Alonso rivela: "La Toyota? L'ho studiata anche ieri notte!"

condivisioni
commenti
Alonso rivela: "La Toyota? L'ho studiata anche ieri notte!"
Di:
03 mag 2018, 14:22

Fernando Alonso ammette che il WEC è più complesso di quanto si creda. Per questa ragione ha dovuto trascorrere molte ore al simulatore e ad approfondire i segreti della TS050 prima di andare a dormire

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing

Buona la prima per Fernando Alonso che non ha avuto alcun problema ad adattarsi all’ambiente e alla guida della Toyota TS050.  Lo spagnolo è sembrato molto concentrato. Non sta prendendo l'esperienza nel WEC sottogamba ma si è calato totalmente nella nuova avventura che lo porterà a gareggiare alla 24 Ore di Le Mans.

La lunga esperienza invernale di collaudo e simulazione gli hanno permesso di trovare una buona intesa con la squadra e con i compagni di guida Sebastien Buemi e Kazuki Nakajima.

Quanto è stato difficile adattarsi anche sul fronte psicologico a una nuova categoria?
“Negli ultimi anni mi è accaduto di cambiare, di guidare vetture diverse e di dovermi adattare a un nuovo stile di guida. Credo sia comune a molti tra i piloti presenti a Spa. Però gareggiare nel WEC e con la Toyota mi ha imposto un approccio  più particolareggiato. Ho speso molto tempo al simulatore, ho dovuto studiare le regole base del campionato, capire come funzionano le full course yellow, le slow zone, come ci si deve comportare negli stint".

"E poi ho dovuto affrontare il problema della Toyota ibrida che è una vettura molto più complessa di quando si possa credere. Per comprenderla e sfruttarla a dovere sei costretto a studiarla nei minimi particolari, perché ha tanti segreti e non è semplice nella gestione complessiva. Ti faccio un esempio: ieri sera quando sono rientrato in albergo, prima di dormire ho studiato gli ultimi documenti che il team ha consegnato in previsione di quello che avremmo dovuto fare oggi".

"Sono andato a letto tardi e penso che la stessa cosa accadrà anche stanotte. Quanto alla prima sessione ho guidato parecchio per capire la situazione traffico in pista in considerazione della diversa velocità tra le varie vetture. Credo che da questo versante non ci saranno preoccupazioni”.

Prossimo Articolo
Spa, Libere 1: Fernando Alonso si presenta con il miglior tempo

Articolo precedente

Spa, Libere 1: Fernando Alonso si presenta con il miglior tempo

Prossimo Articolo

Spa, Libere 2: Mike Conway migliora il tempo delle Toyota

Spa, Libere 2: Mike Conway migliora il tempo delle Toyota
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie