WEC
G
Sebring
17 mar
Cancellato
02 apr
Prossimo evento tra
31 giorni
G
Spa-Francorchamps
29 apr
Prossimo evento tra
58 giorni
G
Monza
16 lug
Prossimo evento tra
136 giorni
G
Fuji
24 set
Prossimo evento tra
206 giorni
G
Bahrain
18 nov
Prossimo evento tra
261 giorni

Peugeot, che squadrone nel WEC: Magnussen, Vergne e di Resta!

La Casa francese ha ingaggiato un sestetto interessantissimo per il rientro nel Mondiale e a Le Mans: Magnussen, Di Resta, Vergne, Duval, Menezes e Jensen formeranno equipaggi di esperienza, gioventù e velocità, mentre Rossiter si occuperà del simulatore e sarà riserva.

condivisioni
commenti
Peugeot, che squadrone nel WEC: Magnussen, Vergne e di Resta!

Kevin Magnussen, Paul Di Resta, Jean-Éric Vergne, Loïc Duval, Gustavo Menezes e Mikkel Jensen sono i piloti scelti da Peugeot Sport per il progetto Hypercar che dal 2022 vedrà la Casa del Leone tornare sulla griglia di partenza del FIA World Endurance Championship e alla 24h di Le Mans.

La vettura, come annunciato a dicembre, sarà spinta dal powetrain denominato Peugeot Hybrid4, tecnologia ibrida che unisce un motore V6 biturbo da 2,6 litri da 500 kW (680 CV), collocato nella parte posteriore, ed uno elettrico da 200 kW fissato anteriormente, con la batteria sviluppata assieme a Saft, azienda di Total.

Questo nuovo bolide a trazione integrale e dotato di cambio sequenziale a 7 marce, verrà affidato a sei concorrenti che creano un mix davvero molto interessante.

Vergne e Duval saranno i cosiddetti "capitani", portacolori della Francia per il team di casa loro, che aveva già detto di voler un concorrente transalpino nel progetto. La scelta è ricaduta puntando sulla sua grande esperienza con i prototipi LMP2, nei quali ha dimostrato di andare fortissimo in questi anni vincendo anche titoli.

James Rossiter è invece stato ingaggiato come riserva e addetto al simulatore, in attesa di scoprire come saranno composte le due formazioni.

"La qualità del rapporto tra tutti coloro che partecipano al progetto è fondamentale - afferma Jean-Marc Finot, direttore di Stellantis Motorsport - Al di là delle loro competenze individuali in gara, i principali criteri che abbiamo preso in considerazione durante la valutazione e la discussione con i piloti erano i legami che hanno tra di loro, il loro stato d'animo e la loro capacità di lavorare insieme per motivare e aiutare la squadra a progredire".

"Questo perché il fattore umano svolge un ruolo assai importante nelle corse di durata. Volevamo anche dimostrare che consideravano il loro impegno verso di noi una priorità e non solo una voce del loro palmares".

Olivier Jansonnie, direttore tecnico del progetto WEC di Peugeot Sport, ha aggiunto: "Abbiamo esaminato tutti i campionati di gare di durata organizzati nel corso degli ultimi cinque anni. Non abbiamo tenuto conto solo dei risultati individuali. Abbiamo anche esaminato la velocità, la coerenza e l'affidabilità di una lunga lista di piloti, perché stiamo cercando un gruppo che si sposi bene, con una combinazione eclettica di giovani e di esperti del settore con competenze di sviluppo comprovate, in particolare nel settore dei powertrain ibridi".

Per Magnussen è un capitolo che si apre dopo il recente passaggio alla Chip Ganassi Racing per correre IMSA: "Non è stata una decisione difficile unirsi a Peugeot, dato il loro successo in passato, non solo a Le Mans ma anche nel motorsport in generale. Penso sia facile essere motivati considerando i grandi risultati ottenuti dalla Peugeot a Le Mans: la mia ambizione è quella di ottenere successi e vincere".

Di Resta ha recentemente accumulato esperienza e vinto in LMP2: "La motivazione mi è giunta pensando alla storia che Peugeot ha scritto nell'ultima avventura endurance affrontata con grandissima professionalità".

Anche Vergne è un colpo piazzato in sicurezza per le stesse caratteristiche che ha Di Resta: "Penso che storicamente sarà bello avere Peugeot, Casa automobilistica francese, correre a Le Mans con un pilota francese. Sarà davvero stupendo".

Dello stesso avviso anche Duval, che ha vinto tanto con l'Audi: "Quando ho visto la notizia che Peugeot stava tornando nel WEC ho capito che era qualcosa di cui volevo far parte".

Jensen e Menezes sono invece i due volti più giovani e di speranze per il futuro su cui puntare fortemente.

"Il progetto Hypercar è molto interessante ed eccitante, con diversi Costruttori coinvolti - commenta il danese - Peugeot ha una grande storia e ha già vinto Le Mans. Sono davvero entusiasta di far parte di questo programma e non vedo l'ora di iniziare".

"Le Mans penso che sia il top del motorsport. La 24h è l'Evento, qualcosa che tutti vogliono poter mettere nel loro palmarès. Non è un segreto che in Danimarca, Tom Kristensen ha reso la gara estremamente popolare. È l'unica, assieme alla Formula 1, che viene diffusa su un canale gratuito oltre alle notizie!"

Lo statunitense, che era stato inserito nella line-up Glickenhaus per quest'anno, aggiunge: "Ho sempre ammirato la tenacia della Peugeot nel lottare per la vittoria su tutta la linea. Ad essere onesti, ho iniziato a guardare le gare di endurance quando c'erano le sfide Peugeot contro Audi. Così, nel momento in cui ho sentito che il suo ritorno era una realtà, sapevo che dovevo trovare un modo per arrivare in Peugeot e lottare assieme per il successo assoluto".

Infine Rossiter, che ricoprirà il classico ruolo chiave dietro le quinte: "Le Mans è il sogno di ogni pilota, ma la possibilità di lavorare con un marchio e un Costruttore così grande capita solo una volta. Non vedo l'ora di portare tutta la mia esperienza in questo progetto per lottare per il successo a Le Mans".

 

Peugeot Hypercar teaser

Peugeot Hypercar teaser
1/5

Foto di: Peugeot Sport

Peugeot Hypercar teaser

Peugeot Hypercar teaser
2/5

Foto di: Peugeot Sport

Peugeot Hypercar teaser

Peugeot Hypercar teaser
3/5

Foto di: Peugeot Sport

Peugeot Sport

Peugeot Sport
4/5

Foto di: Peugeot Sport

Peugeot 2022 Hypercar

Peugeot 2022 Hypercar
5/5

Foto di: Peugeot Sport

Glickenhaus: "Non c'è convergenza LMDh! Hypercar scelta equa"

Articolo precedente

Glickenhaus: "Non c'è convergenza LMDh! Hypercar scelta equa"

Prossimo Articolo

Toyota, Vasselon: "Recuperato il tempo perso col test notturno"

Toyota, Vasselon: "Recuperato il tempo perso col test notturno"
Carica commenti