Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
WEC Portimão

WEC | Una combattiva Prema beffata dalla Safety Car nel finale

La Oreca LMP2 #63 di Kvyat/Bortolotti/Pin ha lottato per tutta la gara per il primato, ma la strategia è andata in fumo all'ultima ora quando la vettura di sicurezza ha raggruppato tutti mentre il russo aveva gomme usate.

#63 Prema Racing - Oreca 07 - Gibson - Doriane Pin, Mirko Bortolotti, Daniil Kvyat

Una promettente lotta per la vittoria si è conclusa amaramente per la Prema Racing nel secondo round del FIA World Endurance Championship 2023 a Portimao. Un'inopportuna Safety Car nel finale ha lasciato la Oreca LMP2 #63 a corto di strategia, in quanto ha raggruppato tutti mentre Daniil Kvyat girava con gomme vecchie.

Alla ripartenza finale, il resto del gruppo ha recuperato rapidamente. Nonostante il grande sforzo di Kvyat per spingere e risparmiare le gomme, la quarta posizione è stato il massimo risultato ottenibile alla fine, dopo che lui, Mirko Bortolotti e Doriane Pin sono rimasti in lizza per la vittoria per tutta la gara.

Dopo un sabato memorabile, in cui Bortolotti ha ottenuto un'incredibile pole position all'ultimo giro, la prima del team nelle gare di durata, Pin è diventata la prima donna pilota a partire al palo in categoria nella storia del FIA WEC, dando vita a una corsa positiva.

#9 Prema Racing Oreca 07 - Gibson: Filip Ugran, Bent Viscaal, Juan Manuel Correa

#9 Prema Racing Oreca 07 - Gibson: Filip Ugran, Bent Viscaal, Juan Manuel Correa

Photo by: JEP / Motorsport Images

La vettura #9 ha avuto una giornata più difficile. Nelle qualifiche, Bent Viscaal è stato bloccato da un altro concorrente durante il suo giro più veloce, con conseguente 8° posto. La gara si è quindi trasformata in una rimonta su una pista che non è famosa per offrire opportunità di sorpasso. Juan Manuel Correa ha fatto una partenza buona e ha iniziato una lotta costante, proseguita da Viscaal e Filip Ugran. La strategia ha portato alla risalita finale, con Correa che ha forzato per tornare sesto e ha cercato di puntare alla Top5 nell'ultimo giro.

Pur avendo concluso sesti, Correa, Ugran e Viscaal hanno ottenuto i punti per il quinto posto, in quanto uno dei concorrenti era wild-card. Ora punteranno ad ottenere ancora di più in Belgio tra due settimane. Il ritmo e il potenziale hanno aumentato la motivazione e il desiderio in vista del terzo round a Spa-Francorchamps.

#63 Prema Racing Oreca 07 - Gibson: Doriane Pin, Mirko Bortolotti, Daniil Kvyat

#63 Prema Racing Oreca 07 - Gibson: Doriane Pin, Mirko Bortolotti, Daniil Kvyat

Photo by: JEP / Motorsport Images

Juan Manuel Correa: "È stata una buona gara. Non è stata facile, perché stavamo cercando di trovare il modo di giocare con la strategia e di guadagnare qualche posizione e la pista non è affatto facile pe superare. Il nostro ritmo è sembrato molto forte in tutte le fasi e con tutti e tre i piloti. Se fossimo partiti davanti, saremmo rimasti lì. Per me personalmente è stato divertente, perché ho guidato molto. La partenza è stata buona, sicura e mi sono tenuto lontano dai guai, mentre gli ultimi due stint per concludere la gara sono stati davvero divertenti, con un buon ritmo. Una buona giornata per me".

Filip Ugran: "Alla fine abbiamo concluso sesti e sono molto contento della squadra, della vettura e delle prestazioni che abbiamo ottenuto come piloti. Avremmo potuto fare un po' meglio in alcuni punti, anche durante il mio stint. All'ultima curva ho avuto un contatto con una vettura GT che mi ha rallentato parecchio, ma sono contento di come andava la macchina, del mio ritmo e di come ho lottato. Vediamo come andrà a Spa".

Bent Viscaal: "Le qualifiche sono state ovviamente compromesse, visto che siamo partiti ottavi e abbiamo guadagnato due posizioni. Penso che il passo di tutti e tre i piloti fosse molto buono e che anche la macchina ottima. Abbiamo ottenuto buoni punti da Top5, dato che c'era una vettura wild card davanti a noi, e la situazione è ancora piuttosto serrata, con molte situazioni ancora da giocare. Grazie a tutto il team per aver reso possibile tutto questo".

#63 Prema Racing Oreca 07 - Gibson: Doriane Pin, Mirko Bortolotti, Daniil Kvyat

#63 Prema Racing Oreca 07 - Gibson: Doriane Pin, Mirko Bortolotti, Daniil Kvyat

Photo by: JEP / Motorsport Images

Mirko Bortolotti: "Un finale deludente per una gara eseguita in modo impeccabile da tutto il team. La safety car alla fine ci ha condizionato pesantemente e ci ha messo in difficoltà, dato che avevamo una strategia di pneumatici diversa rispetto ai concorrenti. Questo non ci ha permesso di effettuare un cambio gomme, che ci è costato comunque delle posizioni, visto che i distacchi sono stati annullati dalla safety car. Abbiamo rischiato e siamo rimasti fuori per un triplo stint con Daniil, lottando con i ragazzi con gomme più fresche, ma non ha funzionato e alla fine abbiamo perso la vittoria e il podio. Tuttavia, ci sono molti aspetti positivi da trarre dal weekend e questo è ciò che conta per me. Ci siamo concentrati al massimo e abbiamo gettato le basi per le prossime gare".

Daniil Kvyat: "Se c'è una posizione in questo mondo che proprio non mi piace è la 4a. Da uomo che vuole vincere, sono deluso, ma il lato positivo è che abbiamo fatto una gara quasi perfetta come squadra, con pochissimi errori e un ritmo davvero ottimo. Forse solo United Autosports era un po' più avanti, ma noi eravamo sicuramente nella mischia e anche meglio. È stato un peccato trovarsi con le gomme finite nell'ultimo stint e mezzo a causa della sfortunata tempistica della safety car e diventare un facile bersaglio. Nella situazione di oggi, abbiamo ottenuto il massimo che potevamo, ma ci rifaremo".

Doriane Pin: "Ero davvero entusiasta di prendere il via. Il primo giro è stato molto buono, così come i miei due stint. Il secondo è stato il migliore, soprattutto se confrontato con i piloti Gold e Platinum più esperti, il che è davvero positivo. Anche Mirko e Daniil hanno fatto un ottimo lavoro, ma la safety car non ci ha aiutato per niente. Abbiamo perso la vittoria o almeno la P2 e abbiamo concluso al quarto posto. Ovviamente siamo delusi perché tutta la squadra meritava il podio. Lavoreremo duramente a Spa per cercare di lottare per la nostra prima vittoria".

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Toyota domina: si uccide Le Mans se non si cambia il BoP
Prossimo Articolo Video WEC | Adamo: "C'è solo la Ferrari che può insidiare la Toyota"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia