WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Fernando Alonso in Bahrain con la Toyota: test in vista di Le Mans

condivisioni
commenti
Fernando Alonso in Bahrain con la Toyota: test in vista di Le Mans
Di:
7 nov 2017, 19:54

Il due volte campione del mondo prenderà parte al rookie test in programma il 19 novembre, il giorno dopo l'ultima 6 Ore del 2017. È già stato nella sede del team a Colonia per prepare il sedile in vista del debutto.

Fernando Alonso, McLaren
Grid Girl for Fernando Alonso, McLaren
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050-Hybrid: Sébastien Buemi, Anthony Davidson, Kazuki Nakajima
Fernando Alonso, McLaren
Fernando Alonso, McLaren, wearing a Sombrero
#7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050-Hybrid: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez
Fernando Alonso, McLaren
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050-Hybrid: Sebastien Buemi, Anthony Davidson, Kazuki Nakajima
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050-Hybrid: Sebastien Buemi, Anthony Davidson, Kazuki Nakajima

Fernando Alonso guiderà la Toyota TS050 Hybrid al rookie test del WEC in programma il 19 novembre, il giorno dopo l'ultima gara del mondiale 2017. Fonti del settimanale Autosport hanno confermato la notizia che il due volte campione del mondo sia stato lunedi nella sede della TGM a Colonia per preparare il sedile in vista del debutto con le vetture a ruote coperte.

Aumentano quindi le possibilità di vedere Fernando al via della 24 ore di Le Mans del 2018 e indirettamente, se mai ce ne fosse stato bisogno, viene confermata la partecipazione della Toyota alla superstagione 2018-19.

Toyota non ha mai smentito nell'ultimo anno l'interesse per il pilota spagnolo che per molto tempo era stato accostato alla Porsche per l'avventura nella 24 Ore di Le Mas. Come è noto i rapporti tra il direttore tecnico della Casa giapponese Pascal Vasselon e Alonso risalgono a lunga data, quando l'ingegnere francese era responsabile del programma Michelin in Formula 1.

Da parte sua Toyota a differenza di Porsche ha sempre inserito in squadra piloti provenienti dal mondo delle monoposto: attualmente tutta la line up della squadra è composta da ex Formula 1, Davidson, Buemi, Kobayashi, Nakajima, Indy e GP2, Conway e Lopez. Scherzando, qualche mese fa, Vasselon aveva detto a Motorsport.com che "Fernando sarebbe davvero un'ottima scelta per la squadra. Il problema è che credo costi un po' troppo per le nostre disponibilità".

L'operazione Fernando Alonso in Bahrain rappresenta anche un gran colpo promozionale per il WEC e per l'ACO che in questo modo potranno preparare nel migliore dei modi l'edizione 2018 della 24 Ore di Le Mans e della superstagione nella quale la Toyota dovrà confrontarsi con le LMP1 private.

Nel rookie test il due volte campione del mondo sarà affiancato dal francese Thomas Laurent, che proprio domenica a Shanghai ha perduto la leadership del Trofeo LMP2 ma che assieme a Jarvis e Ho Pin-Tung è in piena lizza per la vittoria con il duo della Rebellion-Vaillante Bruno Senna-Julien Canal.

Come è noto Alonso sarà al via nel 2018 della 24 Ore Daytona al volante della Ligier della United Autosports, di proprietà di Zack Brown, assieme al campione europeo di Formula 3 e neo tester McLaren Lando Norris e al campioncino della LMP3 Phil Hanson.

Prossimo Articolo
Cairoli: "A Shanghai penalizzati dalle gomme. Per il titolo ora è più dura"

Articolo precedente

Cairoli: "A Shanghai penalizzati dalle gomme. Per il titolo ora è più dura"

Prossimo Articolo

Pietro Fittipaldi o Matevos Isaakyan sulla Porsche 919 nel rookie test

Pietro Fittipaldi o Matevos Isaakyan sulla Porsche 919 nel rookie test
Carica commenti