La Porsche 919 Hybrid bene anche di notte

condivisioni
commenti
La Porsche 919 Hybrid bene anche di notte
Di: Luigi Massari
29 mar 2014, 01:19

Bernhard-Webber-Hartley al Paul Ricard hanno migliorato nei test scendendo a 1'41"289

Il verdetto della prima giornata del Prologue, i test collettivi del WEC, non cambia dopo la sessione di due ore in notturna. Davanti a tutti rimane ancora la Porsche 919 Hybrid di Bernhard-Webber-Hartley, che ha migliorato il tempo dei due turni diurni, scendendo a 1’41”289. Nel buio del Paul Ricard, con una temperatura ambiente di circa 8 gradi, ha compiuto soltanto tre giri l’Audi R18 e-tron quattro di Di Grassi-Duval-Kristensen, mentre fra le LMGTPro non ha addirittura girato la Porsche 911 RSR di Holzer-Makowiecki-Lietz: la più veloce della categoria nel turno notturno è stata la Ferrari 458 Italia di Rigon-Bruni-Calado.

FIA WEC - Test Paul Ricard - Day 1 (Sessione Notturna)

Prossimo articolo WEC
La Porsche 919 Hybrid passa in configurazione 6 MJ

Previous article

La Porsche 919 Hybrid passa in configurazione 6 MJ

Next article

La Porsche detta il ritmo nei test del Paul Ricard

La Porsche detta il ritmo nei test del Paul Ricard

Su questo articolo

Serie WEC
Piloti Mark Webber , Timo Bernhard , Brendon Hartley
Autore Luigi Massari
Tipo di articolo Ultime notizie