Stabiliti i criteri del Balance of Performance automatico in GTE PRO

Per raggiungere uniformità tra le varie vetture la FIA prenderà in esame anche la velocità massima e le prestazioni ottenute in gara con gomme consumate. Il primo aggiustamento avverrà a partire dalla 6 Ore del Nurburgring

Stabiliti i criteri del Balance of Performance automatico in GTE PRO
#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell
#95 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage: Nicki Thiim, Marco Sorensen, Richie Stanaway
#97 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage: Darren Turner, Jonathan Adam
#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell
#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE: James Calado, Alessandro Pier Guidi
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE: James Calado, Alessandro Pier Guidi

Come annunciato si va verso la rivoluzione nello stabilire i parametri del Balance of Performance tra le vetture della GTE PRO nel WEC. Dopo il prologo di Monza la Fia ha infatti ufficializzato la notizia già data in precedenza che a partire dalla 6 Ore del Nurburgring, in programma il 16 luglio, verrà applicato alle vetture il Bop automatico. Nelle prime due gare della serie iridata, ovvero Silverstone del 16 aprile e Spa-Francorchamps del 6 maggio, invece ci si baserà su un BoP appena fissato. Resta fuori da questi calcoli il BoP per la 24 Ore di Le Mans che sarà specifico per la classica maratona francese di giugno.

Tutto questo nel tentativo di spegnere le polemiche in materia di equivalenza delle prestazioni sorte l'anno passato e soprattutto nel cercare di mettere sullo stesso piano vetture che in effetti sono molto differenti tra loro, soprattutto ora che alla Ford GT si è aggiunta la Porsche RSR che rischia di mettere in secondo piano le più tradizionali Ferrari 488 e Aston Martin Vantage. I principi ispiratori del BoP automatico risiedono nel prendere in esame alcuni parametri che verranno esaminati nelle prime due corse. Dopo di che si applicheranno delle modifiche che ridurranno le prestazioni di chi ha un vantaggio netto sugli altri e contemporaneamente aumenteranno quelle dei modelli di vettura più lenti. Questo avverrà appunto dalla corsa tedesca in poi.Invariato invece il metodo che regola il  Bop della GTE AM.

Si giocherà su peso e potenza

Parecchie le novità rispetto al passato perché grazie alla nuova normativa non verranno presi in considerazione soltanto il risultato della corsa precedente e quelli in vigore fino al 2016. Fattori sotto la lente d'ingradimento saranno anche la velocità massima raggiunta in rettifilo e non soltanto il tempo sul giro, la prestazione nei vari settori in cui la pista è divisa, l'efficienza della vettura con gomme consumate nel corso della competizione. Naturalmente  non saranno soggette al BoP automatico le prestazioni ottenute in condizioni meteo proibitive o quando un modello di vettura sarà troppo lento o non avrà coperto la distanza della corsa.

Il BoP automatico passerà da due direttrici obbligatorie: l'aumento o la diminuzione di peso della vettura fino a un massimo di 20kg o della potenza del propulsore di 10kw. Per stabilire quello del Nurburgring, quindi, varranno le prestazioni ottenute a Silverstone e a Spa-Francorchamps non quelle della 24 Ore di Le Mans.

Per quanto riguarda il Bop iniziale che le vetture della GTE PRO dovranno usare a partire dalla corsa britannica della prossima settimana si è cercato oltre che valutare ciò che è accaduto nell'ultima corsa del 2016 anche ciò che i costruttori hanno presentato in sede di omologazione del modello e soprattutto i dati scaturiti dal test comparativo avvenuto in inverno a Ladoux, l'esame  aerodinamico, in riferimento particolare alle soluzioni adottate dalla Porsche RSR.

condivisioni
commenti
Fotogallery: le vetture del FIA WEC in pista a Monza per il prologo

Articolo precedente

Fotogallery: le vetture del FIA WEC in pista a Monza per il prologo

Prossimo Articolo

Il via alla guerra dei mondi

Il via alla guerra dei mondi
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
14 o
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi Prime

Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi

Nel fine settimana della 8 Ore di Portimao del FIA World Endurance Championship, la Toyota ha raggiunto le 100 gare nel Mondiale coi suoi prototipi. Ecco le principali pietre miliari di un percorso che era iniziato quasi 40 anni fa nel Gruppo C.

WEC
8 ago 2021
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021