Lietz: "Nessuno tra i piloti delle GT ha cercato il tempo ad effetto"

Richard Lietz e i suoi compagni in Porsche hanno lavorato per definire gli ultimi particolari della RSR che debutterà a Silverstone. L'austriaco però sottolinea che i valori reali della categoria si vedrano soltanto in terra britannica

Lietz: "Nessuno tra i piloti delle GT ha cercato il tempo ad effetto"

La stagione della GTE PRO sarà interessante per il ritorno della Porsche ufficiale nel campionato dopo un anno di transizione. La nuova RSR, già vista nelle prime due corse del Weather Tech statunitense, ha  fatto il proprio debutto europeo a Monza, dove l'anno scorso venne portato e provato il primissimo prototipo della vettura. L'arma della Casa tedesca ha ben impressionato ponendosi subito allo stesso livello se non meglio delle concorrenti dirette in una categoria dove in ogni caso tutti si sono nascosti per non incorrere nella scure di un BoP che verrà stabilito appena concluso il prologo e che dovrebbe basarsi su quanto visto nell'ultima corsa del Bahrain del 2016.

Questo poi verrà mantenuto nelle prime due corse di Silverstone e di Spa-Francorchamps, modificato per Le Mans, dove però il BoP è esclusivo per le caratteristiche della maratona francese, e cambiato nuovamente al Nurburgring. È chiaro  che il ritorno in pompa magna di Porsche, con un progetto estremo, ponga lo squadrone di Weissach e le due coppie di piloti iscritti al WEC, Estre-Christensen e Makowiecki-Lietz- per Le Mans si vedranno anche Pilette e Werner- nel ruolo di grande protagonista della serie iridata.

"Vedo la stagione - dice Richard Lietz, iridato con Porsche e team Manthey nel 2015 - esattamente come negli anni passati: con tutti che vogliono vincere e con un equilibrio molto accentuato. Il prologo non ha avuto un significato preciso sulla prestazione assoluta; noi abbiamo cercato di lavorare sul comportamento della vettura in assetto da corsa più che da giro secco. Lo stesso hanno fatto anche gli altri, perchè Silverstone è vicina e ognuno ha rifinito gli ultimi particolari".

"In questi due giorni abbiamo compiuto progressi notevoli e nel pomeriggio di domenica deliberato i particolari che useremo a Silverstone, naturalmente con le dovute differenze di assetto anche aerodinamico imposte da piste diverse. Sfortunatamente non correremo a Monza dove abbiamo svolto una gran mole di lavoro di sviluppo per la realizzazione della RSR. Ma credo che possiamo sentirci soddisfatti:  pronti per il primo appuntamento".

Come si è adattata la vettura alle gomme Michelin di nuova produzione?
"Monza è poco abrasiva e non crea particolari problemi mentre Silverstone è ben più stressante per le coperture. Ma abbiamo già scelto i compound nel corso dei test invernali e siamo ottimisti perché il bilanciamento tra prestazioni e affidabilità delle gomme è più che buono".

Pensi che nel WEC si possa prospettare una situazione diversa e mettiamo migliore per Porsche rispetto a quanto sta accadendo in Imsa?
"Non sono in grado di stabilirlo. Lo dirà soltanto il responso  di Silverstone perché non sappiamo a quale livello si trovino i nostri rivali e con quale base di BoP abbiano girato qui a  Monza. Per questo i tempi del prologo vanno presi con le molle".

La tua opinione sul BoP automatico?
"In teoria è più che positiva perché dovrebbe creare quell'equilibrio che in passato spesso è mancato. In pratica non è ancora stato applicato e quindi non posso dire nulla a proposito".

condivisioni
commenti
Prologo, 4° Turno: oltre cento giri per le due Porsche 919

Articolo precedente

Prologo, 4° Turno: oltre cento giri per le due Porsche 919

Prossimo Articolo

Prologo, 5° Turno: il gran finale è della Toyota TS050 di Lapierre

Prologo, 5° Turno: il gran finale è della Toyota TS050 di Lapierre
Carica commenti
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021
Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura Prime

Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura

A Portimão la 007 LMH di Westbrook/Briscoe/Dumas è rimasta molto lontana dalle Hypercar Toyota, ma l'obiettivo era raccogliere dati anche facendo fronte ad imprevisti che solo in gara possono accadere. A Monza e Le Mans ci si aspetta qualcosa in più.

WEC
16 giu 2021
Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT Prime

Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT

Intervista esclusiva di Motorsport.com al ragazzo del Toro, che in soli 3 anni è passato dal programma giovani ad essere uno dei prospetti su cui Sant'Agata Bolognese sta investendo enormemente. Ripercorriamo col veneto la storia dei trionfi del 2018 fino ai numerosi impegni di quest'anno.

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans Prime

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans

Andiamo a scoprire in questo video le differenze regolamentari tra le Le Mans Hypercar e le Le Mans Daytona Hypercar, le categorie regine del mondiale endurance ed ovviamente della 24 Ore più famosa del mondo

WEC
15 mag 2021
Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo Prime

Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo

La stagione 2021 del FIA World Endurance Championship è partita a Spa il 1° maggio e per la prima volta non c'erano le Aston Martin ufficiali in Classe LMGTE Pro, chiusa la era di Prodrive che si era occupata di queste vetture per conto della Casa dal 2005.

WEC
9 mag 2021
Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola Prime

Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola

A Spa ha vinto la GR010 Hybrid #8, ma la settimana belga è stata caratterizzata più dalle lamentele che i giapponesi hanno mosso a FIA WEC ed ACO sulle gestioni dei nuovi regolamenti, risultate poi infondate con relativa figuretta...

WEC
6 mag 2021