Leupen: "La TS050 ha ampi margini di sviluppo e ha un buon potenziale"

Rob Leupen, team director del team Toyota Gazoo Racing, si è concesso in esclusiva ai nostri microfoni e ha dichiarato: "Abbiamo più budget rispetto al 2015. Vogliamo tornare ai vertici e, nel 2017, potremmo veramente avere la terza macchina".

Toyota ha finalmente presentato la TS050 Hybrid, il prototipo che dovrà contendere i titoli mondiali LMP1 ad Audi e Porsche. La nuova vettura appare sin da subito un deciso passo avanti rispetto alla progenitrice.

Il concetto aerodinamico all'anteriore è mutato: ora la scocca e il muso sono molto più alte, così da permettere all'aria di incunearsi al di sopra del telaio per creare downforce. La vera novità, però, è legata al motore e al sistema ibrido, ora diviso in due parti con batterie agli ioni di litio che recuperano l'energia in fase di frenata per poi rilasciarla quando richiesto dai piloti.

Rob Leupen, team director della Toyota, si è concesso in esclusiva ai microfoni di Motorsport.com, e ha parlato della nuova vettura, ma anche dei progetti per il 2016 del team e delle speranze per la prossima stagione, legate ancora una volta all'introduzione del terzo prototipo.

Che sensazioni vi ha dato la nuova TS050 al debutto nei primi test?
"Iniziamo bene il 2016. Abbiamo una nuova vettura, un nuovo motore. Ogni cosa è nuova. Questo significa che avremo qualcosa da sviluppare nel corso della stagione. Sappiamo però che ci sono anora dei lati della vettura che sono pressoché sconosciuti. Vero, abbiamo fatto già 32.000 chilometri di test, ma questo non vuol dire che siamo in grado di conoscere del tutto la vettura. Sappiamo però che potremo svilupparla e che ha molto potenziale. Siamo molto felici di tutto ciò e siamo ansiosi di farla debuttare in gara".

Come sono andati i primi test?
"Come dicevo, potenzialmente abbiamo davvero una buona vettura. Penso che i piloti siano piuttosto felici. Loro mi hanno detto che la PS050 si guida meglio rispetto al prototipo 2015, anche se ci sono ancora dei punti di domanda riguardo il nuovo propulsore. Abbiamo ancora molte cose da capire e da migliorare. Per quanto riguarda l'ibrido utilizzeremo una batteria agli ioni di litio, una soluzione molto differente a quella adottata l'anno passato. Siamo passati da un tipo di tecnologia a un'altra. Il team ora ha bisogno di allenarsi e capire bene il nuovo sistema, ma la motivazione è molto alta".

La TS050 non presenta solo nuove forme, ma anche una nuova livrea...
"Banca, rossa e nera. Il fatto è che Toyota Gazoo Racing ha deciso di utilizzare questi colori. Noi abbiamo introdotto il nuovo logo Toyota Hybrid. Aiko Toyoda è il capo della sezione Motorsport ed è l'unico a poter scegliere i colori, che sono quelli storici del marchio. Per noi va benissimo".

Qual è il vostro principale obiettivo per questa stagione?
"A noi interessa mostrare che tra Toyota Motorsport e le vetture stradali ci sia una vera e propria connessione. Vogliamo che le persone capiscano che sport e prodotto siano sempre riconducibili allo stesso marchio. Che si tratti della 24 Ore del Nurburgring o il progetto WRC".

Avete un budget più ampio rispetto alla scorsa stagione?
"Sì, abbiamo un budget migliore rispetto al 2015. Siamo riusciti a partire in anticipo con il programma di sviluppo della vettura e per fare questo avevmo bisogno di soldi. Questo non significa che ora siamo pieni di soldi da poter spendere. Non è ancora il nostro caso, ma la nostra situazione ci soddisfa".

Cosa comporta l'ingaggio di Kobayashi per questa stagione?
"Kamui identifica la Toyota, la casa madre, con la nostra realtà sportiva. Questo è davvero molto importante. Quest'anno potremo contare su un pilota giapponese in entrambi gli equipaggi e, dal prossimo anno, se dovessimo correre con una terza macchina, potremmo inserirne un altro. Kamui è molto veloce ma deve imparare molto. L'Endurance richiede una guida molto differente rispetto alle serie in cui ha guidato in precedenza. Sappiamo però di aver ingaggiato un pilota molto forte. Frà molto bene con noi".

Dunque potreste aggiungere una terza vettura nel 2017? Sarà l'anno buono?
"Speriamo davvero di poter scendere in pista con tre vetture. Ma è una cosa che diciamo ogni anno. Dipenderà, ancora una volta, solo dal budget, perché abbiamo molti sviluppi in programma quest'anno. Se vogliamo fare un gran numero di sviluppi sulla vettura e renderla molto competitiva... Non vogliamo aggiungere una vettura e prendere un secondo al giro a Le Mans. E' un discorso che facciamo dal 2012, ma ci aspettiamo di poterla avere a partire dall'anno prossimo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Toyota TS050 Hybrid 2016
Sub-evento Studio photoshoot
Circuito Circuit Paul Ricard
Team Toyota Racing
Articolo di tipo Intervista