WEC
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
1 giorno
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
62 giorni

Ecco la Rebellion R13, LMP1 in stile Oreca

condivisioni
commenti
Ecco la Rebellion R13, LMP1 in stile Oreca
Di:
6 mar 2018, 17:45

Svelate le immagini della vettura del team svizzero che punta a sfidare Toyota, BR, Ginetta e CLM per far suo il titolo della superstagione. Deriva dall'Oreca LMP2 e monta il motore aspirato Gibson. André Lotterer e Neel Jani stelle della squadra

Rebellion R-13
Rebellion R-13
Rebellion R-13
Thomas Laurent, Toyota Gazoo Racing
Andre Lotterer, Techeetah
Neel Jani, Dragon Racing

Dopo BR-Dallara, Ginetta e CLM anche l'ultima LMP1 del 2018 è stata svelata: a Ginevra, infatti, si sono viste le prime immagini  della Rebellion R13, l'arma del team svizzero e dell'Oreca in vista di una superstagione che si annuncia molto più interessante e equilibrata di quanto non si pensasse prima dell'introduzione dei nuovi regolamenti.

A livello tecnico la vettura è un'evoluzione diretta della Oreca 07 che ha dominato in lungo e in largo il WEC 2017 nella classe LMP2 2017, che di fatto si è rivelata essere un monomarca. Quindi non presenta nulla di particolarmente rivoluzionario, pur se saranno i particolari nascosti-si vedranno nel prologo-a fare la differenza. Si tratta di un'ottimizzazione di tutto il complesso con un maggior sfruttamento delle possibilità aerodinamiche offerte dalle normative riguardanti i prototipi della classe maggiore.

La Rebellion monterà il motore aspirato Gibson V8 siglato GL458, lo stesso che verrà usato dalla BR-Dallara della Dragon Speed; anch'esso è di stretta derivazione dal GK428 utilizzato come monopropulsore in LMP2. La scelta di Oreca e Rebellion a favore dell'unità britannica è dovuta alla semplicità di costruzione, di manuntenzione e a una affidabilità che anche l'aumento di potenza non dovrebbe avere scalfito. Resta da vedere a questo proposito quello che sarà il rapporto di equivalenza definitivo tra i vari propulsori che equipaggeranno quelle che fino all'anno passato erano definite LMP1 private. L'AER P60B biturbo che viene montato dalla BR-Dallara del SMP Racing, il Mecachrome 34 P1monoturbo della Ginetta, il Nissan-Nismo GT-R della CLM  ByKolles sono uno differente dall'altro e dopo il prologo del Paul Ricard, in programma dal 6 al 7 aprile, potranno essere fatte le prime considerazioni.

Il rapporto tra Oreca e Rebellion è di lunga data. Dal 2014 ad oggi il team svizzero e l'azienda nata dalle ceneri della gloriosa Equipe Oreca di Hughes De Chaunac che dominò Formula 3 e Formula 3000 negli Anni'80, hanno ottenuto assieme importanti successi, l'ultimo dei quali proprio nel 2017 con l'affermazione in extremis della Rebellion in LMP2.

Confermati infine i piloti. Neel Jani e Andrè Lotterer giungono in Rebellion dopo le esperienze di Porsche e in Audi. Gli altri saranno Bruno Senna, la rivelazione del 2017 Thomas Laurent, Mathias Beche e l'americano Gustavo Menezes.

Prossimo Articolo
Pietro Fittipaldi con DragonSpeed per le gare di Spa e Fuji

Articolo precedente

Pietro Fittipaldi con DragonSpeed per le gare di Spa e Fuji

Prossimo Articolo

Wurz torna a guidare la Toyota LMP1 nel Prologo del WEC

Wurz torna a guidare la Toyota LMP1 nel Prologo del WEC
Carica commenti