Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

WEC | Ferrari-AF Corse ancora a podio: "Altra lezione importante"

A Spa il trio Ye/Kubica/Shwartzman ottiene il 3° posto tra le Hypercar private con una 499P #83 che erano riusciti a far risalire nelle fasi iniziali, nonostante una qualifica poco positiva e ancora tante cose da capire meglio.

#83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

È arrivato sul circuito di Spa-Francorchamps il terzo podio consecutivo di AF Corse nella classe FIA World Cup for Hypercar Teams del FIA World Endurance Championship.

La squadra italiana, che da quest’anno schiera la Ferrari 499P #83 sotto le proprie insegne, ha dato seguito a quanto mostrato nelle prime due tappe della stagione, che l’avevano vista festeggiare rispettivamente un secondo ed un primo posto con Robert Kubica, Yifei Ye e Robert Shwartzman.

Dopo tre turni di libere incoraggianti, la gialla 499P di AF Corse è stata affidata a Kubica per prendere parte alle prove ufficiali. Il pilota polacco ha chiuso il turno di qualifica riservato alle Hypercar in quarta posizione con il tempo di 2’02”876, assicurandosi l’accesso all’Hyperpole, andata in scena pochi minuti più tardi.

Nella sessione decisiva per l’assegnazione delle prime cinque file dello schieramento, Kubica ha ottenuto il nono riferimento cronometrico assoluto in 2’04”048, conquistando così il terzo posto della categoria privati e la quinta fila della griglia.

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: Will Stevens, Callum Ilott, #99 Proton Competition Porsche 963: Harry Tincknell, Neel Jani, Julien Andlauer, #83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: Will Stevens, Callum Ilott, #99 Proton Competition Porsche 963: Harry Tincknell, Neel Jani, Julien Andlauer, #83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

"Ovviamente speravo di ottenere un risultato migliore rispetto alla nona posizione conquistata nell’Hyperpole, ma purtroppo ci sono mancati dei chilometri importanti per prepararci a queste prove ufficiali", ammette Kubica.

"Nella prima parte della qualifica siamo riusciti ad esprimerci bene con il quarto tempo, mentre in Hyperpole ci è mancata un po’ di conoscenza della gomma morbida e purtroppo il mio giro non è stato altrettanto buono”.

Il Team Principal, Gabriele Marazzi, ha aggiunto: “Venerdì abbiamo vissuto una giornata dai due volti. Da un lato siamo molto soddisfatti di aver nuovamente centrato l’accesso all’Hyperpole, grazie all’ottimo quarto tempo realizzato da Robert nella qualifica. Dall’altro certamente speravamo di conquistare una posizione di partenza migliore rispetto alla nona dello schieramento".

#83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

#83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

Foto di: Emanuele Clivati | AG Photo

Sull’iconico circuito che sorge nelle Ardenne, il trio della #83 è stato grande protagonista di una bella rimonta, risalendo dalla ottava alla quinta piazza nel corso della prima ora di gara.

L’equipaggio ha poi lottato a lungo in Top5 fino a trovarsi in quarta posizione assoluta a 1h47’ dal termine della corsa, quando è stata esposta la bandiera rossa, che ha congelato le ostilità per quasi due ore.

Pochi minuti prima che il regolare tempo di gara scadesse, il cronometro è stato ripristinato e la gara è ripresa con 1h44’ ancora da disputare. Ripartita dal quarto posto la 499P ha dovuto fermarsi immediatamente per un pit-stop d'emergenza in quanto ormai agli sgoccioli con il carburante.

Complice anche una penalità di 5” per un taglio di variante, la vettura del Cavallino Rampante è scivolata all’ottavo posto assoluto e al terzo nella graduatoria dei privati Hypercar, mantenendo la posizione fino alla bandiera a scacchi.

Il podio di classe ha comunque consentito l’equipaggio di casa AF Corse di mantenere la seconda posizione nella classifica punti riservata alle squadre indipendenti, la cui vetta dista ora 11 lunghezze.

#83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

#83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

Foto di: Marco Losi / KAPPAEMEDIA

“Per noi non è stato un weekend facile, a partire da qualche problema riscontrato durante la preparazione alla gara. Grazie ad una buona partenza siamo riusciti a risalire dalla nona fino alla quarta posizione", commenta Kubica.

"Purtroppo qualche piccolo errore ci è costato parecchio tempo e la bandiera rossa è arrivata proprio nel momento peggiore per la nostra vettura, in quanto eravamo a corto di carburante e siamo dovuti rientrare ai box subito dopo la ripartenza".

"Questo ci ha relegato in ottava posizione assoluta, terza di classe. È stata comunque un'altra esperienza preziosa, con un'altra lezione importante, che ci permette di essere più preparati per la gara più importante della stagione, che sarà la 24h di Le Mans del mese prossimo”.

Shwartzman aggiunge: “Abbiamo finito la gara non come volevamo, la squadra è stata un po’ sfortunata per la bandiera rossa e siamo rammaricati per questo. Nel primo stint la vettura era bilanciata e avevo un buon passo che ci avrebbe permesso di lottare per il podio assoluto, ma la sospensione ha rimescolato le carte. Ora guardiamo avanti, concentrandoci sul prossimo appuntamento iridato a Le Mans”.

D'accordo anche Ye: “È stata una prova complessa a Spa nella quale abbiamo avuto momenti positivi e altri più complicati. L’ottavo posto assoluto non è il miglior risultato al quale potessimo ambire, ma siamo senza dubbio molto contenti di aver ottenuto un terzo posto nella classe per i team indipendenti, che ci ha permesso per la terza volta consecutiva di salire sul podio iridato”.

Il Direttore Tecnico, Giuseppe Petrotta, chiosa: “Quella di Spa-Francorchamps è stata una gara un po’ complicata per la 499P #83. Nell’Hyperpole non siamo riusciti a massimizzare le prestazioni della nostra vettura, ma partendo dall’ottava posizione siamo riusciti ad agguantare la Top5 nel giro di pochi passaggi".

"Le vicende di gara ci hanno poi portato ad arrivare fino al quarto posto nel momento in cui è stata la bandiera rossa per il brutto incidente accaduto sul rettifilo del Kemmel. Una penalità di 5” che abbiamo dovuto scontare nella sosta successiva, ci ha fatto perdere le migliori opportunità di lottare per il podio assoluto, concludendo all’ottavo posto dopo la ripresa della corsa".

"Comunque, nonostante una toccata iniziale, la macchina è sempre stata performante, consentendoci di conquistare un altro podio, che ci fa ben sperare in vista della 24h di Le Mans”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Paradosso Isotta Fraschini: la Tipo-6 meriterebbe di più
Prossimo Articolo WEC | Peugeot attacca il BoP: "Noi trattati ingiustamente"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia