Sakhir, 5 ora: verso un finale thrilling

Ancora problemi all'attuatore per la Porsche di Webber. In testa domina Jani. Porsche anche in GTE-PRO

Gara finita? Per niente e soprattutto per il titolo mondiale piloti la situazione si riapre ancora. Accade che proprio verso la conclusione dell'ora, alle 17,48 ora italiana, la Porsche di Mark Webber si ritrovi all'improvviso ancora alle prese con l'attuatore, smentendo chi sosteneva ci fossero problemi al kers. L'australiano viene richiamato ai box, la 919 Hybrid alzata, il confano posteriore sollevato. I meccanici armeggiano e riescono a far ripartire l'ex pilota di Formula 1 dopo cinque minuti. La Porsche aveva tre giri di vantaggio sull'Audi di Jarvis, sesto, che ne guadagna quindi uno. Se le cose dovessero restare così Webber con il quinto posto sarebbe campione ma la Porsche ma sono troppi i guai che sta accusando la sua vettura per autorizzare un finale sereno.

Al comando intanto Neel Jani che aveva preso il posto di Marc Lieb sta compiendo un capolavoro dietro l'altro. Lo svizzero viaggia velocissimo e a poco a poco prende un vantaggio molto consistente. Continua a segnare giri più veloci portandosi a 1'41"947 e soprattutto quasi un giro completo davanti a Lotterer-Faessler-Treluyer che hanno due soste in più dei rivali. Bella anche la corsa delle due Toyota: quella di Conway è terza davanti a Nakajima mentre Bird con la Ligier ha superato l'Oreca di Tandy. Brutte nuove sul fronte GTE PRO per la Ferrari: Calado fatica a rimontare e di fatto alle spalle ha solo l'Aston Martin di Rees in una corsa dominata dalla Porsche di Makowiecki-Pilet che si apprestano a regalare a Weissach un altro titolo mondiale.

 

6-ore-bahrain-5-ora

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Bahrain
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Mark Webber , Timo Bernhard , Brendon Hartley
Team Porsche Team
Articolo di tipo Gara