Citroen prova in Portogallo 3 configurazioni aerodinamiche per la C3

condivisioni
commenti
Citroen prova in Portogallo 3 configurazioni aerodinamiche per la C3
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
28 set 2016, 07:34

Settimo test per la Citroen C3 WRC 2017 svolto sugli sterrati del Portogallo. Provate diverse configurazioni aerodinamiche all'anteriore e al posteriore. Il team sarà presentato tra poche ore al Salone dell'Automobile di Parigi.

Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017
Kris Meeke, Craig Breen e Khalid Al-Qassimi, Citroën World Rally Team, Citroën C3 WRC Plus 2017

Mancano appena due giorni alla presentazione ufficiale del team Citroen Racing che nel 2017 rientrerà a correre nel Mondiale Rally, eppure la squadra è impegnata in queste ore in un test, il settimo del 2016, con la nuova C3 WRC Plus.

Kris Meeke e Paul Nagle stanno conducendo la nuova quattro ruote motrici in una prova sugli sterrati del Portogallo con un obiettivo ben preciso: testare varie configurazioni aerodinamiche che coinvolgono sia l'anteriore che il posteriore della nuova C3 in vista dell'omologazione che dovrà avvenire nel mese di novembre.

Sugli sterrati lusitani l'equipaggio irlandese ha provato ben tre configurazioni differenti di paraurti anteriore. Il primo, quello classico utilizzato nelle prime sei uscite assolute, è privo di appendici aerodinamiche, mentre gli altri due sono molto più interessanti.

Il primo di questi presenta due appendici alari poste pochi centimetri davanti ai passaruota anteriori. L'aletta più bassa è posta in posizione orizzontale, mentre quella superiore - decisamente più grande e vistosa - è sinuosa e a sbalzo verso l'alto. Questo sembra favorire il convogliamento dell'aria proprio sulla curvatura dei passaruota per evitare turbolenze generate dalle ruote anteriori.

Il secondo, invece, presenta sempre due appendici aerodinamiche poste nel medesimo punto del fascione descritto in precedenza, ma sono entrambe a sbalzo e sono poste una sopra all'altra, anche se quella superiore è arretrata di pochi centimetri per incanalare meglio i flussi nella zona centrale del corpo vettura.

Molto interessanti anche le soluzioni provate nella parte posteriore della 3 WRC Plus. La prima modifica visibile è posta nei passaruota posteriori. La zona inferiore, infatti, è stata letteralmente mozzata, per favorire il passaggio d'aria verso il diffusore. L'andamento dei passaruota, inoltre, è ora molto più sinuoso di prima ed entrambe le bocche dietro le ruote posteriori sono state leggermente ridotte (ma saranno rese più ampie per le gare su asfalto).

Nelle prossime ore, come detto, Yves Matton svelerà il team che tornerà nel WRC a partire dal prossimo gennaio. La C3 WRC Plus sarà la stella della presentazione Citroen, ma, assieme alla vettura e al già confermato Kris Meeke, verrà svelato anche il nome del secondo pilota che difenderà i colori della casa transalpina dal prossimo Mondiale Rally.

Prossimo articolo WRC

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Citroën C3 WRC 2017, test di agosto
Sotto-evento Test
Piloti Kris Meeke, Paul Nagle
Team Citroën World Rally Team
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Test