Anche un nuovo sistema di led sulla Porsche per Le Mans

condivisioni
commenti
Anche un nuovo sistema di led sulla Porsche per Le Mans
Guido Schittone
Di: Guido Schittone
06 mag 2016, 08:26

Nella configurazione presentata a Spa e che sarà in parte utilizzata in terra francese hanno debuttato sulle 919 Hybrid i nuovi fari che permettono sia una maggiore visibilità sia di risparmiare 2,2kg

#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
Porsche Team Porsche 919 Hybrid, nuovi fari LED
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
Porsche Team Porsche 919 Hybrid, nuovi fari LED
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Romain Dumas, Neel Jani, Marc Lieb
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Mark Webber, Brendon Hartley

La Porsche, come l'Audi, si è presentata a Spa-Francorchamps con una versione intermedia dell'aerodinamica della 919 Hybrid. Come è noto da questa stagione sono tre i differenti tipi di configurazione che possono essere omologati entro la corsa francese. Quando si parla di Spa-Francorchamps troppo spesso si cade nell'errore di confondere il basso carico aerodinamico con l'identica configurazione che poi le squadre utilizzeranno sul circuito della 24 Ore. Nella realtà Spa, che richiede un carico inferiore a quello di Silverstone ma che per via dei saliscendi lunghi e veloci necessita comunque di un forte appoggio, costringe tutti quanti ad adottare una soluzione compromissoria per non penalizzare né velocità massime-nelle prime due prove libere le più veloci sono state le Rebellion private di Imperatori e Piquet junior con una punta di 314,1 e di 309,9kmh alla conclusione del rettifilo del Kemel-nè appunto il carico, senza il quale sarebbe complesso affrontare sia la compressione del Radillon sia i velocissimi curvoni di Pouhon e Blanchimont.

È per questo che a Le Mans le vetture saranno molto differenti nelle regolazioni meccaniche e aerodinamiche. In ogni caso qualche piccola novità si è vista. Sulla Porsche la più appariscente è rappresentata dal nuovo sistema di illuminazione del frontale che era stato sperimentato nel corso dell'inverno e definito  nei lunghi test in notturna svolti dal team ad Aragon e a Le Castellet.

Il sistema si avvale di led della Osram. Ogni faro dispone di 12 paia di led e riflettori con un sistema di controllo integrato che permette di avere una visuale anche laterale ad un agolo di 45 gradi con tre differenti tipi di illuminazione. Ci sono poi 20 Led colorati, RGB, (red-green-blue), per identificare le due vetture. La 919 dei campioni del mondo Hartley-Bernhard-Webber è illuminata in magenta, quella di Jani-Lieb-Dumas in blu.

Il nuovo sistema ha consentito di migliorare ulteriormente il processo di ottimizzazione della vettura rispetto all'esemplare dell'anno passato. Il peso è diminuito del 30 per cento-ora le coppie di fari pesano 2,2kg in meno- ed è stato migliorato sia il raffreddamento, che viene effettuato tramite una canalizzazione esterna, sia semplificato il fissaggio.

Prossimo articolo WEC

Su questo articolo

Serie WEC
Evento Spa
Location Spa-Francorchamps
Autore Guido Schittone
Tipo di articolo Ultime notizie