroen appieda Kris Meeke con effetto immediato!
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
24 mag 2018, 16:45

Il team diretto da Pierre Budar ha deciso di fermare il pilota nord-irlandese e il suo navigatore Paul Nagle dopo una serie di incidenti preoccupanti, tra cui l'ultimo al Rally del Portogallo, in cui entrambi sono usciti miracolosamente incolumi.

Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
L'auto di Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team, dopo l'incidente
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team

Che la posizione di Kris Meeke in Citroen Racing fosse sempre più in bilico era cosa risaputa, ma poco fa la sezione sportiva della Casa francese ha annunciato di aver preso una decisione drastica ma, a ben vedere, del tutto comprensibile.

Kris Meeke e Paul Nagle sono stati di fatto appiedati con effetto immediato dal team diretto da Pierre Budar. L'equipaggio nord-irlandese ha pagato una serie di clamorosi errori e di incidenti anche molto pericolosi, come quello della settimana scorsa al Rally del Portogallo.

Nella PS12 Meeke e Nagle erano finiti fuori strada colpendo diversi alberi e demolendo la loro C3 numero 10 ufficiale. Nell'impatto si era addirittura piegato il roll-bar, sintomo di quanto sia stato violento l'incidente.

Questo è stato solo uno dei tanti ritiri del pupillo di Colin McRae nelle ultime 2 stagioni. In 18 partecipazioni WRC dall'inizio del 2017 Meeke ha una percentuale di ritiri pari al 38,8%. Un numero spropositato, per di più accentuato dai diversi danni materiali sulle sue vetture, che spesso ha costretto il team a produrre numerosi pezzi di ricambio per ovviare agli errori del suo pilota.

La decisione ha effetto immediato, dunque nel prossimo appuntamento del WRC, il Rally Italia Sardegna, Meeke e Nagle non ci saranno. Al loro posto correranno Mads Ostberg e Torstein Eriksen sulla Citroen C3 numero 10, mentre sulla 11 correranno regolarmente Craig Breen e Scott Martin.

Passato l'evento italiano, il team si riserverà di prendere una decisione riguardo all'equipaggio che dovrà correre stabilmente sulla C3 numero 10 sino al termine della stagione. Chiaramente Ostberg è in netto vantaggio su tutti e, a dire il vero, anche l'opzione a oggi più credibile.

Meeke e Nagle hanno definitivamente chiuso il rapporto con Citroen, perché il loro contratto sarebbe scaduto al termine del 2018 e a oggi sembra impossibile che la Casa francese possa richiamarli per la prossima stagione.

"Non è stata una decisione semplice da prendere, perché ha effetti su un equipaggio", ha dichiarato Pierre Budar, boss di Citroen Racing. "Ma questa è in gran parte fondata su questioni legate alla sicurezza legate alle mie preoccupazioni di team principal. Abbiamo scelto di prendere questa decisione come misura preventiva".

Kris Meeke e Paul Nagle avevano partecipato attivamente alla preparazione e allo sviluppo della Citroen C3 WRC Plus nel corso degli ultimi mesi del 2016. Lo scorso anno l'equipaggio aveva portato a casa due successi in Messico e in Spagna che, a oggi, sono le ultime due affermazioni del Mondiale del team francese.

Prossimo articolo WRC

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally d'Italia
Piloti Kris Meeke, Paul Nagle
Team Citroën World Rally Team
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie