Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
WEC Spa-Francorchamps

WEC | Porsche pigliatutto a Spa e prende in largo: "Ora Le Mans!"

In Belgio il trionfo della 963 di Jota è storico davanti alla #6 di Penske, mentre è da favola la doppietta delle 911 di Manthey che lancia le vetture di Weissach ai vertici delle classifiche di campionato, ammettendo anche un po' di fortuna.

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: Will Stevens, Callum Ilott

E' festa grandissima in casa Porsche al termine della 6h di Spa-Francorchamps, dove è arrivata per la seconda volta nella stagione 2024 del FIA World Endurance Championship una tripla vittoria con anche una doppietta.

Ad imporsi al termine della controversissima gara belga è stata la 963 privata della Jota, che con il duo formato dai velocissimi Callum Ilott e Will Stevens non solo ha trionfato a livello assoluto tenendo un grande ritmo alla ripartenza dopo la bandiera rossa, ma si è pure imposta per la seconda volta nella classifica dei team privati che sono in categoria Hypercar.

La fortuna per la Casa di Weissach è stata di ritrovarsi con la sopracitata LMDh del team inglese e la 963 #6 ufficiale di Penske nelle mani di Laurens Vanthoor/André Lotterer/Kévin Estre ad aver appena effettuato la sosta quando si è verificato l'incidente della Cadillac che ha interrotto la corsa.

Con la decisione dei Commissari di far ripartire la contesa aggiungendo 1h44' sul cronometro, di fatto le due Porsche sono state messe nelle condizioni di prendere il largo comodamente, mentre tutte le altre vetture hanno dovuto rientrare ai box quando sono riprese le operazioni, perdendo inevitabilmente terreno.

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: Will Stevens, Callum Ilott

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: Will Stevens, Callum Ilott

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

"E' stato assolutamente incredibile! Sapevo che saremmo stati forti questo fine settimana, il nostro ritmo era buono e siamo riusciti a sfruttare perfettamente la bandiera rossa. Alla fine, ne abbiamo beneficiato. A volte le cose pagano come dovrebbero!", commenta raggiante Ilott.

Stevens aggiunge: "Vittoria incredibile, se pensiamo che abbiamo debuttato con questa macchina appena un anno fa proprio qui a Spa. Tutto il team si è impegnato al massimo per raggiungere questo risultato. Siamo sicuramente stati fortunati ad aver rifornito appena prima della bandiera rossa, ma avevamo anche una vettura molto forte che alla fine ha mostrato un gran potenziale e passo, migliorando gara per gara dallo scorso anno".

Per la #6 arriva invece un secondo posto preziosissimo perché la tiene in vetta al campionato, come sottolinea Vanthoor: "Questa volta abbiamo avuto la fortuna dalla nostra parte in condizioni difficili. Ma abbiamo anche fatto tutto il possibile per metterci nella posizione giusta. In termini di campionato, siamo felici di aver conquistato un altro secondo posto: essere leader è una bella sensazione. Tuttavia, abbiamo ancora del lavoro da fare per la prossima gara a Le Mans".

Peccato invece per la #5 di Christensen/Campbell/Makowiecki, finita fuori per un errore del danese quando era in lizza per il vertice: "Ho avuto un problema a 'Blanchimont', il vento ha creato condizioni variabili in questa curva ad alta velocità: a volte ti consente di spingere al massimo e a volte no. Sono finito un po' troppo largo, pur essendo ancora entro i limiti della pista, quando il sottoscocca ha urtato il cordolo".

"Di conseguenza, ho perso il controllo della vettura ed è un peccato per tutto il team. Fino a quel momento, stavamo andando molto bene in gara. A volte i piccoli errori hanno grandi conseguenze".

Foto di: JEP / Motorsport Images

Menzione d'onore per la Porsche #99 di Proton Competition, che con Neel Jani e Julien Andlauer era stata anche in testa nelle fasi iniziali con grande maestria, prima di essere beffata anch'essa dalla bandiera rossa e via dicendo.

"È stato il miglior weekend finora per noi, i nostri preparativi sono andati molto bene nelle sessioni di prova per la prima volta in questa stagione. L'assetto era giusto, così come i pneumatici, la strategia e la gestione dell'energia - il resto è stato puro agonismo", commenta Andlauer, in Top5 alla fine e autore di sorpassi clamorosi che hanno strappato applausi anche in sala stampa, specialmente quelli all'Eau Rouge-Raidillon.

"Dopo la bandiera rossa, inizialmente siamo scivolati dal terzo al nono posto. Nelle ultime due ore ho cercato di recuperare più terreno possibile e ho dato il massimo, ma non sono riuscito a fare meglio del quinto posto. Ora siamo molto motivati per il prossimo appuntamento".

Grandissima soddisfazione non può mancare nelle parole di Urs Kuratle, Direttore del programma ufficiale LMDh di Porsche: "Probabilmente abbiamo vissuto una delle gare endurance più folli della storia. Ci sono stati alcuni incidenti gravi, ma tutte le persone coinvolte sono rimaste illese: questa è la cosa più importante".

"Congratulazioni vivissime a Jota che ha fatto un lavoro incredibile. Si sono meritati questa vittoria. Anche Proton Competition ha offerto una prestazione di alto livello e per un lungo tratto è sembrata promettente, ma alla fine è stata ostacolata dalla bandiera rossa. Ancora una volta abbiamo conquistato il secondo gradino del podio. In vista di Le Mans, ci sentiamo ottimamente preparati".

Roger Penske gli fa eco: "Anche se guardiamo sempre alla prossima sfida, siamo orgogliosi di aver conquistato la centesima Pole nelle sportscar per il Team Penske. Queste competizioni sono una parte importante del patrimonio del nostro team, quindi questo rappresenta una pietra miliare significativa".

"Il successo di Porsche Penske Motorsport in questa stagione è il riflesso del duro lavoro e dell'impegno dei membri del nostro team e dei nostri partner nel costruire questo programma. Apprezziamo il traguardo delle 100 Pole e ora siamo concentrati sul raggiungimento della prossima pietra miliare: ottenere la nostra centesima vittoria".

Podio GT3: Vincitore della 6 Ore di Spa #91 Manthey EMA Porsche 911 GT3 R LMGT3: Yasser Shahin, Morris Schuring, Richard Lietz, secondo posto #92 Manthey Purerxcing Porsche 911 GT3 R LMGT3: Aliaksandr Malykhin, Joel Sturm, Klaus Bachler, terzo posto #60 Iron Lynx Lamborghini Huracan LMGT3 Evo2: Claudio Schiavoni, Matteo Cressoni, Franck Perera

Podio GT3: Vincitore della 6 Ore di Spa #91 Manthey EMA Porsche 911 GT3 R LMGT3: Yasser Shahin, Morris Schuring, Richard Lietz, secondo posto #92 Manthey Purerxcing Porsche 911 GT3 R LMGT3: Aliaksandr Malykhin, Joel Sturm, Klaus Bachler, terzo posto #60 Iron Lynx Lamborghini Huracan LMGT3 Evo2: Claudio Schiavoni, Matteo Cressoni, Franck Perera

Foto di: JEP / Motorsport Images

La giornata memorabile del Costruttore tedesco lo è ancor di più per quel che è successo in Classe LMGT3, dove si è imposta la 911 GT3 R di Manthey EMA in un finale mozzafiato che ha visto il trio Lietz/Shahin/Schuring portare al traguardo vittoriosa la loro #91.

Ma il capolavoro lo hanno compiuto i dirimpettai di Manthey PureRxcing, ricostruendo la vettura #92 andata distrutta nell'incidente di Alex Malykhin durante le Qualifiche del venerdì.

Terminate le operazioni all'alba di sabato, il russo assieme a Klaus Bachler e Joel Sturm ha recuperato dal fondo della classifica fino a chiudere in piazza d'onore, dopo aver battagliato con la #91 per il primato ceduto dalla Lamborghini di Iron Lynx, costretta ad un rifornimento all'ultimo giro, tenendosi in mano la leadership di campionato.

"Dopo aver ricostruito la nostra Porsche #92 praticamente da un giorno all'altro, possiamo dire che questo è stato un weekend di gara estremamente intenso", afferma Nicki Raeder, AD di Manthey.

"Tuttavia, siamo riusciti a portare a casa la vittoria. La vettura gemella #91 aveva semplicemente più riserva di carburante alla fine, mentre la #92 ha dovuto risparmiare molta benzina per tenere a bada la Lamborghini. Sono estremamente orgoglioso di tutti. È stato un lavoro di squadra davvero speciale".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Spa amara per una Ferrari perfetta: "Ce l'hanno portata via"
Prossimo Articolo Video | Kubica: "Le Mans il mio traguardo mancante nel Motorsport"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia