Arrivano i primi ordini e Hyundai accelera lo sviluppo della i20 R5

condivisioni
commenti
Arrivano i primi ordini e Hyundai accelera lo sviluppo della i20 R5
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 mar 2016, 09:37

Kevin Abbring ha terminato ieri la seconda quattro giorni di test con la nuova Hyundai i20 R5 New Generation, la prima in cui ha potuto provare la nuova vettura su asfalto. HMI ha già ordinato due esemplari della "piccola" di Alzenau.

Kevin Abbring, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5 WRC, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5 WRC, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5 WRC, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5 WRC, Hyundai Motorsport
Kevin Abbring e Sebastian Marshall, Hyundai i20 R5 WRC, Hyundai Motorsport

E' terminata ieri la seconda quattro giorni di test della nuova Hyundai i20 R5 New Generation, la prima in cui ha potuto assaggiare anche un fondo asfaltato.

Al volante della vettura sempre il solito Kevin Abbring, pilota designato al suo sviluppo e quarto driver ufficiale del team di Alzenau per il World Rally Championship, navigato da Seb Marshall.

Nei primi due giorni di prove, svolti sugli sterrati di Fontjoncouse, l'olandese si è concentrato sull'assetto della vettura, valutando inoltre il telaio e la risposta delle sospensioni.

Finalmente un test su asfalto

Nel terzo e nel quarto giorno di test la i20 R5 New Generation è stata impiegata anche su asfalto. Abbring ha potuto fare affidamento su freni maggiorati e un differente assetto delle sospensioni, che però avrà ancora bisogno di essere affinato nelle prossime settimane.

Come vi abbiamo anticipato nella giornata di ieri, il team di sviluppo di Alzenau ha provato anche un nuovo paraurti anteriore, dotato di due prese d'aria supplementari ai lati della bocca centrale, ma anche di differenti prese sul cofano, che ora sono più sagomate e più larghe nella parte superiore rispetto a quelle apparse nel primo test. Tutto ciò dovrebbe permettere un miglior raffreddamento del propulsore coreano.

"E' stato importante aver compiuto i primi test su asfalto con la i20 R5", ha dichiarato Andrew Johns, Customer Project Senior Sales Associate di Hyundai. "I nostri clienti hanno bisogno di poter fare affidamento su una vettura competitiva nella medesima maniera sia su sterrato che su asfalto, quindi queste prove saranno la chiave per prepararla, aumentarne l'affidabilità e anche le performance".

HMI ha già ordinato due i20 R5

Nonostante la vettura necessiti ancora di altri test in vista dell'omologazione, che dovrà avvenire necessariamente entro l'inizio dell'estate, Hyundai Motorsport Italia ha già ordinato due R5.

Questo farà accelerare la preparazione della "piccola" di Alzenau e nelle prossime settimane continuerà a compiere test in Europa, anche se, al momento, non sono ancora stati resi noti luoghi e superfici.

Prossimo articolo WRC
Volkswagen: provati due paraurti nuovi per la Polo R WRC 2017

Articolo precedente

Volkswagen: provati due paraurti nuovi per la Polo R WRC 2017

Prossimo Articolo

Novità sui passaruota posteriori per la Polo R WRC 2017

Novità sui passaruota posteriori per la Polo R WRC 2017
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Piloti Kevin Abbring
Team Hyundai Motorsport
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie