WEC, Fuji, Libere 2: le Toyota allungano nonostante due bandiere rosse

condivisioni
commenti
WEC, Fuji, Libere 2: le Toyota allungano nonostante due bandiere rosse
Jamie Klein
Di: Jamie Klein
Tradotto da: Matteo Nugnes
12 ott 2018, 08:43

Le Toyota hanno esteso il proprio vantaggio nei confronti delle LMP1 private nel corso della seconda sessione di prove libere della 6 Ore del Fuji del WEC, che è stata nuovamente soggetta a due bandiere rosse.

Proprio come nel turno mattutino, quello del pomeriggio è stato caratterizzato dall'esposizione della bandiera rossa per dei problemi con il cordolo della curva 15, con circa 50 minuti di tempo perso nell'arco di due interruzioni separati. Anche in questo caso, quindi, la sessione è stata allungata, ma stavolta di soli 10 minuti.

Al vertice si è confermata la Toyota #8, con Fernando Alonso che è riuscito a ritoccare il tempo che aveva firmato nella FP1 il compagno di squadra Sebastien Buemi, girando in 1'23"973.

Una prestazione che è bastata allo spagnolo per mettersi alle spalle la vettura gemella di José Maria Lopez, considerando che entrambi hanno ottenuto i migliori tempi di giornata dei rispettivi equipaggi nei primi sei minuti del turno, quelli che hanno preceduto la prima bandiera rossa.

Per quanto riguarda la LMP1 private, la migliore è stata la Rebellion R-13 Gibson #3, ovvero la vettura vincitrice della gara di Silverstone, che con Thomas Laurent al volante si è fermata a 1"724 dal crono del due volte campione del mondo di Formula 1 che comanda.

Jenson Button si è confermato tra i più veloci, chiudendo in quarta posizione con la BR1-AER #11 della SMP Racing, appena un decimo più indietro. A seguire c'è la Rebellion #1 con Andre Lotterer, tallonata dalla BR1 #17 della SMP, che con Matevos Isaakyan ha anche patito un problema tecnico nel finale della sessione.

Il quadro delle vetture LMP1 si completa con la ByKolles guidata da Tom Dillmann e con la la DragonSpeed di Ben Hanley.

La Signatech Alpine ha dettato il ritmo in classe LMP2, con il brasiliano Andre Negrao autore di un crono di 1'30"893 con l'Oreca #36.

Una prestazione con cui ha distanziato di quattro decimi la Oreca #38 della Jackie Chan DC Racing con Ho-Pin Tung. Terzo tempo per l'altra vettura del team, la #37 di Weiron Tan.

Un giro lanciato nel finale ha invece piazzato a sorpresa l'Aston Martin davanti a tutti in classe GTE-Pro. A meno di dieci minuti dal termine, Nicki Thiim ha realizzato un 1'37"659 con cui ha messo la Vantage #95 in cima alla lista dei tempi di classe.

Rispetto alla mattinata ha fatto un passo avanti anche la Ferrari, con Davide Rigon in seconda posizione con la 488 GTE Evo #71, tallonato dalle due Porsche 911 RSR.

Hanno continuato ad avere delle difficoltà invece le due BMW M8 della M-TEK, che non sono riuscite a fare meglio dell'ottava e della decima posizione di classe.

In classe GTE-Am si è confermata al vertice invece la Porsche, con Matteo Cairoli che ha portato il limite di giornata a 1'38"989 con la 911 RSR #88 della Dempsey-Proton.

Cla # Piloti Auto Class Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 8 Spain Fernando Alonso
Japan Kazuki Nakajima
Switzerland Sébastien Buemi
Toyota TS050 Hybrid LMP1 30 1'23.973     195.620
2 7 Japan Kamui Kobayashi
United Kingdom Mike Conway
Argentina José María López
Toyota TS050 Hybrid LMP1 29 1'25.068 1.095 1.095 193.101
3 3 Switzerland Mathias Beche
France Thomas Laurent
United States Gustavo Menezes
Rebellion R13 LMP1 22 1'25.697 1.724 0.629 191.684
4 11 United Kingdom Jenson Button
Russian Federation Vitaly Petrov
Russian Federation Mikhail Aleshin
BR Engineering BR1 LMP1 27 1'25.801 1.828 0.104 191.452
5 1 Germany André Lotterer
Brazil Bruno Senna
Switzerland Neel Jani
Rebellion R13 LMP1 29 1'25.931 1.958 0.130 191.162
6 17 France Stéphane Sarrazin
Russian Federation Matevos Isaakyan
Russian Federation Egor Orudzhev
BR Engineering BR1 LMP1 27 1'27.664 3.691 1.733 187.383
7 4 United Kingdom Oliver Webb
France Tom Dillmann
United Kingdom James Rossiter
ENSO CLM P1/01 LMP1 26 1'28.209 4.236 0.545 186.225
8 10 United Kingdom Ben Hanley
Australia James Allen
BR Engineering BR1 LMP1 16 1'28.914 4.941 0.705 184.749
9 36 France Nicolas Lapierre
France Pierre Thiriet
Brazil André Negrao
Alpine A470 LMP2 28 1'30.410 6.437 1.496 181.692
10 38 China Ho-Pin Tung
Monaco Stéphane Richelmi
France Gabriel Aubry
Oreca 07 LMP2 24 1'30.842 6.869 0.432 180.828
11 37 Malaysia Nabil Jeffri
Malaysia Weiron Tan
Malaysia Jazeman Jaafar
Oreca 07 LMP2 28 1'30.990 7.017 0.148 180.534
12 28 France Jean-Éric Vergne
France François Perrodo
France Matthieu Vaxivière
Oreca 07 LMP2 29 1'31.040 7.067 0.050 180.434
13 29 Netherlands Giedo van der Garde
Netherlands Nyck De Vries
Netherlands Frits van Eerd
Dallara P217 LMP2 28 1'31.259 7.286 0.219 180.001
14 31 United Kingdom Anthony Davidson
Venezuela Pastor Maldonado
Mexico Roberto Gonzalez
Oreca 07 LMP2 21 1'31.995 8.022 0.736 178.561
15 50 France Romano Ricci
France Erwin Creed
Keiko lhara
Ligier JSP 217 LMP2 27 1'32.736 8.763 0.741 177.135
16 95 Denmark Nicki Thiim
Denmark Marco Sorensen
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO 21 1'37.659 13.686 4.923 168.205
17 67 United Kingdom Harry Tincknell
Guernsey Andy Priaulx
Ford GT LMGTE PRO 25 1'37.821 13.848 0.162 167.927
18 71 United Kingdom Sam Bird
Italy Davide Rigon
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 26 1'38.041 14.068 0.220 167.550
19 91 Italy Gianmaria Bruni
Austria Richard Lietz
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 24 1'38.053 14.080 0.012 167.529
20 92 Denmark Michael Christensen
France Kevin Estre
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 26 1'38.081 14.108 0.028 167.481
21 66 Germany Stefan Mücke
France Olivier Pla
Ford GT LMGTE PRO 28 1'38.179 14.206 0.098 167.314
22 51 United Kingdom James Calado
Italy Alessandro Pier Guidi
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 26 1'38.248 14.275 0.069 167.197
23 81 Netherlands Nick Catsburg
Germany Martin Tomczyk
BMW M8 GTE LMGTE PRO 27 1'38.388 14.415 0.140 166.959
24 97 Belgium Maxime Martin
United Kingdom Alex Lynn
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO 24 1'38.477 14.504 0.089 166.808
25 82 Portugal António Félix Da Costa
United Kingdom Tom Blomqvist
BMW M8 GTE LMGTE PRO 28 1'38.504 14.531 0.027 166.762
26 88 Italy Matteo Cairoli
Italy Giorgio Roda
Satoshi Hoshino
Porsche 911 RSR LMGTE AM 26 1'38.989 15.016 0.485 165.945
27 77 Germany Christian Ried
Australia Matt Campbell
Julien Andlauer
Porsche 911 RSR LMGTE AM 23 1'39.152 15.179 0.163 165.672
28 61 Ireland Matt Griffin
Singapore Mok Weng Sun
Japan Keita Sawa
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 23 1'39.295 15.322 0.143 165.434
29 54 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Francesco Castellacci
Switzerland Thomas Flohr
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 25 1'39.410 15.437 0.115 165.242
30 70 Monaco Olivier Beretta
Italy Eddie Cheever III
Japan Motoaki Ishikawa
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 24 1'39.559 15.586 0.149 164.995
31 56 Germany Jörg Bergmeister
United States Patrick Lindsey
Norway Egidio Perfetti
Porsche 911 RSR LMGTE AM 27 1'39.712 15.739 0.153 164.742
32 86 United Kingdom Michael Wainwright
United Kingdom Ben Barker
Thomas Preining
Porsche 911 RSR LMGTE AM 25 1'39.930 15.957 0.218 164.383
33 90 United Kingdom Jonathan Adam
Turkey Salih Yoluç
Ireland Charlie Eastwood
Aston Martin Vantage LMGTE AM 26 1'40.181 16.208 0.251 163.971
34 98 Portugal Pedro Lamy
Canada Paul Dalla Lana
Austria Mathias Lauda
Aston Martin Vantage LMGTE AM 25 1'40.429 16.456 0.248 163.566
Prossimo articolo WEC
WEC, Fuji, Libere 1: doppietta Toyota dopo una lunga interruzione

Articolo precedente

WEC, Fuji, Libere 1: doppietta Toyota dopo una lunga interruzione

Prossimo Articolo

La Toyota spera di confermare Alonso per la stagione 2018/2019 del WEC

La Toyota spera di confermare Alonso per la stagione 2018/2019 del WEC
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Evento Fuji
Location Fuji International Speedway
Team Toyota Racing
Autore Jamie Klein
Tipo di articolo Prove libere