Sakhir, 3 ora:Lotterer in testa ma Audi in crisi

condivisioni
commenti
Sakhir, 3 ora:Lotterer in testa ma Audi in crisi
Di:
21 nov 2015, 16:25

Esploso un disco freno sulla R18 di Duval. Hartley risale al quinto posto. Lotta aperta in GTE

#8 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#7 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Marcel Fässler, Andre Lotterer, Benoit Tréluyer
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#7 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Marcel Fässler, Andre Lotterer, Benoit Tréluyer
#7 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Marcel Fässler, Andre Lotterer, Benoit Tréluyer
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#17 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley

Terza ora di corsa: iniziano ad andare male le cose per le Audi. A poco meno di quindici minuti allo scoccare di metà gara l'Audi R18 di Duval alla frenata della curva 12 emana fumo dal freno anteriore sinistro. Come fosse scoppiato un disco. Il francese si ferma mentre in testa Lotterer ha una ventina di secondi su Lieb. Terza passa la Toyota di Wurz, davanti a quella di Buemi che si è toccata con l'Alpine di Panciatici, mandandola in testa coda ed è sotto investigazione. Brendon Hartley che è risalito al quinto posto riprende a dare corpo alle speranze della Porsche di portare a casa il titolo iridato, perché un'eventuale penalizzazione della vettura giapponese permetterebbe a lui e ai suoi compagni Webber e Bernhard, anche in caso di vittoria di Lotterer, di portare a casa il titolo iridato piloti.

La corsa, in ogni caso, è severa per tutti quanti ed è da qui alla fine che potrebbero verificarsi molte sorprese. A tre minuti dallo scoccare dell'ora viene esposta la bandiera gialla di neutralizzazione per sporcizia lungo la pista che porta Lotterer ai box per concludere il proprio terzo turno, consegnare la vettura a Benoit Treluyer e sostituire le gomme.Pochi secondi dopo riprende la corsa anche Jarvis, salito al posto di Duval, staccatissimo in ottava posizione dietro alle due Rebellion di Beche e Kraihamer. E proprio alla ripartenza Lieb approfitta di un'indecisione di Treluyer per passare al comando e inizia il duello che tutti attendevano.

L'Audi ha le gomme nuove, la Porsche no. La differenza si vede in pochi chilometri perché il francese con una staccatona ripassa il tedesco e se ne va ancora al comando.

In LMP2 l'Oreca di Bradley-Howson-Tandy comanda ben davanti alla Ligier di Canal-Bird-Rusinov, prudenti per via della loro posizione di comando nel mondiale, mentre non cambia la situazione in GTEPRO: Makowiecki è in testa ma le due Ferrari con il secondo e terzo posto di Bruni-Vilander e Calado-Rigon sono in testa al mondiale costruttori mentre Lietz, in crisi nera con la propria RSR, procede lentamente badando al suo primo posto nella serie iridata riservata ai piloti. Bella la lotta in GTEAM che è apertissima con Mapelli-Al Quibaisi-Bachler in testa davanti alla vettura gemella del team Proton di Long-Seefried-Long.

 

Prossimo Articolo
Sakhir,2 ora:Audi in fuga

Articolo precedente

Sakhir,2 ora:Audi in fuga

Prossimo Articolo

Sakhir,4 ora: Lieb passa a comandare

Sakhir,4 ora: Lieb passa a comandare
Carica commenti