WEC | 8 piloti per Porsche 963, ma saliranno: "Vanno equilibrati"

A Goodwood la Casa tedesca ha svelato il suo nuovo prototipo LMDh e i primi nomi di chi sarà al volante, ma i lavori per essere pronti per WEC ed IMSA sono lunghi e le scelte andranno fatte con calma. Intanto Lotterer racconta a Motorsport.com le sue prime impressioni.

WEC | 8 piloti per Porsche 963, ma saliranno: "Vanno equilibrati"
Carica lettore audio

Fra Stati Uniti e Germania presto si arriveremo intorno alle cento unità per il Team Penske Motorsport, impegnato tra IMSA SportsCar Championship e FIA World Endurance Championship.

Il 10% dei 'posti' spetta ai piloti, che, del resto come l’intera squadra, non vedono l’ora di esordire in gara sulla LMDh denominata 963, presentata ieri sera nel contesto del Festival of Speed di Goodwood, cui ha preso parte anche Motorsport.com.

Ma a quota dieci il parco di piloti ufficiali annunciati non è ancora arrivato. Dal punto di vista italiano, non è passata inosservata l’assenza di Giammaria Bruni tra l’attuale rosa. Ma non soltanto. Al momento all’appello manca l’intero equipaggio della 911 RSR-19 #91 che si è imposto in Classe GTE Pro appena due settimane fa a Le Mans.

Porsche 963

Porsche 963

Photo by: Gianluca Marchese

Oltre al romano non figurano infatti neppure l’austriaco Richard Lietz e il francese Frédéric Makowiecki, che pure nella fase iniziale dello sviluppo ha percorso i primi giri al simulatore e ha battezzato la Porsche 963 al primo collaudo di gennaio a Weissach.

Detto che gli otto piloti finora rivelati sono Kévin Estre, Michael Christensen, Laurens Vanthoor (ovvero il trio sulla #92 a Le Mans), Mathieu Jaminet, Matt Campbell, Dane Cameron, Felipe Nasr (quattro che ben conoscono le gare in Nord America) ed André Lotterer, “gli altri nomi non sono ancora stati decisi”, ha dichiarato a Motorsport.com lo squadrone Porsche a Goodwood.

Anche perché in realtà “non è stato ancora deciso come i piloti già scelti saranno suddivisi per equipaggio, visto che il nostro obiettivo è avere le line-up migliori possibili e al momento dobbiamo ancora equilibrare i componenti”, hanno spiegato i vertici della Casa tedesca ai nostri microfoni.

Porsche 963

Porsche 963

Photo by: Gianluca Marchese

In generale, tre piloti saranno al volante delle due 963 del FIA WEC, mentre in IMSA per le gare Sprint saranno due per ciascuna, ma in quelle di Endurance Cup - come Daytona, Sebring e Petit Le Mans, ad esempio - saranno sempre in tre.

“Abbiamo ancora due piloti da annunciare, ma ci prenderemo del tempo prima di farlo, fortunatamente abbiamo a disposizione un’ampia pattuglia sia in America e sia in Europa”.

Detto che sarà interessante vedere se ci saranno almeno tre 963 ufficiali al via della Le Mans 2023 (al momento non è escluso) e che potrebbe anche sopraggiungere l’eventualità di utilizzare piloti ufficiali sulle 963 dei team clienti (che ci saranno), le opzioni sono tante.

Guardando al range di età dei conduttori prescelti (a parte Lotterer, tutti nati tra il 1988 e il 1994) si trova forse la prima ragione dell’almeno momentanea esclusione di Bruni, Lietz e Makowiecki, che sono tutti nati a inizio Anni ‘80, sebbene si sia capito che almeno quest’ultimo è tutt'ora tenuto in buona considerazione.

Andre Lotterer, Porsche

Andre Lotterer, Porsche

Photo by: Sam Bloxham / Motorsport Images

Una maggior 'freschezza' potrebbe pesare nuovamente nelle scelte, mentre come accennato 'resiste' Lotterer, che non a caso è anche l’unico ad aver già guidato a Le Mans un prototipo ibrido di Porsche, ovvero la 919 Hybrid LMP1 nel 2017.

Il tedesco classe 1981 ha testato la LMDh fin dal collaudo di gennaio e con lui è possibile anche tracciare delle differenze proprio rispetto ai 'mostri' LMP1: “La macchina mi piace, anche la livrea è davvero bella ed è molto stimolante entrare in questa nuova era dei prototipi con anche tanta concorrenza".

"Certamente è diversa rispetto alle LMP1. Non dispone di trazione integrale e delle stesse potenze del sistema ibrido. Può raggiungere velocità di punta più elevate, anche se poi per i regolamenti è più pesante (1030 kg, ndr) e ha meno downforce, quindi è più lenta sul giro. Guidarla è un piacere e comunque come su ogni vettura hai bisogno di adattare la tua guida. Stiamo ancora lavorando su tutta la messa a punto”.

Porsche 963

Porsche 963

Photo by: Porsche

Da pilota più esperto in squadra, Lotterer ha anche esternato a Motorsport.com lo 'spirito' che stanno vivendo fra di loro.

“Lo spirito è sempre quello di vincere. Noi acceleriamo sempre, non importa l’esperienza. Abbiamo piloti giovani, ci sono io... insieme siamo tutti davvero motivati a spingere per questa 20esima vittoria di Porsche a Le Mans”.

Allora quale sarà la chiave per vincere la 24 Ore il prossimo anno tra così tanta concorrenza? Ecco la sua risposta.

“Posso immaginare che un’ottima affidabilità e il non commettere errori saranno la chiave, perché se le cose andranno bene, tutti dovrebbero avere performance similari con il BoP che prova a metterci sullo stesso piano. Quindi dovrai fare la differenza nei pit-stop, nella costanza, nel consumo degli pneumatici, e così via”.

Del resto non è così usuale che Le Mans abbia così tanti pretendenti alla vittoria, come vedremo dal prossimo anno, ma Lotterer proprio per questo si mostra ancor più carico.

“Sì, è piuttosto raro. Penso che l’ultima volta che sia accaduto è all’epoca delle Gruppo C (da metà Anni ’80, ndr), ma pure lì c’erano differenze abbastanza grandi tra i top team e quelli un po’ meno bravi. Quindi in realtà credo che ora sia la prima volta che vediamo una piattaforma sostenibile per tutti”.

condivisioni
commenti
WEC | Porsche 963 sfida tutti: "Battere Ferrari? Sì, anche gli altri"
Articolo precedente

WEC | Porsche 963 sfida tutti: "Battere Ferrari? Sì, anche gli altri"

Prossimo Articolo

Porsche, primi clienti LMDh: JDC-Miller in IMSA e Jota nel WEC

Porsche, primi clienti LMDh: JDC-Miller in IMSA e Jota nel WEC