Silverstone, 1°Ora: comandano le Toyota ma le Porsche sono vicine

Sebastien Buemi e Mike Conway hanno tentato la fuga ma le vettura di Weissach fermandosi più tardi per il pit stop sono riuscite a recuperare parte dello svantaggio. Infuocata la lotta tra Ford, 911 RSR e Ferrari tra le GTE PRO

Silverstone, 1°Ora: comandano le Toyota ma le Porsche sono vicine

Non è successo molto nella prima ora della 6 Ore di Silverstone. Le Toyota comandano davanti alle due Porsche che, però, riescono a percorrere un giro in più delle vetture giapponesi e quindi recuperano qualcosa nel momento dei pit stop  restando a poco distanza con intatte possibilità di vittoria. In LMP2 è bella la lotta tra l'Oreca-Alpine di Lapierre che è stata al comando dal primo minuto e le vetture di Lynn e Senna mentre tra le GTE PRO comanda la Ford di Mücke con la Porsche RSR di Makowiecki che ha disputato un'ottima fase di corsa e la Ferrari del rimontante Bird in evidenza.

Buemi approfitta dei doppiati e va al comando

Come previsto al via Conway e Buemi con le Toyota cercano di scappare dalle due Porsche con Hartley che parte meglio di Jani e sale al terzo posto. Va peggio alla Ferrari di Sam Bird che viene toccata e perde subito la posizione d'onore tra le GTE PRO dove le Ford di Priaulx e Mücke si portano davanti alla Vantage di Thiim che in breve viene superata dalla Porsche di Makowiecki impegnato subito in una bella rimonta. In LMP2 l'iridato Lapierre con l'Oreca Alpine della Signatech infila Lynn che scende al terzo posto, superato anche da Bruno Senna.

In pochi giri il vantaggio di Conway sulla prima Porsche è di oltre 5" con le Toyota che scendono sotto la barriera del 1'40". Il primo cambiamento avviene dopo 11'di corsa quando Conway e Buemi che procedono uno attacco all'altro arrivano a doppiare un gruppo di GTE PRO impegnate in lotta. Buemi supera il compagno e va al comando. È ben più vivace la lotta per il quinto posto tra le GTE PRO con Christensen che passa la Vantage di Thiim dietro la quale sta cercando la rimonta la Ferrari di Bird. Ma alla 488 manca la velocità e l'impresa del britannico si fa complessa. Già ferma ai box è la CLM di Rossiter, che ha compiuto lentamente solo il primo giro. Ripartirà attardata di nove giri dalla coppia di comando.

Makowiecki porta la RSR in zona podio

Mentre la situazione sembra cristallizzarsi a dare spettacolo è Makowiecki che in poco tempo raggiunge le due Ford. Quella di Priaulx sta accusando un problema...antico:la porta lato guida-era già accaduto l'anno scorso-si apre e il britannico non solo deve far sfilare il compagno Mücke e il francese della Porsche ma avverte i box di un possibile rientro anticipato per sistemare il particolare. Tra le GTE AM  al comando è la Ferrari di Castellacci che alle spalle si ritrova la Vantage di Lamy e la Porsche di Barker. Quella di Ried, sulla quale più avanti salirà Cairoli, chiude il gruppo.

A 35' dalla conclusione della prima ora Sam Bird passa Thiim  e raggiunge Calado che nel frattempo è stato superato dalla seconda Porsche di Christensen, a dimostrazione che le RSR in prova avevano nascosto le proprie armi.

Porsche ritarda il pit stop

Al 27.giro si fermano le due Toyota per la prima sosta. Le Porsche vanno momentaneamente al comando ma Jani va entra in pit al 28.passaggio e Hartley al 29. Si riparte con una situazione immutata. Buemi e Conway davanti a Hartley e Jani. In LMP2 Lapierre resta al comando davanti a Lynn che ha superato Senna. Quarto è Vaxiviére. Tra le GTE PRO è lotta grande tra le Ferrari di Bird e Calado e la Porsche di Christensen. Proprio tra Calado e il danese c'è un piccolo contatto che viene posto sotto osservazione dai commissari sportivi. Allo scoccare dell'ora, e per il gioco dei rifornimenti, la classifica delle GTE cambia: virtualmente al comando è Mücke davanti a Bird perché Turner ancora deve fermarsi così come Priaulx che aveva anticipato la sosta per cambiare la portiera danneggiata.

condivisioni
commenti
Prolungato fino al 2020 l'accordo FIA-ACO

Articolo precedente

Prolungato fino al 2020 l'accordo FIA-ACO

Prossimo Articolo

Silverstone, 2° Ora: le Porsche 919 Hybrid hanno iniziato la rimonta

Silverstone, 2° Ora: le Porsche 919 Hybrid hanno iniziato la rimonta
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi Prime

Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi

Nel fine settimana della 8 Ore di Portimao del FIA World Endurance Championship, la Toyota ha raggiunto le 100 gare nel Mondiale coi suoi prototipi. Ecco le principali pietre miliari di un percorso che era iniziato quasi 40 anni fa nel Gruppo C.

WEC
8 ago 2021
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021