WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Austin, 6°Ora: per Porsche terza doppietta dell'anno e mondiale in vista

condivisioni
commenti
Austin, 6°Ora: per Porsche terza doppietta dell'anno e mondiale in vista
Di:
16 set 2017, 23:20

Vincono Bamber-Hartley-Bernhard grazie agli ordini di scuderia. Le Toyota hanno salvato l'onore giocando con l'arma della tattica. In GTE PRO la Ferrari prende il largo in classifica iridata con la vittoria di Calado e Pier Guidi

Ha vinto ancora una volta la Porsche, ripetendo la doppietta messicana di due settimane fa. Ma, fortunatamente per lo spettacolo, l'affermazione statunitense delle 919 Hybrid, è stata più faticosa, anche incerta fino a metà corsa se vogliamo, perché la Toyota, che in qualifica si era nascosta, ha iniziato subito a suonare la fanfara, occupando nelle fasi iniziali le prime due posizioni, grazie alla decisione del  doppio stint . In ritardo di prestazione media sul passo era l'unica mossa che la Casa giapponese poteva applicare alla strategia di una corsa in cui sembrava irridimediabilmente battuta già in partenza. Una sconfitta, quindi , più che onorevole per le due TS050 che nel corso delle ore hanno dovuto alzare bandiera bianca. Perché quando le Porsche attaccavano con i loro doppi stint le Toyota erano costrette a cambiare le gomme e quindi a perdere tutto il vantaggio acquisito. In più la vettura di Kobayashi, sempre in mezzo ai guai, ha ricevuto alla fine della corsa un'ulteriore penalizzazione di 10" per avere tamponato,  la Porsche 919 Hybrid di Bamber alla conclusione della quarta ora.

La ragion di stato

Porsche ha dimostrato ancora una volta una superiorità che ormai dal Nürburgring sebra inscalfibile. Ed è inutile fare polemica sul fatto che chi avrebbe meritato la vittoria , ovvero il trio Jani-Lotterer-Tandy-in quel momento guidava l'inglese- alla fine sia stato costretto platealmente a rallentare in pieno rettifilo per far sfilare la vettura di Bamber che assieme a Hartley e a Bernhard è l'uomo indicato per vincere il campionato del mondo piloti. La ragion di stato , quando ci sono punti in palio e si gareggia per i costruttori, è fondamentale e le scelte, già annunciate, giustamente sono state rispettate da un gruppo di piloti che dimostrano cosa sia la professionalità in ogni momento e che quasi mai cadono nel minimo errore.

Calado e Pier Guidi in gran spolvero

Gli Usa hanno regalato anche una straordinaria prestazione in GTE PRO delle Ferrari. Alessandro Pier Guidi e James Calado, molto bravo in questa occasione, hanno vinto e permesso alla Ferrari di guadagnare ancora in classifica iridata nei confronti della Ford che oggi è stata disastrosa e mai in gara: ora sono ben 41 i punti di vantaggio e 42 sulla Aston Martin anch'essa sotto le attese su una pista dove in genere dominava. Ottima, una volta tanto, la corsa delle Porsche, terza con Estre e Christensen. E attenzione a questa vettura che sta crescendo. Soprattutto in classifica iridata piloti i ragazzi di Weissach potrebbero rientrare in lizza. Bravi sono stati anche Rigon e Bird, vittime forse di una strategia sbagliata di gomme che non ha pagato ma ha regalato in ogni caso punti preziosi alla Ferrari mentre in LMP2 l'Alpine ha finalmente ottenuto una meritata prima affermazione davanti alle due Oreca del team Vaillante Rebellion. Sfortunato infine Cairoli tra le GTE AM per colpa di un problema al posteriore della sua RSR 991 andata ai favoriti Lauda-Lamy-DallaLana con le due Ferrari 488 del Clearwater e di Spirit of the race di Flohr-Castellacci-Molina sul podio.

Tandy rallenta e Bamber vince

La cronaca delle ultime due ore non regala troppe emozioni. Tandy al comando viene raggiunto da Bamber. Non si sa se per sbaglio o per ordini superiori fattosta che il britannico sbaglia l'ingresso di una curva e fa sfilare il compagno. Le soste arrivano al 171.giro per Nakajima, e in sequenza i giri seguenti per Kobayashi, Bamber e Tandy. Tutti e quattro faranno un doppio stint ma la sorpresa è che ai box Porsche fanno guadagnare a Tandy ben sette secondi e così la classifica cambia con il britannico che ritorna in testa davanti al neozelandese con le due Toyota distaccate.

A 10'dalla fine doppio giallo in GTE: la vettura di Pier Guidi fora la gomma anteriore sinistra ed è costretta a rientrare ai box. Bravissimi i ragazzi dell'AF Corse riescono a farla ripartire di pochissimo davanti alla Porsche RSR di Christensen. Potrebbe essere l'inizio di un duello ma il pilota di Tortona è bravissimo ad allungare in un paio di curve  e a mantenere la posizione.

Quando mancano 5' in testa accade ciò che ci si attendeva:Tandy rallenta vistosamente in rettifilo e fa sfilare Bamber che con questa vittoria si proietta verso il titolo mondiale piloti assieme ai suoi compagni Hartley e Bernhard.

Cla #PilotiAutoClassGiriTempoGapDistaccoPitsRitiratoPunti
1   2 germany Timo Bernhard 
new_zealand Brendon Hartley 
new_zealand Earl Bamber 
Porsche 919 Hybrid LMP1 192 6:00'52.444     6    
2   1 germany André Lotterer 
switzerland Neel Jani 
united_kingdom Nick Tandy 
Porsche 919 Hybrid LMP1 192 6:00'52.720 0.276 0.276 6    
3   8 france Stéphane Sarrazin 
japan Kazuki Nakajima 
switzerland Sébastien Buemi 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 192 6:01'14.400 21.956 21.680 6    
4   7 japan Kamui Kobayashi 
united_kingdom Mike Conway 
argentina José María López 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 192 6:01'37.470 45.026 23.070 6    
5   36 france Nicolas Lapierre 
brazil André Negrao 
united_states Gustavo Menezes 
Alpine A470 LMP2 177 6:02'30.300 15 giri 15 giri 8    
6   13 brazil Nelson Piquet Jr. 
denmark David Heinemeier Hansson
switzerland Mathias Beche 
Oreca 07 LMP2 176 6:01'00.811 16 giri 1 giro 7    
7   31 brazil Bruno Senna 
france Julien Canal 
france Nicolas Prost 
Oreca 07 LMP2 176 6:01'04.586 16 giri 3.775 7    
8   38 united_kingdom Oliver Jarvis 
china Ho-Pin Tung 
france Thomas Laurent 
Oreca 07 LMP2 176 6:01'06.571 16 giri 1.985 7    
9   37 china David Cheng 
france Tristan Gommendy 
united_kingdom Alex Brundle 
Oreca 07 LMP2 175 6:01'13.924 17 giri 1 giro 8    
10   24 france Jean-Éric Vergne 
united_kingdom Ben Hanley 
united_kingdom Matt Rao 
Oreca 07 LMP2 175 6:01'39.068 17 giri 25.144 7    
11   28 france François Perrodo 
france Emmanuel Collard 
france Matthieu Vaxivière 
Oreca 07 LMP2 174 6:01'58.758 18 giri 1 giro 9    
12   26 russia Roman Rusinov 
france Pierre Thiriet 
united_kingdom Alex Lynn 
Oreca 07 LMP2 168 6:01'44.773 24 giri 6 giri 7    
13   51 united_kingdom James Calado 
italy Alessandro Pier Guidi 
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 167 6:01'04.459 25 giri 1 giro 6    
14   92 denmark Michael Christensen 
france Kevin Estre 
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 167 6:01'10.122 25 giri 5.663 5    
15   71 united_kingdom Sam Bird 
italy Davide Rigon 
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 167 6:01'35.653 25 giri 25.531 5    
16   95 denmark Marco Sorensen 
denmark Nicki Thiim 
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 167 6:01'39.337 25 giri 3.684 5    
17   97 united_kingdom Darren Turner 
united_kingdom Jonathan Adam 
brazil Daniel Serra 
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 167 6:02'55.290 25 giri 1'15.953 5    
18   91 austria Richard Lietz 
france Frédéric Makowiecki 
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 166 6:01'14.301 26 giri 1 giro 7    
19   67 united_kingdom Harry Tincknell 
guernsey Andy Priaulx 
Ford GT LMGTE PRO 166 6:02'25.411 26 giri 1'11.110 5    
20   66 germany Stefan Mücke 
france Olivier Pla 
Ford GT LMGTE PRO 166 6:02'54.536 26 giri 29.125 6    
21   98 portugal Pedro Lamy 
canada Paul Dalla Lana 
austria Mathias Lauda 
Aston Martin Vantage V8 LMGTE AM 162 6:01'37.610 30 giri 4 giri 6    
22   61 ireland Matt Griffin 
malaysia Mok Weng Sun 
japan Keita Sawa 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 162 6:02'27.669 30 giri 50.059 5    
23   54 italy Francesco Castellacci 
spain Miguel Molina 
switzerland Thomas Flohr 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 159 6:00'54.613 33 giri 3 giri 7    
24   77 germany Christian Ried 
italy Matteo Cairoli 
germany Marvin Dienst 
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 148 6:04'44.200 44 giri 11 giri 6    
25   86 united_kingdom Michael Wainwright 
united_kingdom Ben Barker 
australia Nick Foster Jr. 
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 92 4:18'38.349 100 giri 56 giri 4 Ritirato  
26   25 russia Vitaly Petrov 
switzerland Simon Trummer 
mexico Roberto Gonzalez 
Oreca 07 LMP2 51 1:45'11.902 141 giri 41 giri 3 Ritirato
Prossimo Articolo
Austin, 4°Ora: la strategia sembra premiare le Porsche

Articolo precedente

Austin, 4°Ora: la strategia sembra premiare le Porsche

Prossimo Articolo

Hartley: "Ringrazio i compagni dell'altra Porsche. Avrebbero meritato la vittoria"

Hartley: "Ringrazio i compagni dell'altra Porsche. Avrebbero meritato la vittoria"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WEC
Evento Austin
Sotto-evento Sabato, gara
Location Circuito delle Americhe
Autore Guido Schittone