WEC
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
G
Interlagos
30 gen
-
01 feb
Prossimo evento tra
70 giorni
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
118 giorni
G
Spa-Francorchamps
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
154 giorni

Shanghai, libere 3: uno-due Toyota. La frizione blocca Hartley-Bamber-Bernhard

condivisioni
commenti
Shanghai, libere 3: uno-due Toyota. La frizione blocca Hartley-Bamber-Bernhard
Di:
4 nov 2017, 03:22

L'ultima sessione prima delle qualifiche è stata interrotta dopo 41 minuti a causa di un cordolo danneggiato. Sulla 919 Hybrid dei leader del campionato verrà sostituita parte del cambio. In GTE PRO miglior tempo per l'Aston Martin

Non è iniziata nel migliore dei modi la seconda giornata di preparazione alla 6 Ore di Shanghai per la Porsche. Sulla vettura di Brendon Hartley, Earl Bamber e Timo Bernhard, infatti, si è verificato un problema alla frizione nel corso del terzo turno di prove libere e i tecnici della Casa di Weissach hanno preferito ritirare la vettura ai box e sostituire parti del cambio. Per il trio in odore di laurea nel campionato del mondo piloti quindi la corsa decisiva della stagione diventa in salita, anche se per portare a casa l'alloro iridato basterà un terzo posto pur di fronte a una vittoria e pole position dei diretti rivali Buemi-Nakajima.

L'ultimo turno di prove libere-le qualifiche avranno inizio alle ore 7 italiane-è stato interrotto quando mancavano 19 minuti alla conclusione della sessione per la riparazione di un cordolo danneggiato con la Toyota TS050 di Kobayashi al comando con 1'44"888 davanti a quella di Buemi e alle due 919 Hybrid di Hartley e Lotterer. Al di là dei problemi di frizione le due vetture tedesche sono sempre state dietro alle concorrenti giapponesi, continuando a cercare il miglior assetto possibile su una pista dall'asfalto abrasivo.

In LMP2 il miglior tempo è stato ottenuto dall'Oreca di Nico Müller, 1'50"162 davanti a quelle di Bruno Senna e di Oliver Jarvis che si sono scambiate le posizioni rispetto alle libere di ieri pomeriggio. Sensibilmente più bassi i tempi delle GTE PRO con l'Aston Martin Vantage di Marco Sorensen che è sceso sotto la barriera dei 2'00" che ha preceduto la Ford GT di Harry Tincknell, la Porsche RSR di Christensen e la Ferrari 488 di James Calado.

Prossimo Articolo
Porsche al lavoro per eliminare il pericolo pick up

Articolo precedente

Porsche al lavoro per eliminare il pericolo pick up

Prossimo Articolo

Shanghai, Qualifiche: Kobayashi e la Toyota conquistano la pole

Shanghai, Qualifiche: Kobayashi e la Toyota conquistano la pole
Carica commenti