Mark Webber ha deciso di ritirarsi: diventerà ambasciatore Porsche

Mark Webber si ritirerà dalle corse al termine della stagione 2016 del WEC, ma rimarrà in Porsche divenendo ambasciatore del marchio, consulente, scopritore e formatore di nuovi talenti per il marchio tedesco a partire dal 2017.

Il 2017 sarà un anno di grandi cambiamenti nel mondo del Motorsport a 4 ruote. Dopo gli addi alla Formula 1 di Felipe Massa e Jenson Button, c'è un altro pilota di grande calibro che dirà addio alla categoria in cui corre - il World Enduranche Championship - e, in questo caso, alle corse in generale: Mark Webber.

Il pilota australiano disputerà la sua ultima gara ufficiale da pilota professionista il 19 novembre, la 6 Ore dei Bahrain, poi appenderà il casco al chiudo per diventare ambasciatore speciale della Porsche. Ad annunciarlo è stata la Porsche con un lungo comunicato diffuso pochi minuti fa, alla vigilia del terzultimo appuntamento della stagione 2016: la 6 Ore del Fuji.

Il 40enne rappresenterà la Porsche negli eventi globali, ma sarà anche consulente per la casa di Stoccarda, a cui dedicherà tutta la sua esperienza nel Motorsport per i programmi sportivi di Porsche. Questo ruolo includerà anche la ricerca di nuovi talenti e la formazione di questi.

"Mark Webber rappresenta tutti i valori che Porsche cerca: sportività, talento, semplicità e dedizione al lavoro per arrivare al successo. E' sempre dispensatore di ottimi consigli e sa sempre ascoltare. Voglio ringraziarlo per le grandi prestazioni fornite a Porsche nel corso della sua carriera nel WEC assieme a noi e sono molto contento che rimanga in Porsche nel prossimo futuro", ha commentato Oliver Blume, Presidente del consiglio esecuitivo di Porsche.

Anche Fritz Enzinger, vice presidente del programma Porsche LMP1, non ha nascosto il suo dispiacere per questo ritiro: "Mark ci ha rafforzato in questi anni grazie alla sua esperienza e si è integrato perfettamente nel team. Inoltre, Mark ha vinto il campionato del Mondo piloti 2015 assieme a Timo Bernhard e Brendon Hartley, sembrava quasi essere una logica conseguenza del suo grande lavoro".

"Porsche è il marchio che ho amato di più, quello che speravo di raggiungere e l'ho fatto", ha detto Webber dopo aver ufficializzato il suo addio alle corse. "Mi mancherà la velocità pura, la deportanza in macchina, la concorrenza, ma voglio lasciare ad alto livello e non vedo l'ora di ricoprire i miei nuovi ruoli".

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Fuji
Circuito Fuji International Speedway
Piloti Mark Webber
Team Porsche Team
Articolo di tipo Ultime notizie