Il WEC impone powertrain derivate dal prodotto per le Hypercar 2020/2021

condivisioni
commenti
Il WEC impone powertrain derivate dal prodotto per le Hypercar 2020/2021
Di: Gary Watkins
Tradotto da: Matteo Nugnes
05 dic 2018, 19:15

Le nuove regole dei prototipi hypercar che entreranno in vigore nel FIA WEC dalla stagione 2020/21 imporranno l'uso di powertrain derivate da quelle stradali.

Le regole concordate durante il Consiglio Mondiale del Motorsport di oggi richiedono che il motore a combustione interna ed il sistema di recupero dell'energia dell'asse anteriore debbano essere basati su unità "destinate ad una vettura di serie omologata per uso stradale".

Dovranno essere prodotte almeno 25 vetture con il motore ed altrettante con il sistema ibrido entro la fine dell'anno della prima stagione in cui sono utilizzati nel WEC.

Queste cifre salgono a ben 100 unità dopo la fine della seconda stagione.

Le modifiche al motore sono libere, fatta eccezione per il monoblocco e la testata, ma le regole stabiliscono che non è consentita nessuna modifica all'unità ibrida.

Le regole stabiliscono inoltre le finestre per le prestazioni delle vetture, che sono al centro del regolamento.

Leggi anche:

Ci sono delle cifre stabilite per quanto riguarda il carico aerodinamico, la resistenza aerodinamica e l'efficienza aerodinamica complessiva delle vetture.

La potenza massima del motore è fissata a 508 kW o 680 cavalli, mentre quella del sistema ibrido a 200 kW o 268 cavalli.

E' stata impostata anche la distribuzione del peso, che deve essere ripartito per 48,5% sull'anteriore, con una tolleranza dell'1,5%.

Il peso minimo è stato fissato a 1.040 kg, rispetto ai 980 annunciati durante la settimana della 24 Ore di Le Mans, quando era stato svelato il concetto delle hypercar.

L'omologazione delle vetture sarà valida per cinque stagioni nella categoria. Un produttore o un costruttore potrà omologare due modelli diversi e saranno ammessi cinque aggiornamenti "joker" nello stesso periodo.

Il regolamento è già stato pubblicato sul sito della FIA e rimane sotto la vecchia etichetta LMP1.

Tuttavia, il promoter, l'Automobile Club dell'Ouest, ha dichiarato che intende chiedere agli appassionati delle sportscar di aiutarli a scegliere un nuovo nome.

Prossimo Articolo
Rivoluzione nel WEC: dal 2019/2020 non sarà più permesso fare contemporaneamente rifornimento e cambio gomme

Articolo precedente

Rivoluzione nel WEC: dal 2019/2020 non sarà più permesso fare contemporaneamente rifornimento e cambio gomme

Prossimo Articolo

Con le Hypercar sarà svolta totale nel WEC: ci sarà anche la success ballast nella classe regina

Con le Hypercar sarà svolta totale nel WEC: ci sarà anche la success ballast nella classe regina
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Autore Gary Watkins