Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

WEC | Presentato a Le Mans il prototipo a idrogeno H24 EVO di ACO

Presentata sotto forma di bozzetti lo scorso ottobre a Boulogne Billancourt, nella sede del gruppo Amaury, la H24EVO è ora esposta nel villaggio Hydrogène della 24 Ore di Le Mans. Pierre Fillon e Jean-Michel Bouresche, co-presidenti di MissionH24 e partner del programma, hanno svelato oggi il modello del nuovissimo prototipo elettrico a idrogeno.

H24EVO

In ottobre erano stati resi noti i disegni dell'H24EVO. "Futuristico", "spettacolare", "nuova era", queste le reazioni suscitate durante la diffusione dei primi disegni del nuovissimo prototipo elettrico a idrogeno del programma MissionH24, nel corso di una conferenza organizzata nella sede del gruppo Amaury a Boulogne-Billancourt.

A Le Mans, nel villaggio dedicato all'idrogeno, l'attesa era quindi alta: la versione reale avrebbe tradotto l'audacia della presentazione modellata?

Quando Pierre Fillon, Jean-Michel Bouresche, i piloti Stéphane Richelmi, Adrien Tambay e il direttore tecnico Bassel Aslan hanno scoperto il prototipo protetto da occhi indiscreti da una copertura scura, il pubblico si è avvicinato automaticamente allo spazio luminoso riservato a questa pionieristica auto da corsa.

Le linee sono rivoluzionarie, eleganti. Costruita per le prestazioni pure, per le competizioni a emissioni zero attraverso l'idrogeno, la H24EVO ha prodotto il suo effetto.

Ben supportata dai suoi partner, TotalEnergies, Symbio, Michelin, OPmobility, Dietsmann e Richard Mille, la H24EVO è composta da elementi creati per le prestazioni e le competizioni.

Cella a combustibile e sistema di batterie Symbio, serbatoi OPmobility, motore, pneumatici Michelin, tutto è stato ottimizzato, progettato per le prestazioni dell'H24EVO, alimentato con idrogeno dalla stazione mobile H2 di TotalEnergies.

Sull'H24, come sulla LMPH2G, i componenti chiave esistevano in versioni più classiche.

Il prossimo passo importante per l'H24EVO: la sua prima discesa in pista nel 2025, durante il primo trimestre.

Pierre Fillon, presidente dell'Automobile Club de l'Ouest e co-presidente di MissionH24: "L'H24 è stata una vettura di riferimento nel programma MissionH24, in quanto è stato il primo prototipo elettrico a idrogeno a correre in una competizione Endurance, nella Le Mans Cup, collegando il traguardo a ogni suo impegno".

"L'H24EVO dimostra un nuovo passo per MissionH24: allineare un prototipo elettrico a idrogeno in grado di competere con le auto termiche convenzionali. L'idrogeno non sarà solamente in pista, ma gareggerà anche!"

Jean-Michel Bouresche, presidente di H24Project e co-presidente di MissionH24: "L'obiettivo che ci siamo posti è che la H24EVO sia il primo prototipo elettrico-idrogeno omologato dalla FIA e che presenti un livello di prestazioni equivalente alle migliori GT3".

"Per fare questo, dobbiamo integrare le tecnologie più recenti per avere la potenza necessaria. Colgo l'occasione per sottolineare il forte coinvolgimento di Symbio nel programma H24EVO".

H24EVO

H24EVO

Foto di: ACO

H24EVO - Scheda tecnica 

Cella a combustibile Symbio di nuova generazione
300 kW netti
2 serbatoi di idrogeno 700 bar
7,8 kg di H2
Motore elettrico da 872 CV
Telaio Adess LMP 1300 kg
Batteria al litio da 400 KW

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Le Mans | Rigon preoccupato: "Siamo lenti, spero cambi qualcosa"
Prossimo Articolo WEC | Jota e Wayne Taylor Racing pronti a passare a Cadillac

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia