Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie

WEC | Toyota ritiene possibile realizzare LMH per i clienti oltre a LMDh

Toyota è convinta che sarà possibile per i team clienti far funzionare le auto costruite secondo le norme Le Mans Hypercar, nonostante la percezione che siano più costose e complicate delle macchine LMDh.

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid LMP1: Sebastien Buemi, Brendon Hartley, Ryo Hirakawa

Foto di: JEP / Motorsport Images

Il FIA World Endurance Championship consentirà alla nuova generazione di auto LMDh di competere contro le macchine LMH nella classe Hypercar a partire dal 2023, nell'ambito di un processo di convergenza con l'IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

La LMDh è stata concepita come una via d'accesso economica all'apice delle corse di auto sportive, con ogni vettura basata su un telaio LMP2 e dotata di un sistema ibrido fornito esternamente a un prezzo fisso.

Questo la rende una proposta interessante per i team indipendenti che vogliono correre alla 24 Ore di Le Mans e Porsche è già riuscita a vendere quattro esemplari della 963 a clienti del WEC e dell'IMSA per il primo anno del suo programma LMDh.

Al contrario, nessun costruttore è riuscito finora a siglare un accordo per la fornitura di una vettura LMH, che deve essere dotata di un telaio e di un gruppo propulsore su misura, in virtù di un regolamento che consente una maggiore libertà tecnica rispetto alle LMDh.

Toyota afferma che al momento non ha in programma di mettere a disposizione dei clienti la GR010 Hybrid vincitrice del titolo, ma ritiene che per un'azienda indipendente non sarà molto diverso correre con una vettura LMH rispetto a una LMDh.

Alla domanda se fosse possibile per un team di clienti correre con un'auto LMH come la Toyota, la Ferrari o la Peugeot, il direttore tecnico del marchio giapponese Pascal Vasselon ha risposto: "È sicuramente possibile. Se mi chiedete se è la nostra strategia al momento, no. Ma è sicuramente possibile. Sarebbe possibile avere team di clienti nella LMH".

I programmi LMDh non sono "molto" più economici dei LMH

Toyota ritiene inoltre che il costo di gestione di un programma LMDh non sia molto più basso di quello LMH, citando la quantità di test che Porsche, Cadillac, BMW e Acura hanno completato per dimostrare che una strada non è necessariamente più economica dell'altra.

Alla domanda se la gestione di un'auto LMH sarebbe più costosa di quella LMDh, Vasselon ha risposto: "Non molto, no. La macchina LMDh si è dimostrata un po' più costosa del previsto. E alla fine non dovrebbe essere così diverso. Al momento, quando si vede l'intensità dei test [di alcuni produttori], sicuramente il budget è molto elevato. Che si tratti di test con una LMDh o una LMH, alla fine non si dovrebbe avere un numero enorme di giorni di test, il che è importante".

#7 Porsche Penske Motorsport, Porsche 963, GTP: Mathieu Jaminet, Michael Christensen, Nick Tandy

#7 Porsche Penske Motorsport, Porsche 963, GTP: Mathieu Jaminet, Michael Christensen, Nick Tandy

Photo by: Richard Dole / Motorsport Images

Il regolamento LMDh ha riportato Porsche alle gare di durata, con il costruttore tedesco che si appresta a intraprendere programmi paralleli nel WEC e nell'IMSA a partire dal 2023 in collaborazione con il Team Penske.

Porsche fornirà vetture clienti a JOTA (WEC), JDC-Miller (IMSA) e Proton Competition (WEC e IMSA) per il primo anno del suo progetto LMDh, anche se non saranno pronte prima della fine di aprile. Porsche ha presentato la 963 LMDh a gennaio e da allora ha speso notevoli risorse per testare la vettura sia in Nord America che in Europa per il suo primo programma di gare di questa portata da quando si è ritirata dalla LMP1 alla fine della stagione WEC 2017.

Ma il costruttore tedesco contesta le affermazioni di Toyota sui costi di gestione di una vettura LMDh rispetto a una LMH. Alla domanda se la LMDh si sia rivelata più costosa di quanto si pensasse inizialmente, il responsabile motorsport di Porsche Thomas Laudenbach ha dichiarato a Motorsport.com: "No, non direi. Non in generale”.

"Penso che il concetto di LMDh consista nel fatto che si ha una libertà limitata, ma che si ha comunque una libertà in aree sufficienti a consentire a un costruttore di mostrare le proprie capacità. Per me è un buon compromesso tra il controllo dei costi e la libertà di costruire la propria auto. Inoltre, tenendo conto delle regole e delle condizioni al contorno, è un buon approccio avere questo Balance of Performance in funzione, perché siamo molto trasparenti nei confronti dell'ente sanzionatorio. No, non direi che si è rivelato più costoso di quanto pensassimo inizialmente".

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Pietro Fittipaldi si unisce alla Jota in LMP2 nel 2023
Prossimo Articolo WEC | Due Oreca LMP2 per Prema, Pin e Correa i primi nomi

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia