Nurburgring,4 ora:l'Audi resiste ma la 919 è lontana

Pesante il distacco di Treluyer e Jarvis, ora insidiato per il terzo posto da Jani

Quarta ora all'insegna della tranquillità. La situazione al comando della corsa, infatti, sembra essersi stabilizzata con la Porsche 919 di Bernhard-Webber-Hartley saldamente al comando che procede senza apparenti problemi con un notevole vantaggio su tutti i rivali. Le Audi R18 e tron Quattro di Treluyer, che ha preso il posto di Lotterer, autore come sempre del lavoro più faticoso, e di Jarvis sono staccatissime. " È una gara nella quale sembra andare tutto liscio- dice Hartley-ma dobbiamo stare tranquilli e non illuderci, perché abbiamo ancora tanti chilometri davanti e la concorrenza non molla".

Volti più lungi, invece, a casa della numero 18 che ha rischiato anche una quarta penalizzazione, questa volta perché Neel Jani era stato accusato di avere superato in regime di bandiere gialle. Per fortuna del trio dei poleman almeno questa ennesima beffa viene risparmiata e la seconda 919 cerca disperatamente con lo svizzero di riportarsi sulla Audi più lenta di Jarvis, dalla quale accusa un distacco di 8".Dietro a Jani procedono con estrema regolarità le due Toyota di Buemi e di Conway che chiudono il gruppo delle LMP!, visto che le due Rebellion sono fuori dalla corsa- quella di Imperatori riportata ai box al termine della prima ora e quella di Beche penultima- e la CLM, dopo il guaio dell'ora precedente, è ventiseiesima. Così al settimo posto si trova l'Oreca di Tandy-Howson-Bradley  davanti alle due Ligier della G Drive di Canal e di Gonzalez. Quarto in LMP2 è Leventis, al quale però viene comminato uno stop di 30" per non avere rispettato la velocità massima ai box.

Cattive nuove, invece, sul fronte Ferrari. Davide Rigon dopo avere strenuamente lottato ancora con la Porsche di Pilet-Makowiecki, è costretto di nuovo ai box per il dechappaggio della gomma posteriore sinistra, causato dallo sfregamento del particolare con la carrozzeria. Questo gli fa perdere tempo prezioso nei confronti delle due 991, tra le quali prosegue il dominio di quella di Lietz-Christensen, mentre tra le GTE AM, la Aston Martin Vantage di Pedro Lamy e Paul Dalla Lana sta imponendo il proprio ritmo a tutti gli altri, con la Porschedi Long-Seefried e Patrick Dempsey seconda davanti alla Ferrari dei russi Shaytar-Basov che hanno ceduto il volante ad Andrea Bertolini.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Nürburgring
Circuito Nürburgring
Articolo di tipo Ultime notizie