Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista

Allarme Ratel: "Le GT3 a Le Mans da ufficiali sono una condanna"

Il capo di SRO ammonisce sulla possibilità che ACO adotti per le sue serie le GT3, create per le corse clienti e non per le Case, che però intervenendo direttamente farebbero alzare i costi lanciando verso la morte la categoria.

#5 HRT Mercedes-AMG GT3: Hubert Haupt, Ricardo Sanchez, Patrick Asseheimer

Stéphane Ratel ha lanciato l'allarme: le vetture GT3 debbono mantenere il concetto di base del Customer Racing, ossia delle corse riservate ai clienti, e non agli ufficiali completi.

Da diverso tempo si sta sentendo parlare dei problemi legati ai costi delle GTE, tant'è che l'IMSA l'anno prossimo le ha già tolte dalle sue categorie, mentre per il FIA WEC la cosa al momento non è stata decisa, seppur sia evidente che in Classe LMGTE Pro i guai siano palesi, essendo rimaste solo Ferrari e Porsche, più Corvette in qualche uscita sporadica.

Il patròn di SRO Motorsports, che con il GT World Challenge e l'Intercontinental GT Challenge sta facendo grandissimi numeri schierando le GT3, è convintissimo che la scelta migliore sia mantenere la categoria così com'è, senza alzare l'asticella correndo dei rischi.

"Il regolamento GT3 è stato creato quando la categoria Gran Turismo ha avuto problemi seri e l'idea era quella che fosse legata alle corse clienti. Tale deve rimanere, altrimenti è condannata", ha detto Ratel a Motorsport.com.

"ACO e DTM hanno scelto di usarla e ora sento parlare anche di Le Mans. Ecco che sta diventando di nuovo qualcosa per gli ufficiali e quando succede ciò, tutte le categorie vanno a morire perché i costi aumentano a dismisura".

Il 57enne francese non sbatte i pugni sul tavolo, ma vuole far capire alle Case che si debbono limitare al supporto dato ai team clienti, mentre alle altre organizzazioni si limita a dire che fare certe scelte non ha molto senso.

"L'idea di mischiare piloti professionisti ad amatori è perfetta e sicura, creare una Classe PRO è rischiosissimo, quindi sono domande che vanno poste ad ACO".

"Per quanto mi riguarda, non mi risulta che ci sia qualcuno di ACO realmente intenzionato a fare qualcosa del genere. Bisogna stare attenti e valutare bene tutte le opzioni quando si parla di GT3".

"A Le Mans arriveranno le LMH e le LMDh, che bisogno avranno di schierare pure le GT3? Per me non esiste, hanno già una griglia di altissimo livello e sarà una Classe fantastica".

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC: ecco la Glickenhaus pronta per Portimao
Prossimo Articolo WEC, Portimao: Project 1 ritira una 911, novità in ARC e RealTeam

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia