WEC: cinque Ferrari pronte per la 6h di Spa-Francorchamps

A sette mesi dall’ultima gara disputata al Circuit of the Americas e dopo aver rivoluzionato il calendario a causa della diffusione della pandemia, tornano in pista i protagonisti del mondiale FIA WEC per la 6 Ore di Spa-Francorchamps.

WEC: cinque Ferrari pronte per la 6h di Spa-Francorchamps

Saranno cinque le 488 GTE che affronteranno il difficile tracciato belga in quello che rappresenta l’ultimo appuntamento prima della 24 Ore di Le Mans che, come annunciato nei giorni scorsi, si disputerà a porte chiuse, esattamente come la gara del fine settimana nelle Ardenne.

LMGTE Pro

Reduci dal terzo posto conquistato negli Stati Uniti, Alessandro Pier Guidi e James Calado proveranno a raccogliere il bottino pieno su un circuito che normalmente ben si adatta alle vetture di Maranello. I campioni del mondo 2017 occupano la seconda posizione nella graduatoria a 26 punti dai leader provvisori Thiim-Sørensen e una vittoria potrebbe rilanciare le ambizioni di titolo.

Lo scorso anno la loro 488 GTE numero 51 di AF Corse chiuse la gara al secondo posto al termine di un’edizione che è passata alla storia come una delle più imprevedibili dal punto di vista meteorologico, con la neve scesa durante la gara ad imbiancare gli oltre 7 km del tracciato.

“Lo scorso anno a Spa abbiamo portato la gara a termine al secondo posto e siamo stati davvero sfortunati con l’esposizione della bandiera rossa, pertanto c’è solo un’opzione: cercare di migliorare di una posizione e ottenere la vittoria - dice Calado - Questo è l’obiettivo. La macchina era perfetta e siamo stati solo sfortunati a finire secondi".

"Non vedo l’ora di tornare lì ancora più determinato con Alessandro e vedere cosa potremo fare. Spa è sempre unica e la variabilità meteo una caratteristica distintiva. È famosa per avere un meteo tutto suo ma, indipendentemente da questo, il nostro obiettivo deve essere la vittoria”.

Davide Rigon e Miguel Molina, sulla 488 GTE numero 71 di AF Corse, puntano ad un risultato importante dopo il secondo posto del Bahrain e la difficile gara al COTA. Entrambi conoscono molto bene Spa-Francorchamps e il pilota italiano, che ha in questa la sua pista preferita, ha già conquistato la vittoria nelle edizioni del 2016 e 2017 assieme a Sam Bird che ritroverà nella prossima 24 Ore di Le Mans.

“La 6 Ore di Spa è sempre complicata perché il meteo può essere molto variabile e rendere il tutto un po’ pericoloso. La pista è molto lunga e ci possono essere condizioni molto diverse tra una parte e l’altra. Ci prepareremo come per le altre gare”, spiega lo spagnolo.

"L'Eau Rouge è una curva speciale. Ogni volta che la percorri sai che è una sfida e che va affrontata in pieno, ma talvolta piede e cervello non sono sincronizzati. Devi farci l’abitudine prima di percorrerla nella maniera corretta, ma dopo esserci riuscito, continui a farla con l’acceleratore al massimo senza problemi”.

LMGTE Am

I leader della classifica di classe Am, François Perrodo, Emmanuel Collard e Nicklas Nielsen si presentano in Belgio con due punti di vantaggio sui più diretti inseguitori e 15kg di zavorra collegata proprio alla posizione in campionato. L’equipaggio che sarà al via sulla 488 GTE numero 83 di AF Corse ha sfruttato la gara della European Le Mans Series disputata proprio a Spa nel fine settimana per preparare al meglio questo evento.

Perrodo e Collard, affiancati in questo caso da Harrison Newey, hanno chiuso al secondo posto la corsa, vinta dalla Ferrari di Kessel Racing. La seconda vettura di AF Corse, la numero 54 di Giancarlo Fisichella, Thomas Flohr e Francesco Castellacci, ha seguito un programma analogo anche se il pilota ufficiale di Ferrari Competizioni GT non ha disputato la gara. Il terzetto è a caccia del primo podio stagionale e l’assenza di zavorra potrà offrire loro una freccia in più al proprio arco.

La terza e ultima Ferrari al via nella classe LMGTE Am è la 488 GTE di Red River Sport con Bonamy Grimes, Johnny Mowlem e Charles Hollings al volante. I tre britannici hanno avvicinato nelle prestazioni i team più esperti della classe e cercheranno a Spa un ulteriore progresso.

Circuito

Spa è uno dei tracciati più belli in Europa, uno dei pochi definiti "della vecchia generazione" ancora in vita senza che abbia subito delle modifiche radicali. La pista immersa nel verde delle Ardenne infatti, mantiene praticamente intatte le caratteristiche tecniche del circuito originario (che era lungo circa 14 chilometri) rendendolo in grado di fare emergere la differenza tra i piloti.

Chi è un appassionato di automobilismo non può non "emozionarsi" al passaggio delle vetture all'Eau Rouge o al Radillon e "sentire" chi affronta in pieno o meno questa terribile depressione. Ovviamente però non è solo il "gruppo" Eau Rouge-Radillon che permette ai piloti di segnare il miglior tempo.

Spa infatti presenta una parte centrale del circuito decisamente interessante, caratterizzata com'è da una sequenza di curvoni veloci in appoggio intervallati da brevi rettilinei. Questo secondo settore è forse il più tecnico.

Dopo il misto, all'uscita della insidiosa Stavelot, si ritorna nella storia, e precisamente nel suggestivo rettilineo nel bosco delle Ardenne, il Blanchimont, che porta alla Bus Stop, ultima chicane del tracciato. Ma il circuito del Belgio è famoso anche per le condizioni metereologiche - molto variabili - che spesso regalano ai piloti tratti bagnati e tratti asciutti, in una pista che misura quasi sette km.

Programma

Le vetture del FIA WEC inizieranno le attività in pista giovedì, con i primi novanta minuti di prove libere che prenderanno il via alle 16:25 ora locale, replicati venerdì mattina alle 9:30. Nel pomeriggio, gli ultimi 60 minuti per cercare la migliore messa a punto in ottica delle qualifiche che, per le vetture LMGTE, si svolgeranno dalle 18:00 alle 18:20. Sabato, dalle 13:30 alle 19:30 è invece previsto lo svolgimento della gara.

condivisioni
commenti
WEC: Gaunt bloccato in Nuova Zelanda, Eurasia chiama Foster a Spa

Articolo precedente

WEC: Gaunt bloccato in Nuova Zelanda, Eurasia chiama Foster a Spa

Prossimo Articolo

Le Mans: la Algarve Pro Racing chiama Matt McMurry alla 24h

Le Mans: la Algarve Pro Racing chiama Matt McMurry alla 24h
Carica commenti
Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura Prime

Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura

A Portimão la 007 LMH di Westbrook/Briscoe/Dumas è rimasta molto lontana dalle Hypercar Toyota, ma l'obiettivo era raccogliere dati anche facendo fronte ad imprevisti che solo in gara possono accadere. A Monza e Le Mans ci si aspetta qualcosa in più.

WEC
16 giu 2021
Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT Prime

Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT

Intervista esclusiva di Motorsport.com al ragazzo del Toro, che in soli 3 anni è passato dal programma giovani ad essere uno dei prospetti su cui Sant'Agata Bolognese sta investendo enormemente. Ripercorriamo col veneto la storia dei trionfi del 2018 fino ai numerosi impegni di quest'anno.

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans Prime

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans

Andiamo a scoprire in questo video le differenze regolamentari tra le Le Mans Hypercar e le Le Mans Daytona Hypercar, le categorie regine del mondiale endurance ed ovviamente della 24 Ore più famosa del mondo

WEC
15 mag 2021
Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo Prime

Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo

La stagione 2021 del FIA World Endurance Championship è partita a Spa il 1° maggio e per la prima volta non c'erano le Aston Martin ufficiali in Classe LMGTE Pro, chiusa la era di Prodrive che si era occupata di queste vetture per conto della Casa dal 2005.

WEC
9 mag 2021
Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola Prime

Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola

A Spa ha vinto la GR010 Hybrid #8, ma la settimana belga è stata caratterizzata più dalle lamentele che i giapponesi hanno mosso a FIA WEC ed ACO sulle gestioni dei nuovi regolamenti, risultate poi infondate con relativa figuretta...

WEC
6 mag 2021
Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare" Prime

Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare"

In questa intervista esclusiva di Motorsport.com, il cinque volte vincitore di Le Mans racconta l'avventura con la Casa del Toro partita con l'Essenza Hypercar, ma anche di programma giovani e futuro roseo che vede per WEC e IMSA coi nuovi regolamenti.

WEC
29 apr 2021
Chinchero racconta Alonso (pt.3) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.3) - It's a long way to the top

Tredicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la terza e ultima puntata sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
26 apr 2021
Sanna: "Lamborghini pensa alla LMDh per crescere" Prime

Sanna: "Lamborghini pensa alla LMDh per crescere"

Intervista esclusiva di Motorsport.com al responsabile della Squadra Corse del Toro, con il quale abbiamo parlato di presente e futuro, dove tra SCV12 Essenza, novità per le Huracan e programma giovani ci saranno tanti traguardi da raggiungere. WEC e Le Mans compresi.

Le Mans
22 apr 2021