Bertolini e Bruni: "Prima il Mondiale poi la 488"

condivisioni
commenti
Bertolini e Bruni:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
08 nov 2015, 17:29

I piloti GT del Cavallino sono molto concentrati nel finire bene il 2015, ma non vedono l'ora di avere la nuova auto

Da sinistra a destra i piloti AF Corse: Andrea Bertolini, James Calado, Davide Rigon, Gianmaria Bruni, Toni Vilander
La Ferrari 488 GTE
Andrea Bertolini, collaudatore Ferrari
Andrea Bertolini, collaudatore Ferrari
Gianmaria Bruni, AF Corse
Gianmaria Bruni, AF Corse
La Ferrari 488 GTE
La Ferrari 488 GTE

In occasione delle Finali Mondiali Ferrari andate in scena al Mugello, il duo del FIA WEC Andrea Bertolini e Gimmi Bruni è intervenuto in conferenza stampa per parlare delle competizioni GT del Cavallino.

Il romano e l'emiliano hanno fatto il punto sul finale di stagione del Mondiale Endurance, dove entrambi potrebbero vincere il Titolo, e della nuovissima sfida che li aspetta con la 488 GTE, sulla quale saliranno nel 2016.

Gimmi Bruni

"È stata una stagione buona, siamo partiti bene anche se bisogna dire che in alcune occasioni non abbiamo avuto molta fortuna. Ci sono state diverse gare che se potessi cancellerei. Per dirne una cito Le Mans, quando abbiamo avuto problemi e siamo riusciti a rimontare, per poi incontrare nuove difficoltà e perdere tutto nelle ultime 2 ore. Nonostante ciò, ci giocheremo tutto all'ultima gara in Bahrain, vedremo come fare per vincere il Titolo. Con la 488 l'obiettivo è essere ancor più veloci e meno in difficoltà nella guidabilità del mezzo. Secondo me Michelotti Ferrari ha fatto un lavoro eccellente, ora sta a noi proseguirlo in pista."

Andrea Bertolini

"Il bilancio del 2015 è molto positivo, ma non è finita e dobbiamo stare attenti nell'ultima gara in Bahrain. Personalmente penso sia stato un anno ottimo, anche se non mi sono andati giù alcuni terzi posti che ci sono costati punti importanti in ottica campionato. Vediamo come andrà a finire, siamo in vetta alla Classe GTEAm, ma non mi piace molto l'idea di ragionare sui calcoli, preferisco correre puntando a finire più in alto possibile la gara. Personalmente sono contento perché il percorso iniziato nel 2014 per fare crescere i piloti nuovi della categoria sta portando finalmente frutti. Speriamo di concludere bene. Riguardo la Classe Pro dico che siamo un bellissimo gruppo unito e in Bahrain mi piacerebbe molto festeggiare con loro i campionati piloti e costruttori. Per quanto riguarda il futuro, secondo me e secondo la squadra la 458 doveva diventare una vettura più veloce e facile da guidare. Non è facile migliorare un prodotto già vincente, ma siamo andati in in questa direzione e con la 488 speriamo di aver colmato le lacune. Finito il 2015 ci concentreremo a pieno sul progetto 488."

Prossimo articolo WEC
Dopo Le Mans penalizzata l'Audi numero 7

Articolo precedente

Dopo Le Mans penalizzata l'Audi numero 7

Prossimo Articolo

Video da Spa: Guido Schittone commenta le qualifiche del WEC

Video da Spa: Guido Schittone commenta le qualifiche del WEC
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Piloti Gianmaria Bruni , Andrea Bertolini
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Commento