WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
14 giorni

WEC: ecco i dettagli del sistema di handicap della LMP1

condivisioni
commenti
WEC: ecco i dettagli del sistema di handicap della LMP1
Di:
31 ago 2019, 13:31

Sono stati resi noti i dettagli del nuovo handicap legato ai successi che verrà introdotto nella classe LMP1 del FIA WEC in questa stagione.

Le singole vetture saranno penalizzate di 0,008 secondi al chilometro per ogni punto di vantaggio nel confronti dell'ultimo nella classifica iridata della LMP1.

Questo significa che la vettura che vincerà la gara di apertura a Silverstone questo fine settimana, potrebbe essere penalizzata di quasi un secondo nel secondo round del WEC 2019/2020, che si disputerà in ottobre al Fuji.

Non saranno applicate però ulteriori penalità alla vettura in testa al campionato quando il divario tra questa e l'ultima sarà superiore ai 40 punti. Anche se in ogni caso parliamo di un handicap di 1"44 su una pista di 4,5 km per fare un esempio.

Le vetture saranno rallentate in maniere differenti a seconda delle loro caratteristiche.

Per la Toyota TS050 Hybrid i criteri sono la velocità del flusso del carburante, la benzina consentita sul giro e sullo stint, la quantità di energia del sistema ibrido e la velocità con la vettura può fare rifornimento.

I critire per le vetture private invece sono il peso minimo, il flusso di carburante, la benzina per gli stint e la velocità con cui si può completare il rifornimento.

Il peso delle vetture non ibride non potrà andare oltre gli 870 kg, che era il peso minimo originale per la categoria. Attualmente, infatti, la Rebellion e la Ginetta pesano rispettivamente 824 ed 833 kg.

Se nessuna vettura LMP1 dovesse riuscire a terminare la gara di domani a Silverstone oltre a quella dei vincitori, e nel caso in cui questa dovesse fare anche il giro veloce, sarebbe penalizzata di 0"949 nella prossima gara.

Il bollettino ufficiale comunque che i fattori di correzione potrebbero anche essere modificati in futuro, anche perché parliamo di un sistema pensato per cercare di avvicinare tutte le vetture in griglia, più di quanto non sia possibile tramite l'Equivalence of Technology. L'idea sarebbe di avere un gap di massimo 0"250 al km tra tutte le vetture LMP1.

Questo sistema non sarà utilizzato in occasione della 24 Ore di Le Mans del prossimo anno, che chiuderà la stagione 2019/2020.

Prossimo Articolo
WEC, Silverstone: Toyota monopolizza la prima fila in qualifica

Articolo precedente

WEC, Silverstone: Toyota monopolizza la prima fila in qualifica

Prossimo Articolo

WEC: prima doppietta stagionale per la Toyota a Silverstone

WEC: prima doppietta stagionale per la Toyota a Silverstone
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WEC
Team Rebellion Racing , Team LNT , Toyota Gazoo Racing WEC
Autore Gary Watkins