WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
34 giorni

Neveu: "Trump ha chiuso i voli, era impossibile correre Sebring"

condivisioni
commenti
Neveu: "Trump ha chiuso i voli, era impossibile correre Sebring"
Di:
Tradotto da: Redazione Motorsport.com
12 mar 2020, 16:42

Dopo la decisione del FIA World Endurance Championship di cancellare la gara di Sebring nella serata di mercoledì, Motorsport.com ha parlato con l'AD della serie, Gerard Neveu, per saperne di più su questa scelta.

Quando avete preso la decisione di cancellare la gara?
“Come sapete, stiamo monitorando la situazione, ma il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato alle 9 di sera che avrebbe chiuso i voli dall'Europa, per cui è diventato inevitabile cancellare l'evento. Molti membri del paddock provengono da lì, quindi era impossibile correre senza di loro. Abbiamo agito in fretta - per conto nostro con persone del WEC e i nostri concorrenti - visto che c'erano da prendere dei voli per la Florida. Abbiamo pubblicato la notizia il prima possibile in Europa per avvertire la gente che doveva rivedere i programmi di viaggio".

Potevate prendere la decisione prima?
"Abbiamo lavorato con IMSA, Sebring Raceway e preso in considerazione le indicazioni del World Health Organisation e delle autorità federali statunitensi che si occupano di sanità; ne abbiamo parlato per tutto il giorno e non c'era necessità di prendere questa decisione prima, anzi, volevamo andare avanti. C'era sicuramente preoccupazione, specialmente per la situazione in Italia che stavamo valutando, ma fino alle 5 del pomeriggio di mercoledì era possibile correre".

Si potrà correre più avanti?
"La nostra stagione si snoda su due anni, per cui è una opzione molto difficile. L'IMSA, per dire, ha molta più flessibilità in questo senso e la può rinviare a fine anno, al momento è dura dirlo. A questo punto non possiamo dire altro, se non che siamo estremamente dispiaciuti perché la "SuperSebring" non era solamente un evento importantissimo per noi, ma per il motorsport, la visibilità negli U.S.A. e tutto il resto. Non parlo solo per me, ma anche per quasi tutti gli altri quando dico che era il weekend che tutti aspettavano e preferivano. Stiamo affrontando una situazione molto impegnativa e senza precedenti che cambia ogni giorno senza poter fare previsioni".

Cosa succederà a tutti i materiali e le infrastrutture già presenti sul posto?
"La logistica WEC e il team sportivo era già in Florida per allestire tutto. Insieme al nostro partner DHL Global Forwarding si occuperanno di preparare tutto e rispedirlo in Europa. E' un grande lavoro, ma abbiamo un team eccellente di lavoro e vorrei sfruttare l'occasione per ringraziare tutti quelli coinvolti nell'organizzazione, i fornitori e quelli che si ritrovano in una situazione molto difficile operando giorno e notte per risolvere tutto. Ringrazio sentitamente anche i collaboratori dell'IMSA e tutti i concorrenti del WEC per il supporto in circostanze così difficili".

Questo cosa comporterà per il WEC?
"Prima di rispondere a questo, mi preoccupo per le persone affette dal virus, ovunque siano. Prima di tutto dobbiamo pensare e lavorare per risolvere questa pandemia. Detto ciò, come altri campionati, aziende, organizzazioni, commerci, sport e persone, sappiamo che l'impatto umano è importante e per il futuro bisognerà lavorare più duramente per adeguarsi, ridefinire, rinnovare e rivitalizzare il nostro campionato. Non sto dicendo che sarà facile, ma è così e lo dovremo fare. Non dobbiamo dimenticare che siamo in una situazione transitoria, e che non abbiamo una fine definita. Dobbiamo stare calmi e affrontare la situazione sfruttando ogni cosa, e prendendo le sfide che ogni giorno ci vengono poste".

Verranno cancellate altre gare?
"Siamo davvero consapevoli che questa è una situazione che cambia rapidamente, e che nessuno aveva mai affrontato prima. Sinceramente, ad oggi non possiamo rispondere alla domanda perché non è una decisione che si può prendere. Vi terremo informati su ogni cosa immediatamente, tenendo monitorata la situazione del Covid-19 e dei suoi sviluppi".

Prossimo Articolo
Il WEC cancella la 1000 Miglia di Sebring, IMSA conferma la 12h

Articolo precedente

Il WEC cancella la 1000 Miglia di Sebring, IMSA conferma la 12h

Prossimo Articolo

Amazon Prime Video presenta il documentario su Alonso

Amazon Prime Video presenta il documentario su Alonso
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WEC
Evento Sebring
Autore Charles Bradley