Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi

WEC | Griglia 2025: ci sono troppe Hypercar, oppure no?

Il prossimo anno l'elenco iscritti è stato portato a 40 vetture, come sempre suddivise in LMH/LMDh e LMGT3, ma tra i prototipi sono in parecchi a sgomitare per avere un posto e l'arrivo di Aston Martin, unito all'obbligo di avere un minimo di due auto in azione, rischia di portare ad esuberi e conseguente selezione. Forse...

#4 Porsche Penske Motorsport Porsche 963: Mathieu Jaminet, Felipe Nasr, Nick Tandy

La giornata di venerdì 14 giugno è stata molto importante per definire un primo quadro della situazione per quanto riguarda la stagione 2025 del FIA World Endurance Championship.

Nella conferenza stampa annuale tenuta dall'Automobile Club de l'Ouest assieme ai rappresentanti di FIA e Le Mans Endurance Management, non solo è stato presentato il calendario della annata che verrà, ma anche alcuni cambiamenti relativi alla griglia di partenza.

Confermate le Classi HYPERCAR e LMGT3, con le LMP2 che verranno inserite solamente alla 24h di Le Mans, il numero dei posti al via di ogni evento sarà incrementato fino a 40 vetture.

Ad oggi il totale è di 37 partecipanti, suddivisi in 19 prototipi e 18 GT3. Una cosa molto importante è però dettata dal regolamento, che dispone una iscrizione minima di due vetture per ogni Costruttore tra le HYPERCAR, il che potrebbe portare ad esuberi e scelte di tagli.

La cosa da evidenziare è che, al momento, non è stato definito un numero di posti esatto per ogni categoria, se di 20 e 20, oppure con una lieve discrepanza tra l'una e l'altra, mantenendo i 18 attuali (con due auto per marchio) in LMGT3.

Azione di gara

Azione di gara

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

"Per migliorare l'equità sportiva e garantire condizioni di parità, ogni Costruttore dovrà iscrivere un minimo di due vetture nella classe Hypercar. L'iscrizione di due vetture sarà obbligatoria per ottenere punti nel FIA Hypercar World Endurance Manufacturers' Championship, mentre ogni macchina aggiuntiva di un determinato costruttore parteciperà alla FIA World Cup for Hypercar Teams", dice la nota regolamentare emessa da FIA e ACO.

"Di conseguenza, ma anche per accogliere l'arrivo di nuovi costruttori, la dimensione massima della griglia è stata aumentata a 40 auto, applicabile a tutte le gare del WEC tranne che alla 24 Ore di Le Mans, che continuerà a ospitare griglie più ampie".

Ad oggi ci sono nove Case presenti in HYPERCAR: Ferrari, Porsche, Cadillac, Toyota, Alpine, Peugeot, Isotta Fraschini, Lamborghini e BMW, ma già sappiamo che nel 2025 arriverà la Aston Martin con due Valkyrie LMH. Nota curiosa, tutti questi marchi sono stati inseriti nel post che l'account ufficiale della 24h di Le Mans ha pubblicato relativamente a chi sarà presente per l'edizione del prossimo anno, anche se le reali iscrizioni al momento non sono state ancora aperte.

Ora, è chiaro che se prendiamo in considerazione pure le vetture private, attualmente schierate da AF Corse (una Ferrari), Jota (due Porsche) e Proton Competition (una Porsche), i prototipi della primissima schiera andranno ben oltre le 20.

Cadillac, Lamborghini ed Isotta Fraschini sono per ora in azione con una sola auto, ma sia la Casa americana che quella di Sant'Agata Bolognese hanno già in rampa di lancio una seconda auto da portare al via nel 2025. E anche il marchio milanese sta lavorando per avere un'ulteriore Tipo 6 LMH-C in griglia raddoppiando la propria presenza, come affermato dal Direttore Sportivo, Claudio Berro, a Le Mans parlando con Motorsport.com.

Con l'addio di Chip Ganassi Racing, la Cadillac affiderà le sue V-Series.R a Jota (che abbandonerà presumibilmente le Porsche 963 clienti, valutando in un secondo momento se andranno in mano ad altri), mentre il Capo di Ferrari Endurance e Corse Clienti, Antonello Coletta, ha dichiarato che "ad oggi la terza 499P è confermata". A questa dobbiamo aggiungere la Porsche di Proton Competition.

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

Detto ciò, una prima ipotesi di griglia 2025 potrebbe essere la seguente: in veste ufficiale due macchine per Ferrari AF Corse, Toyota Gazoo Racing, Porsche Penske Motorsport, Cadillac Racing (Jota), Aston Martin Racing (Heart of Racing), Lamborghini Iron Lynx, BMW M Team WRT, Peugeot Sport, Alpine Endurance Team ed Isotta Fraschini, per un totale di 20 unità.

Della sottocategoria HYPERCAR-Privati, una Ferrari (AF Corse) e una Porsche (Proton Competition), portando il totale a 22, in attesa di capire cosa ne sarà delle due attuali Porsche 963 gestite da Jota.

Un altro aspetto importante è quello relativo al team che può occuparsi della gestione in pista delle vetture. Tutti ne hanno scelto uno di riferimento, ma in Isotta Fraschini stanno cercando di capire se c'è la possibilità che il Costruttori si appoggi a due realtà differenti.

Al momento la Tipo 6 LMH-C è in mano al Team Duqueine e quindi trovare una seconda squadra sarebbe altresì utile anche per aumentare gli introiti economici. Un po' come accade in IMSA, dove Cadillac ha come team partner Chip Ganassi Racing e Action Express Racing.

Questo comporterà anche un ragionamento sulle LMGT3, che per il momento sono tutte figlie del regolamento che dà la possibilità ai Costruttori HYPERCAR di avere la priorità per i propri prodotti GT, ad eccezione della McLaren.

In griglia abbiamo 18 vetture, che se confermate potranno lasciare spazio alle sopracitate 22 potenziali Hypercar/LMDh della categoria prototipi, arrivando appunto a 40 totali. Questo considerando molto difficile che la Mercedes, oggi assente assieme alla fuggitiva Audi, possa provare ad aggiungersi con la sua AMG GT3, che fra l'altro attende il modello nuovo per i prossimi anni.

#70 Inception Racing McLaren 720S LMGT3 Evo: Brendan Iribe, Ollie Millroy, Frederik Schandorff

#70 Inception Racing McLaren 720S LMGT3 Evo: Brendan Iribe, Ollie Millroy, Frederik Schandorff

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

Infine, qualche tempo fa era nuovamente uscita l'ipotesi Vanwall, la quale si era detta pronta a rimettere in pista due Vandervell 680 gestite dalla ByKolles Racing. Anche qui, parliamo di remote possibilità, ma che non possono essere ignorate in uno scenario ancora in divenire.

L'unico vero dispiacere riguarda la Glickenhaus, ormai chiamatasi fuori dai giochi, ma che romanticamente avrebbe avuto un grande seguito e apprezzamento tra gli appassionati della categoria come accaduto tra 2021 e 2023.

Paradossalmente, per la prima volta dopo tanti anni il FIA WEC si trova nella (s)piacevole condizione di dover gestire degli esuberi, tanto da far pensare che si potrebbe addirittura rinunciare alla categoria GT perché almeno una trentina di LMH/LMDh sarebbero pronte, o quasi, ad entrare in azione, numero decisamente ottimo per una serie globale.

I prossimi mesi saranno molto caldi, non solo per il sole di luglio e agosto, ma anche perché c'è tanta carne al fuoco dal punto di vista sportivo e politico per conoscere chi correrà nel WEC 2025. Una cosa è sicura: con tutte queste vetture lo spettacolo non mancherà!

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Video WEC | Capello: “Ferrari trionfa mentre Toyota vacilla sotto pressione”
Prossimo Articolo Gallery | 24h di Le Mans: spettacolo unico sul Circuit de la Sarthe

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia