Spa, 4° Ora: si preannuncia una doppietta Toyota

Le due TS050 guidate attualmente da Nakajima e Lopez sono al comando con facilità. La Rebellion di punta rallentata all'ultimo pit stop per sostituire il sistema dati. Prosegue il dominio della Porsche RSR in GTE PRO.

Spa, 4° Ora: si preannuncia una doppietta Toyota
Start action
Start action
Start: #8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso leads
#91 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Gianmaria Bruni
#66 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Stefan Mucke, Olivier Pla, Billy Johnson
#3 Rebellion Racing Rebellion R-13: Mathias Beche, Gustavo Menezes, Thomas Laurent
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE EVO: Alessandro Pier Guidi, James Calado and Motorsport.com signage
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#17 SMP Racing BR Engineering BR1: Stéphane Sarrazin, Egor Orudzhev, Matevos Isaakyan
#7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Mike Conway, Jose Maria Lopez, Kamui Kobayashi
Public Pit Walk

A 120’ dalla conclusione della 6 Ore di Spa, le Toyota occupano il primo e secondo posto con Buemi-Alonso-Nakajima e Conway-Kobayashi-Lopez. Alle loro spalle è salita la Rebellion R13 di Beche-Laurent-Menezes perché l’esemplare di punta è stato fermo molto ai box per sostituire il sistema di trasmissione dei dati. L’operazione si è svolta nel corso del pit stop a quattro minuti dalla conclusione della quarta ora quando al volante della vettura svizzera si trovava Neel Jani.

La terza ora si apre con la Porsche RSR di Giorgio Roda che finisce fuori pista a Fagne. Pochi danni per la vettura che il pilota lombardo riesce a riportare ai box. Però la corsa della Porsche del team Proton, sulla quale doveva ancora salire Matteo Cairoli, è compromessa. Al comando Alonso è sempre davanti a Senna e Menezes.

A dare spettacolo è intanto la seconda Toyota che Kobayashi spinge al limite. Il giapponese , riesce a portarsi al secondo posto. Le soste portano anche i relativi cambi piloti. Nakajima sostituisce Alonso. Riparte ma il giro seguente ritorna ai box, dove i meccanici armeggiano e in pochi secondi consentono al giapponese di ripartire. Non passano che pochi giri ed ecco che Kazuki finisce in testacoda a La Source riuscendo però a rimettere subito la TS050 in carreggiata.

Nel frattempo ha dovuto scontare un drive through per non avere rispettato la velocità ai box la BR1 di Sarrazin-Orudhehev che si trova al quarto posto. Stessa cosa per la CLM Enso di Dillman-Webb che è quinta.

In GTE PRO il dominio della Porsche RSR diBruni-Lietz è costante sulla Ford GT di Mucke-Johnson mentre proprio a fine dell’ora le due Ferrari 488 di Calado e di Bird riescono a lambire gli scarichi della seconda Porsche, guidata da Christensen. La vettura tedesca, infatti, va in crisi con le gomme usate. Ma la situazione torna nella normalità una volta effettuato il pit stop.

Con pneumatici nuovi Kevin Estre, che ha preso il posto del danese, impiega poco a infilare Calado e ritornare sul terzo gradino del podio. Ma la direzione corsa lo richiamerà per uno stop and go, in quanto il francese dopo il rifornimento ha fatto patinare le ruote in fase di ripartenza. Questo offre l’occasione a Calado di salire nella provvisoria terza posizione. Ma è una gioia di breve durata perché in appena un giro Estre si riprende il podio virtuale della classe.

In GTE AM la situazione vede al comando le due Vantage di Lamy-Lauda-DallaLana e di Alers-Hankey-Yoluc-Eastwood davanti alle Ferrari di Ishikawa-Beretta-Cheever e Sawa-Monk-Griffin. Penalizzata con un drive through quella di Fisichella-Flohr-Castellacci, retrocessa al settimo posto. Buona la gara in LMP2 dell’Orea G-Drive che gareggia fuori campionato: Pizzitola-Rusinov-Vergne sono in testa con un discreto margine sull’Alpine di Lapierre-Negrao-Thiriet.

condivisioni
commenti
Spa, 2° Ora: Buemi-Alonso dominano. Tincknell spaventa

Articolo precedente

Spa, 2° Ora: Buemi-Alonso dominano. Tincknell spaventa

Prossimo Articolo

Per Fernando Alonso e la Toyota buona la prima a Spa

Per Fernando Alonso e la Toyota buona la prima a Spa
Carica commenti
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021
Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura Prime

Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura

A Portimão la 007 LMH di Westbrook/Briscoe/Dumas è rimasta molto lontana dalle Hypercar Toyota, ma l'obiettivo era raccogliere dati anche facendo fronte ad imprevisti che solo in gara possono accadere. A Monza e Le Mans ci si aspetta qualcosa in più.

WEC
16 giu 2021
Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT Prime

Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT

Intervista esclusiva di Motorsport.com al ragazzo del Toro, che in soli 3 anni è passato dal programma giovani ad essere uno dei prospetti su cui Sant'Agata Bolognese sta investendo enormemente. Ripercorriamo col veneto la storia dei trionfi del 2018 fino ai numerosi impegni di quest'anno.

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans Prime

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans

Andiamo a scoprire in questo video le differenze regolamentari tra le Le Mans Hypercar e le Le Mans Daytona Hypercar, le categorie regine del mondiale endurance ed ovviamente della 24 Ore più famosa del mondo

WEC
15 mag 2021
Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo Prime

Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo

La stagione 2021 del FIA World Endurance Championship è partita a Spa il 1° maggio e per la prima volta non c'erano le Aston Martin ufficiali in Classe LMGTE Pro, chiusa la era di Prodrive che si era occupata di queste vetture per conto della Casa dal 2005.

WEC
9 mag 2021