Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

WEC | Spa amara per una Ferrari perfetta: "Ce l'hanno portata via"

Le 499P non hanno sbagliato nulla e sulle Ardenne erano riuscite a conquistare la vetta quando l'interruzione e la successiva decisione di ricominciare con tempo aggiunto ha tagliato le gambe a tutti, tranne alle Porsche. L'appello di Maranello è stato rigettato nella notte, rimangono però dubbi sulla gestione.

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

I volti sono tiratissimi e c'è zero voglia di parlare in casa Ferrari al termine di una 6 Ore di Spa-Francorchamps che farà discutere per un bel po' per come è stata gestita dalla Direzione Gara del FIA World Endurance Championship.

Anzi, in verità di cose da dire ce ne sarebbero state tantissime, ma i voli notturni ormai in partenza hanno costretto gli uomini di Maranello ad essere tanto telegrafici quanto schietti, mentre il buio avvolgeva il paddock del tracciato belga, ormai in fase di disallestimento visto anche l'orario.

La decisione di far ripartire la gara dopo l'interruzione per l'incidente della Cadillac avvenuto nel corso della quinta ora non è stata affatto accettata dai portacolori di Maranello, né da tutti gli altri concorrenti, tranne ovviamente per quanto riguarda le Porsche di Jota e Penske, in quel momento uniche ad aver già effettuato la sosta per il rifornimento e quindi con la vittoria servita su un piatto d'argento.

Fino a quel momento era stata una gara meravigliosa e combattutissima che aveva portato le 499P #51 e #50 davanti a tutti, ma la decisione dei giudici di aggiungere 1h44' al tempo che ormai andava a scadere, poiché non era stato fermato dopo l'esposizione della bandiera rossa, ha lasciato una amarezza enorme in bocca e uno strascico polemico che ora andrà per forza di cose analizzato ai piani alti di FIA e ACO.

La riparazioni delle barriere dopo l'incidente

La riparazioni delle barriere dopo l'incidente

Foto di: Paul Foster

Per fare chiarezza, il Regolamento Sportivo, al punto 14.3.1, chiarisce che il tempo sul cronometro non viene fermato in caso di bandiera rossa, ma "Se le circostanze lo richiedono, i Commissari possono prendere la decisione di fermarlo o ristabilirlo, purché non si ecceda nel tempo di gara previsto per la competizione".

Questa cosa è attuabile però solamente in alcuni tracciati poiché in certi casi è impossibile poter andare oltre una certa soglia, come ad esempio ad Imola, che prima di tutto è in mezzo alle abitazioni e ha delle ferree regole sul rumore da rispettare, oltre a non disporre di sistemi di illuminazione richiesti per sicurezza quando cala il sole. Questo mette il mondo del WEC davanti a linee di condotta diverse a seconda di dove si corre e in parecchi storcevano il naso nel post-gara, convinti che servirebbe qualcosa di più lineare e sicuro.

Di fatto, la scelta di procedere a Spa-Francorchamps per 1h44' aggiuntiva, quando mancavano ormai 10' alle fatidiche ore 19;00 che avrebbero sancito il termine delle operazioni, crea un precedente pericoloso che andrà chiarito al più presto per tutti, con la Ferrari in primis a presentare anche un appello a fine gara sulla classifica finale provvisoria della corsa pubblicata, rigettato dagli Stewards, semplicemente perché "Una decisione dei Commissari non può essere soggetta ad una protesta secondo l'Articolo 13.2.1 del Regolamento Internazionale FIA".

Detto ciò, le Ferrari tornano a casa con il terzo posto della #50 di Fuoco/Molina/Nielsen e il quarto della #51 di Calado/Pier Guidi/Giovinazzi, quando in teoria si poteva anche pensare a festeggiare una doppietta.

Le facce dei Rossi a fine gara erano quelle di chi aveva appena subito un furto vero e proprio, con James Calado che si è presentato gentilmente nell'area riservata alle interviste, rispondendo a denti strettissimi alle domande di Motorsport.com ed altri giornalisti che gli chiedevano un parere sull'amara conclusione.

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Foto di: JEP / Motorsport Images

"Per noi la gara finisce quando il cronometro raggiunge le 6 Ore e per tutti noi non si sarebbero dovuto aggiungere aggiungere 1h44' ", risponde il britannico, visibilmente provato.

"Sta al team e alla Ferrari controllare e discutere di come sono fatti i regolamenti in vista delle prossime uscite, personalmente non mi era mai capitato nulla di simile ed è stato uno shock, non so che altro dire".

"Eravamo i più veloci e l'auto era fantastica, siamo riusciti a gestire tutto perfettamente arrivando a conquistare il primato con un passo incredibile".

"Il fatto che la gara sia durata 7h45' non era assolutamente una cosa prevista per noi, dal mio punto di vista avremmo potuto prendere 25 punti oggi e per ovvie ragioni questo non è accaduto. Di fatto, ci hanno tolto dalle mani la gara".

Nel momento in cui si è verificato l'incidente di Earl Bamber e Sean Gelael (per il quale l'alfiere Cadillac pagherà 5 posizioni in griglia al prossimo evento), è stato decretato l'ingresso della Safety Car, poi dopo qualche secondo si è passati alla bandiera rossa; quegli istanti avevano messo comunque la Ferrari in una posizione di svantaggio rispetto agli altri, come Calado tiene ad aggiungere.

"La Safety Car è entrata nel momento peggiore e la bandiera rossa non ha influito perché in quel momento avremmo comunque dovuto effettuare un pit-stop di emergenza dato che ci rimaneva un giro di benzina, o forse un paio dietro alla vettura di sicurezza".

"Abbiamo mostrato ciò di cui siamo capaci, così come era già successo ad Imola. Nei primi stint 'Giovi' ha fatto qualcosa di eccezionale risalendo in classifica e permettendomi di arrivare in testa alla corsa. Faccio i complimenti ai miei compagni e a tutta la squadra. Il risultato non ci rende onore, ma entrambe le auto hanno ottenuto prestazioni ottime, per cui andremo a Le Mans con sensazioni positive".

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

Dello stesso avviso anche Molina, che sul podio è riuscito almeno a salirci: "Credo che la squadra abbia mostrato a Spa tutto il proprio potenziale e difficilmente potremo dimenticare quello che hanno fatto sia il nostro equipaggio, sia quello dei nostri compagni della #51, rimontando da posizioni arretrate. Alla sesta ora eravamo primi e secondi e quel piazzamento penso rappresenti al meglio quanto si è visto in pista oggi”.

Antonello Coletta, Capo dell'Endurance e Corse Clienti Ferrari, aggiunge: “Nell’intero fine settimana a Spa la squadra ha svolto un grande lavoro. In gara i piloti sono riusciti a recuperare molte posizioni e a portarsi in testa alla corsa con le due vetture ufficiali, beneficiando della strategia ottimale messa a punto dal team, che ha permesso di sfruttare al meglio le gomme".

"La terza e la quarta posizione delle 499P #50 e #51 così come il podio di classe della #83 sono risultati importanti, anche se questa gara, che si sarebbe dovuta concludere alla sesta ora, quando le posizioni erano ancora migliori, è durata ben più a lungo”.

Ferdinando Cannizzo, Capo delle vetture Endurance, chiosa: “Oggi per noi, nonostante il risultato, è stata una giornata positiva. Per quanto riguarda l'esecuzione della gara non abbiamo sbagliato nulla, impostando una strategia perfetta".

"Abbiamo portato le vetture, che in griglia scattavano in posizioni arretrate, sino in cima alla classifica, e stavamo guidando la prova in sicurezza, tanto che ci trovavamo con le tre Ferrari 499P nelle prime quattro posizioni".

"A quel punto purtroppo un incidente ha causato una bandiera rossa, ma secondo il nostro punto di vista la decisione di estendere la gara oltre le sei ore è discutibile. Il rammarico è senza dubbio notevole perché crediamo che il risultato sarebbe dovuto essere diverso".

FIA WEC - 6h di Spa: Appello Ferrari

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Storica Porsche-Jota nella folle 6h di Spa, Ferrari a podio
Prossimo Articolo WEC | Porsche pigliatutto a Spa e prende in largo: "Ora Le Mans!"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia