Seidl: "Faremo di tutto perché il WEC privilegi la tecnologia"

Andreas Seidl, team principal della Porsche, conferma l'impegno nella serie iridata che alla Casa di Weissach interessa per il doppio transfert tra il mondo delle corse e della produzione. Il focus resta sulla LMP1 e non su altro

Seidl: "Faremo di tutto perché il WEC privilegi la tecnologia"
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
Fritz Enzinger, Mark Webber, Brendon Hartley, Porsche Team
Neel Jani, Porsche Team
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley
Timo Bernhard, Porsche Team
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
Neel Jani, Marc Lieb, Porsche Team
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley, #13 Rebellion Racing Rebellion R-One AER: Matheo Tuscher, Dominik Kraihamer, Alexandre Imperatori

La Porsche ha concluso la stagione del WEC con il bottino pieno: titolo costruttori, vinto in anticipo in Cina e in realtà mai messo in discussione dalle rivali, e campionato piloti, con qualche apprensione per gli alti e bassi nei quali sono incappati Neel Jani, Marc Lieb e Romain Dumas nella seconda parte della stagione. Andreas Seidl, il team principal del programma LMP1, non può che essere soddisfatto di come siano andate le cose, anche se sa benissimo che il difficile per la serie iridata inizierà da ora.

"La perdita dell'Audi nel WEC è profonda e non facilmente colmabile. Soprattutto quest'anno sono stati molto competitivi e nelle ultime tre stagioni credo che il WEC abbia offerto le corse forse più belle e interessanti della propria storia. È triste quindi perdere una Casa così importante. Ma da un altro lato abbiamo già visto come questo campionato sia riuscito a essere bello e competitivo anche con solo due Case presenti. Questo significa che l'abbandono dell'Audi non pregiudica i nostri programmi. Il nostro obiettivo per il 2017 rimane il medesimo di questa e delle altre stagioni: costruire due vetture per vincere e per battere le Toyota".

"Allo stesso tempo, però, siamo molto attivi nelle discussioni su come verrà affrontata la stagione 2018. Lo stiamo facendo sia con gli organizzatori sia con la Toyota per comprendere e definire il futuro di questa categoria. Le direttrici sulle quali lavorare sono due: individuare il metodo migliore per attrarre nuovi costruttori in grado di rimpiazzare l'Audi. E, cosa che ritengo  più importante, è che venga mantenuto l'alto profilo tecnologico della serie. È per questo motivo che siamo presenti nel WEC e che abbiamo investito a lungo termine nella top class del campionato. Il WEC per noi, e non mi stancherò mai di ripeterlo, è il terreno ideale per sperimentare la tecnologia che poi verrà trasferita sulle nostre vetture stradali. Penso che questo verrà considerato".

È vero che Fia e ACO in accordo con voi costruttori potrebbero mettere nel congelatore le norme che sarebbero state introdotte nel 2018, tipo il terzo sistema ibrido?
"Ci sono delle discussioni ma è tutto in essere. Dobbiamo ancora attendere. Penso che una decisione definitiva a proposito verrà presa nelle prossime settimane".

È indubbio che il 2018 si annunci problematico. Stranamente in quella stagione entreranno altre Case ma nella GTE, vedasi BMW e Lamborghini. Non è che l'indirizzo che prenderà il WEC sia simile a quello degli Anni'70 quando vennero introdotte le famose silhouttes e che si vada verso la definizione di una sorta di GT estreme dotate di motori ibridi al posto delle LMP1?
"Onestamente questa idea non è al centro delle discussioni del momento. Sia Porsche sia Toyota stanno parlando di eventuali cambiamenti ma sempre nell'ambito delle LMP1, almeno per le prossime stagioni. Tengo a ritornare a ciò che ho accennato prima: il WEC è la base ideale per Porsche perchè ci permette di sperimentare materiali e componenti da trasferire sulle nostre vetture. Il campionato è il miglior modo per dimostrare ai nosti clienti il livello qualitativo della nostra produzione e della competenza che abbiamo. Il progetto LMP1 permette un doppio trasferimento tecnologico e umano, perché c'è una strettissima collaborazione con chi si occupa delle vetture stradali. Spesso i ruoli si scambiano, si lavora assieme. Il primo esempio che posso fare e che deriva da quella che è la nostra esperienza in LMP1 è l'utilizzo dell'impianto di sovralimentazione di piccole dimensioni che è presente ora sulle nostre vetture di produzione. Oppure certe decisioni riguardanti il sistema ibrido e l'alta tecnologia che possiamo sperimentare per poi inserirla nel normale processo di industrializzazione. Per noi tutto questo è troppo importante e faremo di tutto per mantenere questa strada nel WEC: che sia una serie votata all'alta tecnologia".

Vi crea dei problemi non sapere oggi in maniera esatta come sarà la vettura del 2018 che lei stesso aveva detto che era in fase in impostazione già durante quest'estate?
"No, non è un problema perché in ogni caso conosceremo le nuove normative entro poche settimane. Al momento il lavoro per il 2018 sta riguardando vari componenti e inoltre le grosse modifiche saranno incentrate soprattutto sul sistema ibrido  principale e sull'altezza delle scocche. Tutto il resto rimarrà invariato o almeno non ci saranno cambiamenti rispetto ai programmi normativi originari. Quindi questo non inficia il lavoro di impostazione delle linee di massima della vettura".

condivisioni
commenti
Coletta: "Dopo il titolo vogliamo regole certe e uguali per tutti"

Articolo precedente

Coletta: "Dopo il titolo vogliamo regole certe e uguali per tutti"

Prossimo Articolo

Accordo trovato nel WEC: congelate le regole tecniche fino a tutto il 2019

Accordo trovato nel WEC: congelate le regole tecniche fino a tutto il 2019
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi Prime

Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi

Nel fine settimana della 8 Ore di Portimao del FIA World Endurance Championship, la Toyota ha raggiunto le 100 gare nel Mondiale coi suoi prototipi. Ecco le principali pietre miliari di un percorso che era iniziato quasi 40 anni fa nel Gruppo C.

WEC
8 ago 2021
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021