Spa, 4°Ora: si ritira anche la seconda Toyota

Probabile rottura del propulsore per la seconda vettura giapponese che consente alla Porsche di Lieb-Jani-Dumas di salire al terzo posto. Ritirata ufficialmente 919 di Webber-Hartley-Bernhard. Alpine al comando tra le LMP2

Alla quarta ora accade di tutto: inizia Faessler che centra alla Source l'Alpine dell'incolpevole Richelmi spedendola in testa coda. Lo svizzero ritorna ai box con il musetto danneggiato. Il problema comunque deriva dall'impianto frenante che sta facendo penare la R18, probabilmente alle prese con grane legate a tutto il sistema dell'apparato ibrido. Ma non va meglio alla Toyota di Kobayashi che entra con la carrozzeria danneggiata nella parte destra dell'abitacolo e soprattutto una perdita d'olio. Alla 050 Hybrid-Hybrid viene sostituita la carrozzeria e c'è un tentativo di riparare il guasto e quando riparte l'ex pilota di Formula 1 si ritrova dietro le due ...Rebellion che stanno dominando la LMP1 private e sono quarta e quinta dietro alla Porsche 919 Hybrid che Marc Lieb, salito al posto di Dumas, ha portato in terza posizione.

Penalizzato Faessler

Ma per la Toyota numero 6 non è ancora finita: Kobayashi percorre appena una tornata e si ritrova di nuovo in garage. Dopo una decina di minuti all'interno dell'abitacolo esce sconsolato. Come per la Porsche numero 1 anche per la 050 Hybrid-Hybrid è il ritiro. Nel frattempo proseguono il bollettino di guerra vede l'Audi numero 7 punita con un drive through per l'incidente causato da Faessler ai danni di Richelmi. Sempre restando in tema di tamponamenti lo svizzero Kraihamer centra l'incolpevole Graves sempre alla Source, lo spedisce in testacoda e lui stesso nel tentativo di riprendere la pista va a toccare l'interno del tornante. Tutto questo permette all'Alpine di Gustavo Menezes, giovane statunitense che proviene dall'Euro di F.3, di andare al comando della LMP2 davanti all'Oreca di Matthew Rao e alla Ligier di Albuquerque-Senna-Gonzalez che stanno mantenendo fede ai pronostici della vigilia, correndo per i punti.

Sempre davanti a tutti in GTE PRO sono le due Ferrari 488 di Bruni-Calado e Rigon-Bird davanti di parecchio alle due Ford GT di Mucke-Pla-Johnson e Priaulx-Tincknell-Franchitti. In terza piazza tra le GTE AM è risalita la Corvette di Ruberti-Ragues-Yamagishi dietro alla Ferrari di Rui Aguas e all'Aston Martin dominatrice di DallaLana-Lamy-Lauda.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Spa
Sub-evento Sabato, gara
Circuito Spa-Francorchamps
Articolo di tipo Gara