Un problema meccanico nega il podio di GTE-Am a Cairoli ad Austin

condivisioni
commenti
Un problema meccanico nega il podio di GTE-Am a Cairoli ad Austin
Redazione
Di: Redazione
19 set 2017, 10:07

Il pilota italiano è deluso, perché senza questo inconveniente avrebbe potuto chiudere terzo con la Porsche che divide con Ried e Dienst. Proprio sulla pista che lo scorso anno gli è costata il titolo della Porsche Supercup...

#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst

Un weekend decisamente difficile per Matteo Cairoli quello di Austin, dove si è svolto il sesto dei nove appuntamenti del Mondiale FIA WEC. Un fine settimana iniziato con il quarto tempo di classe ottenuto nelle qualifiche, a causa del grande caldo che ha influito specialmente sul rendimento delle gomme. Risultato quest'ultimo che non aveva soddisfatto il pilota comasco, reduce con la Porsche 911 RSR del team Dempsey-Proton Racing divisa con Christian Ried e Marvin Dienst dalle due vittorie della GTE-AM messe a segno consecutivamente al Nürburgring e a Città del Messico.

Non meglio sono andate però le cose in gara, conclusasi ancora con un quarto posto. Ciò ha significato infatti per l'equipaggio della squadra tedesca, perdere la leadership provvisoria del campionato, anche se va pure detto che in classifica adesso paga solamente quattro punti nei confronti della Aston Martin di Paul Dalla Lana, Pedro Lamy e Mathias Lauda, con tre gare ancora all'appello da disputare sulle piste del Fuji, di Shanghai e in Bahrain.

"Siamo stati ancora sfortunati. Un anno dopo avere perso qui il titolo della Porsche Mobil 1 Supercup, un problema meccanico a mezzora dalla conclusione ci ha privato del terzo posto costringendoci ad una sosta ai box in cui non si è riusciti a risolvere nulla - ha commentato Cairoli, decisamente amareggiato - Il quarto posto di oggi ci ha consentito di portare a casa qualche punto per il campionato. Ma quello che mi fa male è che ho avuto il problema sulla mia vettura esattamente dove mi era successo lo scorso anno...".

Archiviata questa trasferta americana, si guarda dunque al Giappone. Il prossimo impegno del FIA WEC nel paese del Sol Levante è infatti in programma nel fine settimana del 14 e 15 ottobre.

Prossimo articolo WEC
Sebring torna nel WEC nel 2019, ma con una gara di 1.500 miglia

Previous article

Sebring torna nel WEC nel 2019, ma con una gara di 1.500 miglia

Next article

Fotogallery: le immagini più belle della 6 Ore di Austin

Fotogallery: le immagini più belle della 6 Ore di Austin

Su questo articolo

Serie WEC
Evento Austin
Sotto-evento Sabato, gara
Location Circuito delle Americhe
Piloti Christian Ried , Matteo Cairoli , Marvin Dienst
Team Proton Competition
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie