Loeb: il futuro del francese è nel mondiale rallycross?

La Peugeot Sport ha intenzione di schierare una terza 208 nel WRX e l'alsaziano dopo la Dakar è disponibile a partecipare a un programma parallelo ai raid. Scopriamo qual è lo scenario...

Nelle scorse settimane si era diffusa la voce che Tommi Makinen, responsabile del team Toyota che sta preparando il ritorno nel WRC dal 2017 avrebbe voluto in squadra due piloti esperti come Petter Solberg e Sebastien Loeb. In realtà il francese, che è legato a un contratto con la Peugeot starebbe valutando il da farsi nel 2016 dopo aver partecipato da grande protagonista alla Dakar con la 2008 DKR.

L’alsaziano, infatti, è stato lasciato libero, non senza qualche delusione, dalla Citroen dopo due anni di WTCC nei quali Sebastien ha confermato la sua grande eccletticità che ha fatto seguito ai nove titoli nel mondiale WRC. Il “cannibale” avrebbe voluto rientrare nei rally dedicandosi allo sviluppo della nuova DS3 che arriverà il prossimo anno, ma più concretamente potrebbe andare a sfidare proprio Petter Solberg nel mondiale Rallycross.

La Peugeot, infatti, ha intenzione di schierare tre macchine quest’anno e non è affatto escluso che una possa essere quella di Sebastien Loeb. Per il francese, quindi, si aprirebbe un altro scenario nella sua carriera, tanto più che la Casa del Leone è uno dei marchi che sta investendo nel WRX.

La pista Peugeot-Hansen

Bruno Famin, capo di Peugeot Sport, ha intenzione di affidare tre 208 al team Hansen, la squadra che nel 2015 ha conquistato il secondo posto nel mondiale Rallycross con Timmy Hansen, il figlio maggiore di Kenneth Hansen, lo svedese di 55 anni che gestisce il programma nel WRX e che in passato ha vinto ben 14 titoli europei della specialità prima di cedere il volante al primogenito.

Per la seconda 208 è attesa presto la conferma di Davy Jeanney, mentre dovrebbe entrare in lizza nella classe light anche Kevin, il secondo figlio di Kenneth Hansen. Tutti si domandano a chi sarebbe destinata la terza macchina? C’era l’opportunità di metterla a disposizione di piloti guest, ma prende consistenza l’idea che diventi la vettura di Sébastien Loeb.

L'alsaziano ha lasciato volontariamente il mondiale rally alla fine del 2012, seguendo il programma della Citroen nel mondiale turismo con la Citroën Elysée e ora ha vestito la casacca dell’altro marchio PSA, con il quale si era aggiudicato la salita americana del Pikes Peak nel 2013 con la 208 T16 da 875 cv appositamente allestita per lui.

Alla Dakar Sébastien è stato a lungo in testa al raid pur essendo al debutto in un rally marathon, prima del capottamento che lo ha messo fuori gioco dalle posizioni di testa (ma è comunque rientrato nella top ten). In attesa delle (poche) uscite della 2008 DKR che farà Loeb? Peugeot Sport ha risposto a Motorsport.com che sarà "…parte del nostro programma di sviluppo”.

Una risposta a marzo

Ecco perché l'arrivo di Sebastien Loeb nel Campionato mondiale di Rallycross sta prendendo ogni giorno più consistenza: l’alsaziano potrebbe puntare subito al successo del titolo, e l’operazione avverrebbe con gli stessi partner che hanno sipportato la Dakar di Peugeot, vale a dire Red Bull e Total. L’ufficio stampa di Peugeot Sport contattato da Motorsport.com, ha ammesso che ci sarà un annuncio intorno al Salone di Ginevra. E ormai resta poco da aspettare…

Con la 208 WRX da 600 cavalli, Loeb si confronterebbe con l'attuale leader Solberg e con i  giovani Timmy Hansen e Johann Kristoffersson, ma anche con Ken Block che farà tutto il campionato con una nuova squadra ufficiale Ford gestita dalla M-Sport.

 Ha collaborato Jean-Philippe Vennin

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati World Rallycross
Team Peugeot Sport
Articolo di tipo Ultime notizie