Anche Bottarelli e Oldrati al via del Rally di Svezia nel WRC

I due piloti italiani prenderanno parte al secondo evento del Mondiale Junior correndo al volante di due Ford Fiesta R2s Eco Boost preparate da M-Sport e gommate Pirelli.

Anche Bottarelli e Oldrati al via del Rally di Svezia nel WRC

Il Mondiale Junior 2018, riservato come d’abitudine ai piloti under 28, parte questo week end in Svezia con ben 14 iscritti, tutti al volante delle nuove Ford Fiesta R2s Eco Boost della M-Sport gommate dalla Pirelli. La casa produttrice di pneumatici milanese rientra così nel mondiale rally dopo un anno sabbatico, e farà esordire nella gara scandinava un nuovo pneumatico predisposto appositamente per le vetture a sole due ruote motrici dello Junior denominato WJ Sottozero Ice.

Al via di questa prima prova ci saranno 14 piloti provenienti da 12 nazioni, diverse, vale a dire i nostri Luca Bottarelli e Enrico Oldrati e poi Emilio Fernandez (Cile), Ken Torn (Estonia), Terry Folb, Theo Chalal e Jean-Baptiste Franceschi (Francia), Julius Tannert (Germania), Tom Williams (Gran Bretagna), Callum Devine(Irlanda), Ralfs Sirmacis (Lettonia), David Holder (Nuova Zelanda), Emil Bergkvist(Norvegia) e Dennis Radstroem (Svezia).

Il 20enne bresciano Luca Bottarelli, navigato da Manuel Fenoli, e punta a mettersi in evidenza nello Junior dopo aver chiuso lo scorso anno al terzo posto sia il CIR Junior che il Trofeo Peugeot al volante di una Peugeot 208 R2B. Il 22enne bergamasco Enrico Oldrati, ha invece l’obbiettivo di fare esperienza e verrà navigato dall’esperto Danilo Fappani. Oldrati è figlio d’arte in quanto proviene da una nota famiglia di rallisti come suo papà Diego e suo zio Devid. Dopo essere cresciuto nei quad e nei kart ha esordito mettendosi in nei rally a Monza, al volante di una Ford Fiesta R5.

L’edizione 2018 del “Rally Sweden” è composta da 19 prove speciali e complessivi 314,25 km cronometrati. Si inizia giovedì con lo shakedown di Skalla (6,86 km) seguito in serata alle ore 20.08 dalla classica super speciale d’apertura all’ippodromo di Karlstad (1,90 km) dopo la quale i piloti rientreranno a Torsby, dove anche quest’anno viene ospitato il parco assistenza. Venerdì la prima tappa prevede 7 speciali per un totale di 140,10 km cronometrati. Si inizia con il classico sconfinamento in Norvegia e la disputa di tre speciali ripetute due volte a Hol-Finnskog (21,26 km), Svullrja (24,88 km) e Rojden (19,13 km), per terminare poi la giornata con il crono di Torsby (9,56 km). Sabato si disputeranno invece 8 crono per un totale di 120,31 km cronometrati suddivisi tra le classiche speciali ripetute due volte di Torntorp (19,88 km), Hagfors (23,40 km) e Vargasen (la prova del salto di Colin Crest) di 14,21 km, a cui si aggiungeranno in serata la ripetizione della super speciale di Karlstad e l’inedito crono di Torsby Sprint (3,43 km). Infine domenica la tappa finale prevede un totale di 51,94 km e solo tre speciali, vale a dire due passaggi a Likenas (21,19 km) seguiti dalla power stage di Torsby (9,56 km).

Luca Bottarelli: “Sarò all’esordio sulla neve e sul ghiaccio, dove in pratica non ho mai corso. Cercherò di fare quanta più esperienza possibile, perché su questi fondi i favoriti sono gli scandinavi come Bergkvist e Radstroem. L’obbiettivo in questa gara molto impegnativa è quello di correre con la testa ed arrivare in fondo, avremo poi modo di metterci in evidenza nelle altre prove della stagione, sulla terra e soprattutto per quanto mi riguarda sull’asfalto”.

Enrico Oldrati: “La cosa positiva è che ho davvero tanta voglia di correre. La scelta di partecipare allo Junior è stata fatta per permettermi di crescere e per fare esperienza rimanendo sempre con la testa ben attaccata al collo. Sarà dura prendere le note in soli due passaggi, per questo ho guardato nei giorni scorsi gli onboard camera sul sito internet del rally. L’obbiettivo è finire la gara, quanto al campionato preferisco i fondi scivolosi come la terra e la neve, l’asfalto un po’ meno perché non consente il minimo margine di errore”.

condivisioni
commenti
Suninen all'esordio stagionale in Svezia: "Senza errori lotterò per il podio"
Articolo precedente

Suninen all'esordio stagionale in Svezia: "Senza errori lotterò per il podio"

Prossimo Articolo

Hyundai, Nandan: "Dobbiamo capirlo, in gara nessuno ci regala nulla!"

Hyundai, Nandan: "Dobbiamo capirlo, in gara nessuno ci regala nulla!"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021