WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Shanghai, Qualifiche: Kobayashi e la Toyota conquistano la pole

condivisioni
commenti
Shanghai, Qualifiche: Kobayashi e la Toyota conquistano la pole
Di:
4 nov 2017, 07:37

Grande prestazione personale del giapponese che ottiene il miglior tempo assoluto davanti alla Porsche 919 di Tandy e Lotterer. Hartley e Bamber, invece, scatteranno dal quarto posto dopo problemi incontrati con il traffico

#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Earl Bamber, Brendon Hartley
#98 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage: Paul Dalla Lana, Pedro Lamy, Mathias Lauda
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050-Hybrid: Sebastien Buemi, Anthony Davidson, Kazuki Nakajima
#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Michael Christensen, Kevin Estre
#71 AF Corse Ferrari 488 GTE: Davide Rigon, Sam Bird
#26 G-Drive Racing ORECA 07-Gibson: Roman Rusinov, Pierre Thiriet, Nico Müller
#38 Jackie Chan DC Racing ORECA 07-Gibson: Ho-Pin Tung, Thomas Laurent, Oliver Jarvis
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE: James Calado, Alessandro Pier Guidi
#77 Dempsey-Proton Racing Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050-Hybrid: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez

Kamui Kobayashi e Mike Conway con la Toyota TS050 hanno conquistato la pole position per la 6 Ore di Shanghai davanti alla Porsche 919 Hybrid di Nick Tandy, ancora una volta incappato in un annullamento di un suo tempo per aver superato i limiti della pista, e André Lotterer. Terza e quarta le altre Toyota e Porsche, con la 919 Hybrid di Hartley-Bamber decisamente poco fortunata. Il neozelandese della Toro Rosso ha perso infatti tempo nella prima tornata quando si è trovato di fronte una Oreca LMP2 mentre il suo compagno è addirittura finito in testacoda nello stesso punto quando è stato ostacolato dalla Alpine LMP2 perdendo carico aerodinamico in frenata.

Sono state qualifiche molto equilibrate, giocate sul filo dei decimi di secondo. Sia Toyota sia Porsche hanno battutto abbondantemente i tempi dell'anno scorso, nonostante un vento fastidioso che ha rischiato di mandare in tilt nei continui trasferimenti di carico gli assetti aerodinamici delle vetture.  Inizialmente il miglior tempo era stato quello di Nick Tandy, 1'42"966 davanti a Hartley che al secondo passaggio aveva ottenuto 1'43"029. Il colpo di reni da parte della Toyota è arrivato al cambio piloti con Kamui Kobayashi che si è inventato un giro monstre, 1'42"526, mentre  Bamber ha incontrato il problema di doppiaggio, nello stesso punto in cui Hartley aveva esitato nel suo turno, alla staccata della curva a sinistra che poi immette nel curvone in appoggio che porta al rettifilo più lungo della pista cinese.

Resta l'impressione, però, che la gara sarà molto equilibrata e che si giocherà sulla strategia e sulla durata degli stint. Shanghai, che obbliga tutti quanti a usare coperture medie o dure, non è benevolo con la durata delle gomme. Da quanto si è visto nelle giornate di prove libere e delle qualifiche le Toyota sono più veloci nella seconda parte; le Porsche nella terza.  Ed entrambe pagano moltissimo in velocità massima alle LMP2: 305kmh per l'Oreca di Nico Muller contro i 294,3 ottenuti da Nick Tandy. I doppiaggi sul dritto non saranno agevoli.

Bene Senna-Canal in LMP2. In GTE PRO la Ferrari si difende

Ben diversa la situazione in LMP2 dove Bruno Senna e Julien Canal, ottenendo una nuova pole position, hanno guadagnato un punto su Oliver Jarvis, Thomas Laurent, Ho Pin Tung con l'inglese e il francese che non sono andati oltre al quarto posto di classe davanti all'Alpine di Negrao e Lapierre. È di quattro decimi il vantaggio del duo di testa nei confronti dei piloti del DC Racing.

In GTE PRO la Ferrari di James Calado e Alessandro Pier Guidi con il terzo posto ha difeso le proprie chance di leadership iridata. La pole è andata all'Aston Martin Vantage di Marco Sorensen e Nicki Thiim anche grazie alle gomme Dunlop che sul giro secco sembrano leggermente più veloci delle Michelin. il fatto è che ci si attende dalle coperture britanniche un maggior degrado in corsa. Dietro alla Vantage c'è la Porsche RSR di Kevin Estre e Michael Christensen, anche loro ormai senza ambizioni di titolo, mentre i diretti rivali del duo ferrarista, Andy Priaulx e Harry Tincknell, sono quarti con una Ford GT che appare migliore di quella vista nella doppia trasferta americana e in Giappone.

Penultimi sono Sam Bird e Davide Rigon: l'inglese infatti non è riuscito ad avvicinare i tempi dell'italiano che ha effettuato un doppio giro dopo essere stato rallentato da Priaulx al primo tentativo ma la strategia dell'AF Corse è quella di risparmiare l'uso delle gomme nelle qualifiche per avere treni freschi da usare in gara.

Nulla da fare infine per Matteo Cairoli in GTE AM: il vice campione della Mobil 1 Supercup 2016 è secondo anche per via della peggiore prestazione di Christian Ried nei confronti di Paul Dalla Lana che con Pedro Lamy scatterà dalla pole. Terza è la 488 di Flohr-Molina mentre l'altra Ferrari in lizza è stata rallentata dalla prestazione di Mok, al quale  è stato annullato anche il tempo del primo giro per aver superato i limiti di pista.

Cla#PilotiAutoClassGiriTempoGapDistaccokm/h
1 7 japan Kamui Kobayashi 
united_kingdom Mike Conway 
argentina José María López 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 0 1'42.832     190.831
2 1 germany André Lotterer 
switzerland Neel Jani 
united_kingdom Nick Tandy 
Porsche 919 Hybrid LMP1 0 1'43.272 0.440 0.440 190.018
3 8 united_kingdom Anthony Davidson 
japan Kazuki Nakajima 
switzerland Sébastien Buemi 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 0 1'43.445 0.613 0.173 189.700
4 2 germany Timo Bernhard 
new_zealand Brendon Hartley 
new_zealand Earl Bamber 
Porsche 919 Hybrid LMP1 0 1'43.497 0.665 0.052 189.605
5 31 brazil Bruno Senna 
france Julien Canal 
france Nicolas Prost 
Oreca 07 LMP2 0 1'49.217 6.385 5.720 179.675
6 26 russia Roman Rusinov 
france Leo Roussel 
switzerland Nico Müller 
Oreca 07 LMP2 0 1'49.472 6.640 0.255 179.256
7 13 brazil Nelson Piquet Jr. 
denmark David Heinemeier Hansson 
switzerland Mathias Beche 
Oreca 07 LMP2 0 1'49.694 6.862 0.222 178.894
8 38 united_kingdom Oliver Jarvis 
china Ho-Pin Tung 
france Thomas Laurent 
Oreca 07 LMP2 0 1'49.743 6.911 0.049 178.814
9 36 france Nicolas Lapierre 
brazil André Negrao 
united_states Gustavo Menezes 
Alpine A470 LMP2 0 1'49.883 7.051 0.140 178.586
10 24 france Jean-Éric Vergne 
united_kingdom Ben Hanley 
united_kingdom Matt Rao 
Oreca 07 LMP2 0 1'50.417 7.585 0.534 177.722
11 25 russia Vitaly Petrov 
switzerland Simon Trummer 
mexico Roberto Gonzalez 
Oreca 07 LMP2 0 1'50.727 7.895 0.310 177.225
12 28 france François Perrodo 
france Emmanuel Collard 
france Matthieu Vaxivière 
Oreca 07 LMP2 0 1'51.077 8.245 0.350 176.666
13 37 china David Cheng 
france Tristan Gommendy 
united_kingdom Alex Brundle 
Oreca 07 LMP2 0 1'51.171 8.339 0.094 176.517
Cla#PilotiAutoClassGiriTime1Time2Avg TimeGapDistaccokm/h
1 95 denmark Marco Sorensen 
denmark Nicki Thiim 
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 0 1'59.806 1'59.589 1'59.697     163.943
2 92 denmark Michael Christensen 
france Kevin Estre 
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 0 1'59.578 2'00.254 1'59.916 0.219 0.219 163.644
3 51 united_kingdom James Calado 
italy Alessandro Pier Guidi
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 0 1'59.902 2'00.593 2'00.247 0.550 0.331 163.194
4 67 united_kingdom Harry Tincknell 
guernsey Andy Priaulx 
Ford GT LMGTE PRO 0 2'00.320 2'00.279 2'00.299 0.602 0.052 163.123
5 66 germany Stefan Mücke 
france Olivier Pla 
Ford GT LMGTE PRO 0 2'00.122 2'00.543 2'00.332 0.635 0.033 163.078
6 71 united_kingdom Sam Bird 
italy Davide Rigon 
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 0 2'00.370 2'01.138 2'00.754 1.057 0.422 162.508
7 91 austria Richard Lietz 
france Frédéric Makowiecki 
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 0 2'00.232 2'01.334 2'00.783 1.086 0.029 162.469
8 97 united_kingdom Darren Turner 
united_kingdom Jonathan Adam 
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 0 2'00.502 2'01.781 2'01.141 1.444 0.358 161.989
9 98 portugal Pedro Lamy 
canada Paul Dalla Lana 
austria Mathias Lauda 
Aston Martin Vantage LMGTE AM 0 2'01.534 2'03.181 2'02.357 2.660 1.216 160.379
10 77 germany Christian Ried 
italy Matteo Cairoli 
germany Marvin Dienst 
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 0 2'04.034 2'01.496 2'02.765 3.068 0.408 159.846
11 54 italy Francesco Castellacci 
spain Miguel Molina 
switzerland Thomas Flohr 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 0 2'01.494 2'04.631 2'03.062 3.365 0.297 159.461
12 61 ireland Matt Griffin 
malaysia Mok Weng Sun 
japan Keita Sawa 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 0 2'05.132 2'01.859 2'03.495 3.798 0.433 158.901
13 86 united_arab_emirates Khaled Al Qubaisi 
united_kingdom Ben Barker 
australia Nick Foster Jr. 
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 0 2'16.524 2'17.550 2'17.037 17.340 13.542 143.199
Prossimo Articolo
Shanghai, libere 3: uno-due Toyota. La frizione blocca Hartley-Bamber-Bernhard

Articolo precedente

Shanghai, libere 3: uno-due Toyota. La frizione blocca Hartley-Bamber-Bernhard

Prossimo Articolo

Fotogallery: le Qualifiche della 6 Ore di Shanghai del WEC

Fotogallery: le Qualifiche della 6 Ore di Shanghai del WEC
Carica commenti