Paolo Ruberti pronto per il Nurburgring

Paolo Ruberti, rimessosi dall'incidente occorsogli a Hockenheim, tornerà al volante della Corvette GTE AM del team Larbre. Debutto anche per Beche con la Rebellion e per Pizzonia, alla Manor al posto di Stevens

Paolo Ruberti tornerà in pista alla 6 Ore del Nurburgring, quarta corsa del WEC, riprendendo il volante della Corvette del Larbre Competition che fino a Spa-Francorchamps aveva diviso con Pierre Ragues e il giapponese Yamagishi. Il veronese come è noto era rimasto ferito a pochi giorni dal prologo della 24 Ore di Le Mans in un incidente alla prima curva di Hockenheim mentre stava istruendo un allievo pilota. Nell'impatto, dovuto a un problema ai freni della vettura, Ruberti si era procurato una frattura vertebrale, ridotta per via chirurgica all'ospedale tedesco BG Klinik di Ludwigshafen. Per questa ragione aveva dovuto saltare l'appuntamento più prestigioso del WEC, dove era stato sostituito dal francese Jean Philippe Belloc.

Con il ritorno di Ruberti al Nurburgring si ricompone quindi uno degli equipaggi più forti e affidabili della GTE AM. Ruberti affiancherà come sempre Ragues e il gentleman nipponico in una corsa dove, oltre ai vari rimpasti in Aston Martin, all'arrivo di Alex Brundle nel team G  Drive, al debutto di Williamson con il team Strakka, ci sarà l'esordio del brasiliano Antonio Pizzonia sulla Oreca LMP2 del team Manor in sostituzione di Will Stevens mentre lo svizzero Mathias Beche, come previsto, prenderà il posto di Nelson Piquet Junior, che aveva un contratto per le prime tre corse della serie iridata, sulla Rebellion guidata da Nick Heidfeld e Nicolas Prost.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Nürburgring
Circuito Nürburgring
Articolo di tipo Ultime notizie