I vincitori in coro:" Questa è davvero la vittoria di tutta la Porsche "

Timo Bernhard, Mark Webber e Brendon Hartley pongono l'accento su come l'organizzazione e l'assenza di problemi siano alla base dell'affermazione statunitense. Giusta la decisione di partire con le gomme usate

I vincitori in coro:" Questa è davvero la vittoria di tutta la Porsche "

Che Timo Bernhard e Brendon Hartley nutrino una passione sfrenata nei confronti di due punti fermi dell'automobilismo tedesco, Stefan Bellof, e neozelandese, Mike Thackwell, è risaputo. Così non è raro che dopo le loro prestazioni si scherzi e ognuno dei due domandi come si sarebbero comportati i due campioni nelle medesime condizioni. Questa volta però entrambi sanno che più che ricordare le condotte grintose dei loro idoli la corsa di Austin si è basata sull'intelligenza e l'organizzazione. "Alla Prost", come sorridendo, ha commentato Bernhard.

" Sapevamo che non potevamo avere il passo delle Audi. Ne eravamo consci e per questo avevamo impostato questa tattica di corsa che prevedeva una prima parte lenta e una seconda che ci avrebbe portato molto più vicini ai ragazzi dell'Audi. Abbiamo massimizzato ciò che avevamo a disposizione e sfruttato alla perfezione i due regimi di bandiere gialle. È un grande risultato perchè tutto è filato liscio, la vettura non ha mai perso un colpo, i meccanici-ndr che sono stati ringraziati pubblicamente da Webber-sono stati straordinari sotto questo caldo quasi impossibile. Capisco la delusione dei nostri rivali ma le corse endurance sono queste".

Brendon Hartley si è sintonizzato sui pensieri del compagno di guida: " È stata una corsa durissima sia per le temperature sia per la differenza di prestazione che avevamo con le Audi. Più che una vittoria individuale è un'affermazione di squadra perché tutte le componenti hanno lavorato in sintonia e la corsa è filata liscia. Certo l'Audi numero 8 ha avuto il problema elettrico che mi ha dato la possibilità di recuperare parecchi secondi e quello è stato il momento decisivo che è stato seguito poi dall'esposizione del regime di full course yellow. Allungando lo stint e sfruttando gli episodi fortunati abbiamo costruito una vittoria molto importante".

Mark Webber è stato colui che ha preso il via della corsa e si è trovato all'uscita della prima curva in un'isperata seconda posizione:" Loic Duval era parecchio largo e mi sono infilato ma ha impiegato poco a ripassarmi. Le due Audi erano semplicemente troppo veloci e potevano sfruttare le gomme fresche al contrario nostro che eravamo partiti con quelle usate, consapevoli di doverci difendere inizialmente e poi cercare con la tattica di recuperare nel corso della gara. Però c'è da ammettere che il divario tra loro e noi era davvero molto grande. Per noi è stata, considerando le condizioni, davvero una grande giornata".

condivisioni
commenti
Austin, 6° Ora: per Porsche una vittoria che sa di titolo iridato

Articolo precedente

Austin, 6° Ora: per Porsche una vittoria che sa di titolo iridato

Prossimo Articolo

Di Grassi: " Veloci sì ma dobbiamo sbagliare meno "

Di Grassi: " Veloci sì ma dobbiamo sbagliare meno "
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi Prime

Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi

Nel fine settimana della 8 Ore di Portimao del FIA World Endurance Championship, la Toyota ha raggiunto le 100 gare nel Mondiale coi suoi prototipi. Ecco le principali pietre miliari di un percorso che era iniziato quasi 40 anni fa nel Gruppo C.

WEC
8 ago 2021
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021