La colonna di Bird: "Che emozione la vittoria al debutto con Ferrari!"

Sam Bird inizia a scrivere in esclusiva per Motorsport.com: il pilota britannico ci racconta il primo successo colto da pilota ufficiale Ferrari nel WEC assieme a Davide Rigon, al volante della 488 GTE numero 71 a Silverstone.

Cari lettori di Motorsport.com, sono davvero molto felice di condividere la mia esperienza nel FIA World Endurance Championship 2016 con voi! Questa è una stagione molto importante per me, la prima come pilota ufficiale della Ferrari, al servizio del team AF Corse. Come potrete leggere nel corso di questo intervento, il Mondiale non sarebbe potuto partire meglio per me e per il mio compagno di squadra Davide Rigon, con cui condivido l'abitacolo della Ferrari 488 GTE numero 71.

Pochi test alle spalle

SIamo arrivati a Silverstone dopo aver trascorso l'inverno nei test per sviluppare la nuova Ferrari 488 GTE. Appena l'ho vista ho subito pensato che fosse un grande esercizio di ingegneria, una macchina meravigliosa. Era incredibile. In realtà non sono riuscito a svolgere molti test al volante della vettura prima di arrivare a Silverstone. Lo stint più lungo compiuto con un solo treno di gomme è stato di 12 giri appena. Eravamo preparati piuttosto bene, ma non avevo svolto migliaia di chilometri in previsione dell'avvio del Mondiale.

Questo, di per sé, fa ben sperare per il prosieguo del campionato, perché personalmente so di poter dare molto di più, specialmente nelle prossimi mesi, quando potrò avere più esperienza riguardo la vettura. Dovrei riuscire a sentirmi ancora più a mio agio al volante della 488 GTE di quanto già non sia e questo sarà certamente un aspetto molto importante in ottica campionato.

In questa stagione sto correndo con materiale completamente differente rispetto a quello utilizzato lo scorso anno. Nel 2015 ho corso in LMP2 e non ero costretto come in questa stagione a guardare troppo negli specchietti retrovisori. Consideravo il traffico in modo differente. Ora devo stare attento molto di più all'arrivo dei prototipi.

Subito pole e vittoria

Inoltre non avevo mai guidato la 488 GTE sul bagnato, quindi le condizioni meteo che mi sono trovato ad affrontare nel venerdì e nelle Qualifiche di sabato sono state una vera e propria sfida. Sono felice, perché poi tutto si è svolto nel migliore dei modi e siamo stati in grado di occupare una posizione di vertice sin da subito.

La Ferrari 488 GTE gemella, quella di Gimmi Bruni e James Calado, ha avuto un problema, ma sapevamo che sarebbe stato complesso batterla. Alla fine abbiamo centrato la pole position. Davide (Rigon) ha guidato magnificamente e in gara ha centrato il primo successo della carriera nel WEC. Sono molto contento per lui, così come lo sono per Brice Laforge, un nostro ingegnere. Anche per lui è la prima vittoria nella categoria.

Per me, invece, è stata la prima vittoria con la Ferrari e trionfare sulla pista di casa ha reso il tutto ancora più speciale di quanto non fosse già. Dall'esterno può sembrare facile, ma nel WEC non è così, soprattutto in LMGTE-Pro. Siamo rimasti ai vertici in gara e siamo stati favoriti da un problema che ha colpito la Porsche 911 del team Dempsey-Proton. Questo ha fatto sì che avessimo meno pressione e ci ha consentito di costruire un margine piuttosto rassicurante. Il ritmo mio e di Davide è sempre stato davvero buono e costante.

Devo sottolineare che Gimmi e James hanno fatto un ottimo lavoro, riuscendo a centrare il secondo posto. Hanno fatto tutto ciò che ci si aspetta da piloti del loro calibro e credo che si siano divertiti molto nella rimonta, partita dai piani bassi dello schieramento sino ad arrivare al secondo gradino del podio.

Il successo è dedicato a Jules Bianchi

Quando Davide ha tagliato il traguardo ero davvero felice e orgoglioso del team. Ho iniziato a pensare a Jules (Bianchi), perché oggi sarebbe stato un pilota della Ferrari di F.1 e anche di vincere delle gare. Sono sicuro di tutto ciò. Per questo ho pensato a lui e alla sua famiglia. Ho pubblicato un tweet per lui alla sera, una volta terminata la gara. Volevo ricordare che campione era.

Il mese prossimo andremo a Spa-Francorchamps, ma nella nostra mente è già ben presente il pensiero riguardo la 24 Ore di Le Mans, prevista per giugno. In quella gara il titolo WEC può essere vonto o perso, quindi dovremo continuare a spingere. Ferrari e AF Corse hanno gli uomini per fare del 2016 un anno memorabile. Non vedo l'ora di raccontare proprio qui, ai lettori di Motorspot.com, tutto quello che accade nella mia stagione nel World Endurance Championship 2016.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Silverstone
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Silverstone
Piloti Sam Bird
Team AF Corse
Articolo di tipo Commento