Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Intervista

WEC | Porsche, addio amaro: "Il Karma non ha colpito a dovere..."

Il trionfo Ferrari in LMGTE PRO lascia a bocca asciutta le 911, che con Estre/Christensen e Bruni/Lietz hanno anche avuto parecchia sfortuna nei regimi di Full Course Yellow, oltre ad accusare la mancanza di passo dettata dal solito BoP secondo vertici della Casa.

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

Foto di: JEP / Motorsport Images

E' un addio amarissimo quello che la Porsche dà alla Classe LMGTE PRO al termine della 8h del Bahrain, ultimo evento della stagione 2022 del FIA World Endurance Championship andato in scena sabato sera.

A Sakhir le 911 RSR-19 preparate dalla Manthey puntavano allo sgambettare la Ferrari, che però come 12 mesi fa ha avuto la meglio sia nel campionato Piloti - con Alessandro Pier Guidi e James Calado - che in quello Costruttori.

Le vetture di Weissach erano partite bene, con la #91 di Gimmi Bruni e Richard Lietz a mantenere il primato dalla Pole Position tirandosi dietro la #92 di Michael Christensen e Kévin Estre.

Le 488 hanno però mostrato subito i muscoli e dopo poco si sono issate al comando beneficiando di un passo migliore. La chiave è stata soprattutto un Full Course Yellow decretato proprio quanto tutti erano già stati ai box, mentre Calado/Pier Guidi dovevano ancora effettuare la sosta.

Questo ha dato modo al duo della Ferrari #51 di balzare al comando ed allungare sensibilmente su tutti, mentre anche la Corvette riusciva a scavalcare le Porsche in un secondo momento di neutralizzazione.

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

Photo by: JEP / Motorsport Images

"Avevamo deciso di mettere pressione alla Ferrari #52, dunque ci siamo fermati prima per provare a superarli sfruttando le gomme nuove - spiega Christensen a Motorsport.com - Al giro dopo è uscito il FCY e l'unica macchina in lotta per il titolo che non aveva ancora fatto la sosta era la #51. E' stato il colpo di fortuna più grande che abbia mai visto".

“Dopo hanno allungato a 40" il vantaggio, avendo anche un miglior passo e gestendo meglio il degrado gomme. Lì ho capito che sarebbe stata durissima, abbiamo provato a capire come rimescolare le carte con le strategie e quindi ci siamo fermati in un momento diverso rispetto al previsto, ma ecco che c'è stato di nuovo un FCY".

"Lì siamo finiti ancor più indietro e rischiando di venire pure doppiati. Ancora una volta non abbiamo avuto il passo per giocarcela. Non è andata come volevamo, ma evidentemente non era giornata".

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

Photo by: JEP / Motorsport Images

Il lumicino di speranza si è riacceso nel finale quando la Ferrari #51 ha avuto i problemi al cambio che l'hanno fatta sprofondare in fondo alla categoria, ma resistendo fino al traguardo a Maranello hanno potuto festeggiare lo stesso i Mondiali.

"Come mi sono sentito? Direi che il karma li ha colpiti, ma evidentemente non a sufficienza. E' andata così, sono riusciti a terminare la gara e a conquistare il campionato. Dal punto di vista strategico abbiamo fatto tutto bene, non siamo stati fortunati con gli episodi, che ci hanno messo fuori gioco. Purtroppo a volte capita ed è un peccato", conclude il danese.

Estre aggiunge: "Non è andata come avevamo immaginato, eravamo partiti per vincere i titoli e torniamo a casa a mani vuote. Non abbiamo avuto velocità e in più siamo stati sfortunati. Purtroppo va anche detto che le Ferrari sono state più veloci di noi nella seconda metà di stagione".

#91 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Gianmaria Bruni, Richard Lietz

#91 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Gianmaria Bruni, Richard Lietz

Photo by: JEP / Motorsport Images

Alla fine la Porsche ha anche giocato la carta del fermare la #91 ai box per consentire alla #92 di ereditare una posizione, che in caso di ritiro delle Ferrari, o della Corvette, avrebbe potuto consegnare il titolo ad Estre/Christensen.

In questo modo, Bruni e Lietz non hanno nemmeno potuto concludere il loro buonissimo weekend sul podio, transitando quarti.

“Abbiamo provato ad aiutare la #92 visto che aveva maggiori possibilità di vincere il titolo nel caso in cui la #51 si fosse fermata, ma non siamo stati fortunati con i FCY in gara, ritrovandoci a lottare dietro", afferma Bruni parlando con Motorsport.com.

"Peccato perché la macchina andava benissimo, anche grazie all'ottimo lavoro di alcuni membri nuovi del team che hanno dovuto sostituire altri titolari impossibilitati a presenziare causa influenza".

"Abbiamo fatto quel che potevamo, ma sono contento di come è andata la stagione. Siamo stati veloci e abbiamo vinto Le Mans, dunque ora possiamo concentrarci sulla nuova ed entusiasmante era dei prototipi che arriveranno".

Dello stesso parere anche Lietz: “Nonostante sia fatto tutto bene, non abbiamo avuto una chance. Sono sicuro che molti sapranno riconoscerne il motivo. Non ho capito la gestione del Balance of Performance di questa stagione. Auguro ai nostri colleghi che lavoreranno sulla 963 l'anno prossimo di avere più fortuna con il BoP".

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR - 19 GTE-PRO: Michael Christensen, Kevin Estre

Photo by: JEP / Motorsport Images

Dai vertici del marchio, il vicepresidente di Porsche Motorsport, Thomas Thomas Laudenbach, commenta: "È un risultato deludente per noi. Volevamo davvero vincere il titolo per dare il giusto addio alla 911 ufficiale. Abbiamo fatto un lavoro impeccabile e dato il massimo, ma non siamo stati in grado di vincere nonostante i nostri meriti".

"Siamo stati davvero sfortunati due volte con la tempistica dei FCY, quindi è stata una prestazione deludente per l'ultima gara della categoria LMGTE PRO. Tuttavia, non dimentichiamo che abbiamo vinto la Classe a Le Mans lo scorso giugno con la 911 RSR".

Alexander Stehlig, Direttore del programma FIA WEC, chiosa: "Alla fine della eravamo troppo lenti e gli avversari hanno avuto più fortuna con i FCY. Dobbiamo capire se la nostra mancanza di ritmo era dovuta alle gomme o al BoP. Siamo delusi, avevamo immaginato un risultato diverso per concludere questo grande programma della Casa".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Lopez detta il ritmo nei Rookie Test in Bahrain
Prossimo Articolo Porsche: ufficializzati anche Tandy e Makowiecki per le LMDh

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia