Silverstone, 5° Ora: Faessler e Jani pronti al duello finale

Lo svizzero della Porsche ottiene il giro più veloce e riparte dai box con 6" di distacco dal connazionale dell'Audi. Bellissima battaglia a tre in LMP2. Ferrari invincibili tra le GTE PRO con Rigon e Bird dominatori

Non cambia la situazione alla 6 Ore di Silverstone: nemmeno Neel Jani sembra riuscire a recuperare il gap di una decina di secondi che accusa dall'Audi R18 di Marcel Faessler. Lo svizzero riesce a passare al comando solo in virtù del gioco delle soste quando mancano sei minuti alla fine della frazione. Ma come dice Marc Lieb per la Porsche numero 2

" Sarà molto difficile riuscire a spuntarla, perché abbiamo lo stesso passo dell'Audi. Noi andiamo meglio in frenata, dove recuperiamo qualcosa, loro sul dritto. Ci manca quindi lo spunto velocistico per sopravanzarli, almeno in condizioni normali".

Jani però ritarda un poco il proprio pit stop e quando ritorna al comando nel suo terzultimo passaggio ottiene il giro più veloce in 1'40"303. Poi si ferma. Riparte con 6" di distacco. L'ora conclusiva si annuncia bollente.

Terza è sempre la Toyota di Conway-Kobayashi-Sarrazin staccata ma molto regolare , mentre quarte e quinte sono le due Rebellion in una corsa che vive soprattutto sulla bellissima battaglia tra le LMP2. Albuquerque, Derani e Lapierre sono uno dietro all'altro e promettono un finale di corsa molto avvicindente, da gara sprint. Intanto in GTE PRO Rigon e Bird dominano con facilità davanti a Thiim e a Bruni, saldo al terzo posto. Le Ford invece sono lentissime e procedono assieme dietro all'Aston Martin di Stanaway.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Silverstone
Sub-evento Domenica, la gara
Circuito Silverstone
Articolo di tipo Gara