Ancora rapporti tesi Hyundai-Neuville: Citroen pronta a prenderlo!

Thierry Neuville e Alain Penasse (team manager Hyundai) sarebbero ai ferri corti. Il belga non ha gradito alcune dichiarazioni pubbliche del connazionale e Yves Matton è pronto a portare in Citroen il 28enne.

Nel corso delle ultime settimane il quadro del mercato piloti 2017 nel World Rally Championship si è fatto più chiaro. Il team Volkswagen continuerà a correre anche la prossima stagione con Sébastien Ogier, Jari-Matti Latvala e Andreas Mikkelsen, chiudendo così ogni possibilità di stravolgimenti nella scuderia campione del mondo in carica.

Con i tre piloti di Wolfsburg blindati per un'altra stagione (Ogier andrà in scadenza al termine del prossimo anno), Hyundai, Citroen, Toyota ed M-Sport stanno completando i rispettivi organici per l'anno prossimo.

Neuville la perla del mercato 2017

Il pezzo pregiato principale del mercato piloti attuale è senza dubbio Thierry Neuville. Il pilota della Hyundai è in netta ripresa rispetto all'anno passato, quando sembrava aver perso tutto il talento mostrato al primo anno con il team di Alzenau. In Sardegna ha centrato la seconda vittoria in carriera e in Polonia ha sfiorato il terzo gradino del podio per appena 8 decimi di secondo. Tutti i team - meno Volkswagen - sono sulle tracce del belga, che potrebbe davvero dire addio alla Hyundai per intraprendere un'altra avventura, magari in un team che possa valorizzarlo in maniera assoluta.

Storie tese tra Neuville e Penasse

Uno dei principali motivi che spingerebbe Neuville a lasciare Hyundai è il rapporto tutt'altro che idilliaco con Alain Penasse, team manager di Alzenau. I due, pur condividendo la medesima nazione d'appartenenza, non hanno un buon rapporto. In particolar modo, Neuville non avrebbe apprezzato alcune dichiarazioni pungenti fatte da Penasse nella passata stagione. Thierry si sarebbe aspettato un supporto in più dal team manager, invece questo non ha fatto altro che criticarlo pubblicamente, creando una frattura difficile da sanare, nonostante i recenti risultati del 28enne.

"Io sono una persona aperta e diretta", ha detto Penasse alla vigilia del Rally di Polonia. "Se Thierry fa qualcosa di sbagliato, qualcosa che non mi piace, lo dico apertamente. Sono stati i media belgi a ingigantire tutto riguardo al nostro rapporto. Dicono che non ci sopportiamo a vicenda, ma non è vero. Thierry ha colto una gran vittoria in Sardegna e nelle ultime gare è stato Paddon a finire nel mirino della critica".

Nonostante questa difesa e le smentite dello stesso Penasse, Neuville è ancora infastidito dalle dichiarazioni del connazionale. Inoltre si sarebbe aspettato più supporto dal team a cui ha regalato la prima vittoria nel Mondiale.

Nandan prova a trattenerlo

Hayden Paddon ha firmato un triennale con Hyundai ed è blindato. Da assegnare restano gli altri due sedili messi a disposizione dalla casa coreana. Daniel Sordo dovrebbe essere confermato anche per la prossima stagione, perché, seppure non sia un pilota capace di spunti eccelsi, si tratta comunque di un driver regolare, capace di fare quasi sempre il proprio dovere.

Una volta preso atto della ritrovata vena del giovane Neuville, Michel Nandan - boss di Hyundai Motorsport - ha deciso di provare a trattenere anche il belga, nonostante le frizioni con il team. "Il suo processo di crescita è iniziato al termine del 2015. Quest'anno ha fatto errori solo nel Rally del Messico, poi è stato fermato da tanti problemi tecnici. E' sempre stato molto veloce, ma ha ancora un difetto: fatica a controllare la sua velocità. Sta lavorando su questo, ma anche sulle note e su altri dettagli. E' migliorato molto. La vettura non lo soddisfa ancora ma stiamo cercando di fare di tutto per farlo sentire meglio alla guida e farlo andare il più forte possibile".

Parole al miele, che hanno l'obiettivo di provare a trattenerlo per le prossime due stagioni, perché giovani e forti così se ne intravedono pochi nel panorama mondiale. E, soprattutto, quelli presenti sono sotto contratto con altre case.

Citroen la pretendente più credibile

Come abbiamo scritto mesi fa, Yves Matton ha messo nel proprio mirino Thierry Neuville. Non è né una menzogna, né una mistero che Citroen stia facendo di tutto per riportare il belga sotto l'ala protettrice del "Double Chevron".

Il manager francese sta cercando di sedurre Neuville per formare una coppia piloti eccezionale per la prossima stagione: Kris Meeke e lo stesso Neuville. Citroen rientra nel WRC per vincere e battere la Volkswagen in un paio d'anni, ma per farlo bisogna disporre della vettura e dei piloti adeguati. Se Matton riuscirà nel suo intento sarà un vero capolavoro, ma anche una grave perdita per Hyundai dovuta a un errore di gestione difficile da perdonare a un team che vuole competere e battere la Volkswagen.

Il belga non prova la i20 WRC 2017

Intanto, per cautelarsi in vista della prossima stagione, Hyundai ha deciso di far provare la nuova i20 WRC New Generation Plus 3 porte agli unici piloti sotto contratto: ovvero al tester Kevin Abbring e al driver titolare Hayden Paddon. Sordo e Neuville non potranno così avvicinarsi alla nuova creatura che è uscita dagli stabilimenti tedeschi sino a quando, eventualmente, non rinnoveranno i propri contratti. Un altro segnale della paura reale di perdere il belga. Ma anche Sordo ha estimatori, soprattutto in Toyota...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Piloti Thierry Neuville
Team Hyundai Motorsport , Citroën World Rally Team
Articolo di tipo Ultime notizie